Pubblicato da: fabioletterario | 21/05/2009

Istituto di bellezza

Avevo tutte le intenzioni possibili e immaginabili di prendermi cura di me stesso regalandomi, anche se un po’ in ritardo per il mio compleanno, un bel massaggio rilassante. Avevo già visto il dove, il come e il quando, e non solo. Già mi ci vedevo, sdraiato su un bel lettino con tanto di lenzuolo bianco candido, sotto le mani accoglienti e rinvigorenti di una esperta massaggiatrice professionista, pronta a regalarmi attimi di piacere. Un momento, niente doppisensi eh? Piacere puramente mentale, si intende, e niente più!

La scelta che avevo optato era legata ad una dolce manipolazione con olii essenziali, spalmati in ogni centimetro quadrato della mia pelle, per una durata di ben 60 minuti, inculdenti anche doccia cromatica. Insomma, per un fisico stanco dopo un anno di scuola  trascorso a correggere compiti, a tenere a bada i miei piccoli adorati mostriciattoli senza i quali difficilmente le mie giornate sarebbero tanto rosee e solari, si trattava di una opportunità di non poco conto. Non solo: già pregustavo il tutto, ogni volta che mi sdraiavo sul mio letto, con gli occhi socchiusi. Invece, come tutte le fiabe, il lieto fine c’è stato. Peccato che non fosse stato pensato per me.

Il costo di questa operazione si aggira intorno ai 60 euro. Tanti, obiettivamente, e se devo dirla tutta anche troppi, ma malgrado la mia parsimonia, ero deciso a riscuotere la mia dose di benessere, e soprattutto non davo, per la prima volta in vita mia, alcun peso ai soldi. Lo volevo, punto. E quando mi metto in testa che voglio una cosa, non ci sono santi. La ottengo. Sempre.

Fine prima parte. Inizio atto secondo.

Mi ero completamente dimenticato che la mia macchina necessitasse del secondo tagliando. In quasi due anni e mezzo l’avevo infatti portata all’istituto di bellezza solamente una volta, e con un non indifferente dispendio economico. Così, avevo inutilmente cercato di rimuovere questa necessità oggettiva, nella speranza che svanisse nelle pieghe del tempo. Macché. Solo le cose belle sono destinate a svanire. Le brutte, purtroppo, vengono sempre a galla, con grande disappunto di tutto e di tutti.

Quindi, per puro caso due giorni fa butto l’occhio e vengo assalito dagli scrupoli di coscienza. Una macchina nuova, di cui spesso mi dimentico di prendermi cura, proprio lei che mi scarrozza a destra e a manca, nelle cui mani ho messo il mio destino di trasporto… Beh, colto da indicibili sensi di colpa, alla fine ho ceduto. Ho alzato la cornetta e ho preso appuntamento per la mia macchina. Solo per prepararmi al triste evento, chiedo per favore di sapere di che morte dovrò morire nel momento in cui mi presenteranno il conto.

“Sono solo 178 euro” mi dice una voce delicata.

Solo 178 euro. Solo.

Appoggio la cornetta, cerco di ripigliarmi dallo sconcerto. Accanto a me trovo il depliant fantasmagorico che reclamizza il massaggio rigenerante di cui mi ero invaghito. Lo piego in quattro, lo butto nel contenitore della carta. Mi sa che anche stavolta, all’istituto di bellezza ci andrà la mia macchina.

Proposta: non è che, per caso, qualcuno di voi avrebbe due cetrioli e un pompodoro e due mani delicate che potrebbero prendersi cura almeno del mio viso, con una maschera rigenerante?


Responses

  1. Non serve. Belli si nasce.

  2. usa i metodi di megayver, dal nulla farà uscire una maschera idratante per il viso🙂

  3. SEI UNICO
    a “massaggiarme” er core di rilassanti risate.Ciao povero prof! Bianca 2007

  4. Per anni ho praticato pugilato thai boxe, secondo te le mie mani sono delicate?😉

  5. mmmmmmm il mio pane preferito, i massaggi
    mani che scorrono, ruotano, sulla mia pelle
    preferibilmente completamente cosparsa di buon cioccolato, di quelli che emergendoci il dito te la puoi ciucciare..
    che benessere….che benessere!!!
    e la macchina😦 pure a lei piace la nutella???
    azzarola che vizi stè benedette macchine nuove, non si accontentano di olio e benzina, che son già cari abbastanza, no!! richiedono anche quelle cure particolare che farebbero sentire me una regina….
    che ingiustizia però…
    al max facciamo uno scambio alla pari, te massaggi me e io massaggio te😀

  6. Io ho tutta la verdura che serve ma anche un’incazzatura tale che non so quanto sarebbe rilassante il massaggio che farei a chi mi trovo per le mani😀
    Meglio aspettare, fidati😉

  7. Pensa la combinazione: proprio stasera farò un massaggio rigenerante al viso di mio marito…😀

  8. Fortunatamente i massaggi non mi sono mai piaciuti!!🙂

  9. se posso darti un consiglio, FAI UGUALMENTE il massaggio.
    ti posso garantire che il prezzo non è alto, e ogni tanto bisogna sforare nel conto corrente.
    per come la vedo io, i soldi non bastano mai, allora bisogna mettere in mezzo anche le cose piacevoli e non solo i doveri

  10. be’ 178 euro per un tagliano è davvero poco, ahinoi, non a caso sono un ragazzo acqua e sapone

  11. Mr Fabio,
    ti ho mai detto che come racconti tu il quotidiano non lo racconta nessuno??!
    dai che quel massaggio te lo meriti!!
    un saluto
    Daniel

  12. Mi unisco al coro: fatti fare il massaggio, magari non adesso, più avanti, subito dopo aver intascato il lauto stipendio che elargiscono a noi prof…😦

  13. Per questa volta ho l’impressione che ti dovrai accontentare di un bel bagno profumato…magari aggiungi delle candele e un pò di musica e fingi di essere in una bella SPA

  14. Eddai. Rimandi al mese prossimo. E poi se proprio ti serve, il pomodoro te lo spedisco io!

  15. 178 euro per la macchina.
    Il mese prossimo 178 euro di cetrioli, così pareggiate i conti
    🙂

  16. io non ci avrei pensato su 2 secondi…niente tagliando per la macchina…e solo un bel massaggio per me!

  17. Vedrai che la tua macchina alla fine ti ringrazierà! ahahahhahah Cmq… per i massaggi, io sono qui! Ho le manine piccole e delicate, ho conoscenze di riflessologia, digitopressione, massaggi orientali su varie parti del corpo, yoga. stretching, tantra e tao. Vedi tu! ihihihihihhih ah ho pure i cetrioli!🙂

  18. Passo di qua e che ti vedo?
    Che hai pubblicato un libro.Complimenti!
    E Paco?
    Cristiana

  19. Io faccio pena a massaggiare e poi ultimamente ho le mani che sembrano quelle di un camallo del porto di Genova. Fabio, sei proprio sicuro che ne valga la pena?
    Maury

  20. sei fantastco!cmq hai fatto bene a portare la tua auto all’istituto di bellezza lei poi ti porterà a trovare qualche amica e ti farai massaggiare:-))
    Un abbraccio grande

  21. ppersonalmente non credo che sopporterei alcuna manipolazione, quindi nel tuo caso meglio l’auto nel mio meglio il pc!

  22. Idea per un business: officina meccanica con lettino annesso: mentre il meccanico si occupa dell’auto, la moglie del meccanico massaggia i clienti. Oppure viceversa, dipende dalla distribuzione dei ruoli.

  23. provolone. beato te che quando ti metti una cosa in testa la ottieni. anche io sono così, ma ci impiego tempi lunghissimi, a volte.

  24. … però ogni tanto un regalino a se stessi ci vuole, sai? Concordo, forse 60 €uro non sono pochi, ma d’altra parte non è qualcosa che fai tutti i giorni. Concediti un regalo per la fine della scuola… nonostante il salasso della macchina… dopo starai meglio!

  25. … però ogni tanto un regalino a se stessi ci vuole, sai? Concordo, forse 60 €uro non sono pochi, ma d’altra parte non è qualcosa che fai tutti i giorni. Concediti un regalo per la fine della scuola… nonostante il salasso della macchina… dopo starai meglio!
    Laura


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: