Pubblicato da: fabioletterario | 19/02/2009

Boccaccia mia statti zitta (Herpes zoster)

Ho imparato che, a chiamarsele, prima o poi capita che le cose avvengono per davvero.

Qualche mese fa mi ero incuriosito riguardo a quella strana malattia che si chiama Herpes Zoster, ma che più frequentemente è conosciuta come Fuoco di sant’Antonio. Si tratta del virus della varicella, che agisce a carico della cute e delle terminazioni nervose. Il nome deriva dal greco, serpente e cintura, per le sue caratteristiche dolorose, e malgrado ne avessi sentito parlare sin da piccolo, specie per il presunto rimedio operato da donne con poteri taumaturgici oppure attraverso le leccate dei cani, non sapevo assolutamente nulla di cosa fosse in realtà. 

Nel corso dell’anno scorso, mio zio ne era stato vittima, poi, dopo di lui era toccato alla moglie, e in generale la cosa aveva riguardato alcuni conoscenti, tanto che ero convinto del fatto che questo herpes fosse indubbiamente contagioso. Ma, vivendo lontani, non avevo potuto constatare con mano che cosa fosse realmente quella stranezza che colpisce quando le difese immunitarie si abbassano, generalmente in seguito a stress, e mi era rimasto in testa quel pallino: com’era davvero?

Mi era rimasto in testa per mesi, senza un vero perché. Ci avevo più volte pensato, se non altro per il gusto di provare quell’esperienza, non so bene da dove nascesse tale necessità, e quando meno me l’aspettavo, puff, ecco qui che, di punto in bianco, sento uno strano malessere sulla nuca. Tutto nasce domenica sera, quando, portando la mano sul collo, sento degli strani eritemi che scambio per punture d’insetto. Sulle prime non ci faccio caso, convinto che in un paio di giorni tutto si risolva senza conseguenze, ma dopo due notti in bianco e qualche dolore di troppo, ieri mattina mi decido a rivolgermi al mio medico, se non altro perché mi tranquillizzi.

Quello che non sapevo, era che la mattinata in attesa della visita sarebbe stata la peggiore degli ultimi tempi.

Alle 11 non ce la faccio più. Ho il collo bloccato, le spalle indolenzite come se fossi stato vittima di un assalto, e scopro un nodino sottocutaneo che mi spaventa non poco. Le mie colleghe si preoccupano di me, mi osservano e mi scrutano il collo con particolare interesse, e la sentenza arriva con certezza: è il fuoco, è il fuoco.

Con questa sicurezza, che avrei preferito tranquillemente evitare, resisto per un’altra ora. Poi, impietosisco il mio medico, che ha già concluso l’orario di ricevimento, e mi presento da lui in tutto il mio infinito dolore. Anche lì mi si scruta, mi si tocca, infine si sorride. Sentenza confermata: “Herpes Zoster”.

Così comincia il calvario. Torno a casa con una borsa piena di scatole di pastiglie, e ovviamente non manca una crema da spalmare sulla parte interessata. Poi punto la sveglia e prendo appunti:

  1. Coefferalgan: una pastiglia ogni sei ore. E mi domando: chi di voi farà i turni di notte, svegliandomi per curarmi?
  2. Brufen: a stomaco pieno, due volte al di’;
  3. Brivirac: una al di’;
  4. Aciclovir, applicazioni due volte al giorno.

Da ieri sera ho dato inizio all’attacco all’herpes, e comincio già a risentirne di stomaco. Ho un intontimento delle spalle e del collo, e stanotte ho dormito a tratti, malgrado gli antidolorifici. Insomma, volevo fare esperienza di cosa fosse questa stranezza, e una volta tanto me lo dico da solo: boccaccia mia, statti zitta!

Ps: chi si offre per i turni? Ringrazio vivamente tutti i lettori di buona volontà.


Responses

  1. Fabio, ma che sfiga! è vero che la curiosità uccise il gatto, ma a te è andata proprio male. Per i turni non riesco, ma ti mando tanta positività, spero che aiuti

  2. :-)))
    Perchè, sadicamente, me la rido?
    Perchè mia madre l’ha avuto prima di Natale, ed è stata fortunata, perchè è guarita in un mesetto complessivo. A lei iniziò con un dolore tra la schiena e il fianco. Poi l’eruzione cutanea e i dolori ai fasci nervosi.
    Terapia vincente: aciclovir per bocca e sulla cute, Lyrica e Neuraben.
    Dai, che passa presto.🙂

  3. anche se sono SVERSA accorro a salvare chi sta PEGGIO di me…e poi si dice che le streghe sono CATTIVE…ok io faccio il turno di notte visto che mi è più congeniale…dimmi tu che debbo fare???
    darti la pastiglia??
    spalmarti la cremina??
    farti i massaggini??
    tenerti la manina??
    raccontarti tutta la mia vita così stai certo che non avrai bisogno di sonniferi??
    insegnarti a balare la salsa così avrai ben altri dolori e quello non lo sentirai più???
    leggerti qualche favola???

    tu chiedi e sarai accontentato ;-)))

  4. Ah!Ah!Ah!… Mi spiace molto perchè so che è doloroso, ma ridacchio perchè a dicembre mia figlia, 26 anni, ha preso la varicella che è data dallo stesso virus. Io come profilassi ho dovuto fare le stesse cure che fai tu, ma l’aciclovir era in pilloloni grossi come supposte da cavallo. Questo mi ha evitato il fuoco di S.Antonio, che sarebbe la varicella dei vecchi!.. Dunque non sei più tanto giovane.. deduco. Per consolarti ti consiglio di pensare che le specialità farmaceutiche che usi sono da poco in commercio quindi se fossero solo una decina d’anni fà ti saresti dovuto tenere il dolore. Vedrai che in tre giorni starai meglio. Ciao, Anna

  5. Mio fratello soffre di questa sindrome..
    Fastidiosa
    Ciao

  6. …solo a leggerne, già temo mi si scateni l’herpes simplex al quale, ahimè, sono abbonata: ti dispiace se passo?!

  7. ma io non ti ho mai parlato di POVIA….aaaahhhh

  8. Per sentito dire è molto doloroso!
    Hai ragione: dovevi proprio stare zitto!😀

  9. il neuraben è una santa cosa!
    ti consiglio anche un gastroprotettore, con tutti i farmaci che stai prendendo…
    guarisci presto!

  10. Ribadisco il testo del mio sms (che per decenza non posso riportare!).
    Scherzi a parte, mio padre ne ha sofferto terribilmente per anni e so quanto possa essere doloroso…dai, mi propongo per i turni di notte😉

  11. che brutta cosa…

  12. MI associo a Leucosia:gastroprotettore la mattina prima di colazione….è un virus insidioso,maledetto…colpisce in momenti down delle difese immunitarie…gran parte del lavoro lo fa lo stress….aggiungi alla terapia serale 1 tazza di camomilla addizzionata da foglie d’alloro.
    Ma per i turni notturni paghi?
    BUONA GUARIGIONE!

  13. Mi dispiace tanto. Rimettiti presto.
    I turni di notte li faccio io, non c’e’ problema. Dimmi quando ti devo svegliare per prendere la medicina e io ti sveglio. Anche se non amo svegliare nessuno. Ma in questo caso e’ per il tuo bene.

    tvb

    la zia

  14. Passo e chiudo! Auguri!

  15. E’ una malattia molto fastidiosa Fabio ma se curata in tempo e bene va via abbastanza presto.
    Mi raccomando, segui con cura le istruzioni del medico, vedo che giù in molte si sono offerte per fare il turno di notte, io allora mi offro per il turno di giorno…..ok!!!!

    Un saluto Fabio e auguri per una pronta guarigione.

    PS- non ho ricevuto nulla 😦 ma come e dove hai spedito la risposta?

  16. Animo Fabio, ttutto passa, vedrai che anche se à fuoco di sant’antonio, prima o poi si spegnerà:)
    Ciao

  17. io solitamente resto sveglia fino alle 2 di notte a leggere.. se serve ti sveglio.🙂
    Io l’h avuto da piccolina, una decina d’anni mentre mio fratello aveva la Varicella. sul petto e in corrispettivo sulla schiena.. me o ricordo ancora la sgradevole sensazione.
    Una buona guarigione.

  18. per fortuna io l’ho fatta da piccolo..ora sono a posto😀

  19. Fabio

    se Ti fosse successo lo scorso anni mi sarebbe stato facile svegliarti ogni sei ore; stavo soffrendo come un cane.
    Curati bene che Ti passa perche’ dopo un accidente c’è sempre il sole.

  20. cavolo meglio che non approfondisco il discorso, vedi mai che come dici tu mi ritorna…
    per il turno puoi tenermi presente, non mi pesa trillarti ogni 6 ore
    e dopo aver letto le pastiglie quello che ho pesnato è stato, appunto, e poi devi rimettere apposto lo stomaco
    classico dei farmaci
    ragazzo mio cerca di rimetterti in fretta, soprattutto spero che sparicano i dolori, la cosa peggiore
    buon week end….fuori si gela quindi meglio starsene in casa🙂

  21. Mi spiace. Auguri, Fabio!

  22. OI,OI,OI,PROF.
    ma che inghippo alle belle camminate con quest’aria frizzantina!Eppure anche un calducco forzato può diventar piacere con la Loreena che sussurra “Dante’s Prayer” perchè il Fabio stia traquillo e paziente,bei brodini che mani amorose avranno in serbo,qulche buon libro che ancora aspetta,la nostalgia degli allievi a testimoniar che il professore manca e,un bacino che arriva da lontano anche se virtuale anche se è mio.Le malattie dei “bambini” possono essere goduria,credi a me,Fabiucio.Bianca 2007

  23. Dammi il numero di cellulare ti chiamo quando è ora, basta che non mi mandi a quel paese quando ti sveglio ok?
    A parte gli scherzi buona guarigione.

  24. Ti sveglio io, come turnista ho degli orari strampalati e per lavoro sveglio le persone agli orari più impensabili proprio per far assumere loro pilloline variopinte. Ti consiglio (seriamente, ora) di farti prescrivere delle compresse di pantoprazolo, un gastroprotettore, visto che con il brufen e gli antivirali un ulceretta ci potrebbe anche scappare. Buon per me che magari mi trovo in reparto un simpaticone, ma ti avverto che le lenzuola dell’ospedale, lavate a 200 gradi, dure come un sudario, non sono il massimo a contatto con le pustolette…auguri!

  25. Mi dispiace Fabio, posso solo immaginare quanto ti fa male. Spero che si risolva prestissimo.

  26. Conosco il fuoco di Sant’Antonio perchè l’ha avuto mia zia. So che è contagioso, e per questo avevo marinato il pranzo settimanale con lei …🙂
    Lo temo perchè è doloroso, e proprio il nome lo dice, ti fa sentire un fuoco che sta per esplodere.
    E’ pur vero che ogni male che viene è sempre il peggiore. Lo sto sperimentando durante tutto il 2008, e ogni volta penso che questo è il dolore più brutto, questo è quello che non volevo mai avere …
    Meglio aspettare che passi, e scrivere per non pensarci.
    Sono di cattivo gusto se dico di sorridere?😉
    Buona guarigione.

  27. Ehi, va meglio? Spero proprio di si🙂

  28. ahhhhhhhhhh mai avuto per fortuna
    ma so che è fastidioso
    ma passa su
    dai forza

    buon fine settimana
    e mandiiiiiiiiiiiiii

  29. Ma povero il mio Sior Maestro!
    Con quelle schifezze che ti hanno dato, ti si squaglierà lo stomaco mannaggia. Non avrebbero dovuto associare anche un gastroprotettore?
    Io invece anni fa soffrivo di herpes simplex, altrimenti detto febbre al labbro. Poi ho iniziato a curarmi con l’omeopatia e anche quello è stato domato. Sapevo però che, se un giorno improvvisamente mi capitava di pensare: Oh, mo è un po’ che non mi viene l’herpes – dopo un paio di giorni il maledetto compariva.
    Spero che oggi tu ti senta meglio e ti mando n bacino😉

  30. hai trovato un altro amico, HERPES!….

    per i turni di notte puoi metterti la sveglia sul telefonino, come facevo io cosi non scomodi nessuno :-))

    buon week
    gio

  31. allora come va? Dovresti cominciare a stare meglio.. Su con la vita, un pò di coccole te le stiamo facendo no?..Buona domenica, Anna

  32. azzz
    Spero tu stia un po’ meglio!!!
    Buona guarigione caro Fabio!
    Daniel

  33. Brutta esperienza in effetti. Sono con te (magari un pochetto a distanza però eh :-)! )

    Ciao, vedrai che ancora pochi giorni ed andrà indietro.

    Daniele

  34. Una rottura di scatole lo zoster. Ma resisti, resisti, non mollare. L’ho avuto una volta preso in tempo rimane limitato.
    ciao

  35. ne so qualcosa, non come fuoco di sant’antonio ma come manifestazione erpetica concomitante con forti raffreddori, cicli protratti di famvir e stomaco che va a pezzi!
    mi spiace, anche perchè, purtroppo è ricorrente!

  36. MI spiace Fabio, mai provato e sta stranezza… non la voglio proprio capire… ma che lìha provata… non ha detto che è proprio una passeggiata… ma passa… sicuramente passa…
    Buona guarigione… una carezzina… alla ‘bua’…
    Un caro saluto…
    Fly

  37. io no, caro….

  38. Spero che tu possa riprenderti presto..,se fossi vicina farei qualche turno per curarti:-)…Il Brufen è piuttosto “pesante” per lo stomaco.
    Ti saluto con affetto

  39. Ma non potevi pensare intensamente a una vincita al superenalotto?

  40. ahi ahi ahi, Fabio, leggo solo ora, ma sono sicura che stai già meglio. Se pubblichi il tuo numero di cellulare e gli orari delle medicine faremo a gara a telefonarti. Un abbraccio affettuoso

  41. oh, povero! e come stai?

    mia madre l’ha avuto molte volte, purtroppo! e anche mio padre, e persino mio nipote. auguri sinceri!

  42. Mal comune mezzo gaudio… ci sono passata durante il periodo natalizio…
    Fattore scatenante? Lo stress, senza dubbio: stavo a casa di mia madre che, in fatto di stress, è particolarmente generosa…
    Come stai? Va un po’ meglio?

  43. ciao! capisco questa malattia..l’ha avuta mia madre un pò di tempo fa e ancora ne ha i postumi…perchè a volta la sindrome post-erpetica è peggio della malattia originaria. cmq riguardati, fai le cure con scrupolo..e tanti auguri di pronta guarigione!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: