Pubblicato da: fabioletterario | 29/06/2006

Una sciocca bugia

Ore 13.00 (circa) e tutto va bene.

O quasi.

Per un momento ho creduto che finalmente la pioggia sarebbe arrivata ad irrorare in modo naturale e anche sensuale questa torrida estate appena cominciata, invece tutto è stato vano. Si è trattato di uno stupido gioco delle nuvole, che hanno voluto farci credere quello che invece si è rivelata essere una sciocca bugia.

Così, dopo gli accenni alla pioggia, adesso il sole, sebbene tentennante dietro le nuvole, fa capolino e picchia che dio lo manda. E il calore pare intrappolato dentro una cappa a mezz’aria, fatta a posta per farci soffocare.

Mi riparo in casa.

E chi si muove?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: