Pubblicato da: fabioletterario | 25/03/2006

Tristezza

Che triste.

Una serata che finisce con una grande tristezza. Profonda. Lacerante.

E’ l’occasione anche per guardarsi dentro. Per cercarsi. Per ritrovarsi.

In tv la Carrà fa scorrere durante la sua trasmissione le immagini dei bimbi schiavizzati, che vivono in condizioni disastrose, eppure così sorridenti, così umani, così piccoli e anche così grandi. Avevo dimenticato che, mentre io rido, tanti piangono.


Responses

  1. hai mangiato?
    hai bevuto?
    hai riso?
    hai il tuo pc dove scrivere di “quanto soffrono quei poveri piccini”?
    sei occidentale. loro no.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: