Pubblicato da: fabioletterario | 16/02/2009

In una vita precedente

Chiarisco da subito che non ho nessuna intenzione di dissertare sull’escatologia dell’anima, né tantomeno sulla questione religiosa, ma dato che non sono propriamente ateo e che in qualche modo il mondo dell’aldilà non mi lascia del tutto indifferente, mi ritrovo a pormi una domanda che un po’ mi affascina e un po’ mi incuriosisce. Voglio dire: chi sono stato, in una vita precedente?

Certo, questo presuppone alcuni aspetti fondamentali:

  1. che riconosco un valore assoluto e immortale all’anima;
  2. che credo nella reincarnazione,
  3. che sono abbastanza folle da pensare di essere stato qualcuno.

Dunque. Non sono un praticante né un vero cattolico. Tendo a non rispettare molti dei comandamenti e dunque finirò certamente all’inferno, anche se questo mi preoccupa non poco. Tuttavia sono anche uno che si guarda dentro e che credere che l’anima esista, magari qualcuna ha un’anima un po’ più panciuta o tettuta, ma l’anima certamente esiste, per carità. E allora, partendo da questo e aggiungendo il fatto che Dio non può tenere conti stronomici in quanto non è dotato di un pallottoliere a milioni di sfere, mi domando è: chi era questo qualcuno?

Già, domanda da un milione di euro, e magari anche da qualche spiccio in più. Se solo i nostri scienziati fossero in grado di inventare uno strumento simile… L’animometro, strumento concepito da Fabioletterario, perfezionato da Fabioletterario, prodotto dal Vaticano, distribuito da Fabrizio Corona. Sapete i soldi che faremmo? Io sono assolutamente certo del fatto che in quattro e quattr’otto non avremmo nessun tipo di problema, il mercato apprezzerebbe il nostro gioiello, e riusciremmo a vendere ben più di quanto oggi accade per il blackberry o per i mini notebook, dietro ai quali sto sbavando come una cane davanti ad un osso polposo.

Ma tornando a noi, considero me stesso e provo ad avanzare qualche proposta.

Allora, tanto per cominciare, sono un testone di prima categoria, che non guarda in faccia a nessuno, specie ai brutti, ai cattivi e agli antipatici, e che per propria costituzione non è in grado di mediare quasi su niente. Sono alquanto diffidente e schivo, e se posso mi difilo dietro qualcuno, non per confondermi meglio bensì per non essere visto. Ma al tempo stesso sono anche un passionale, uno che è capace di mettere l’elmetto in testa e scendere in trincea, specie per i più deboli e per quelli che non sono in grado di difendersi da soli. Non risparmio strali – bonari – a nessuno, e quando mi capita sono assolutamente inguardabile. Ma se solo mi offrite tanto così del vostro cuore, divento la persona più dolce, affettuosa, quasi materna, che voi conosciate.

Accidenti. Ho capito. Inconsciamente è venuta fuori una parte di me. Certo, in un’altra vita ero una donna, possibilmente una donna del Sud, caliente e pasionaria, e perché no, magari una brigantessa. Avete presente quelle donne che per l’amore del proprio marito imbracciavano lupara e causa dell’uomo a cui si sentivano appartenere, solo perché spinte dall’amore. Ecco, mi sa che quello sono io. Oddio, certo non mi vedo con grembiule e gonne alla caviglia, e neppure con un fazzoletto in testa, mentre con una mano rammendo il calzino della mia dolce metà e con l’altra invece gli carico la doppietta, ma certamente non sono lontano dalla verità. Caspita, sono un maschio che un tempo era una donna. E adesso chi glielo spiega a mia mamma, che per una vita non ha fatto altro che comprarmi lamette da barba e slip senza pizzi?

Mah. Non tocchiamo l’argomento, va, che è meglio. Ma mica sono l’unico a pensare a chi sono stato in un’altra vita… Vero? E voi, chi siete stati?


Responses

  1. Uff…non ho ancora preso il secondo caffè, non ce la faccio a districarmi fra filosofia dell’anima e valore delle religioni. Uh, però inconsciamente ho risposto…ero un bradipo in un’altra vita!

  2. no!!! fabio tesoro passo dopo ora sto lavorando ripasso perchè i tuoi post mi piacciono molto e anche commentarli……a dopo 1 bacio

  3. Già ne ho parlato in un post di qualche tempo fa, sono stata nell’ultima vita un uomo, un avvocato. Nella precedente una zingara e in quella prima ancora una schiava ai tempi dell’antica Roma. E sono ancora tutto questo in un certo senso… ciao Fabio un abbraccio!🙂

  4. …non ne ho idea, ma in un vita futura mi piacerebbe diventare una regale, invincibile, temibile, magnifica pantera nera!!

  5. grazie fabio,anche se conoscendo la popolarità del tuo sito,tu sarai oltre le centomila!

  6. sicuramente una megera una strega cattiva…..ho la casa invasa di libri sulla stregoneria ma proprio tanti, non so da bambina ho sempre avuto il bisogno di rapportarmi a questa cosa, sono molto superstiziosa……ora sono una donna non megera anzi il contrario ma una femminista incallita come se bruciando sul rogo adesso vorrei rifarmi dell’affronto!!!
    strano vero???
    hai visto appena ho potuto son ripassata……il lavoro echepalle!!!!
    bacio bacio

  7. MMM non ho mai pensato di esser stata qualcosa, ma ora che mi ci fai riflettere… e se fossi stato un membro di un’altra specie o se meglio ancora, fossi stato più persone o esseri diffenti?

    Ok è lunedì meglio non esagerare.

  8. Mai stata un’altra persona in un’altra vita.
    E neanche tu.
    Di Fabi-letterari, in qualsiasi forma, uno basta e avanza.😉

  9. Ma l’animaccia tua!! Per far soldi pure l’animometro t’inventi! Poi ti piacerebbe essere stato una donna eh?! No! Meglio uomo vista la società non ancora pronta a capire che le donne sono “esseri umani”. Comunque se l’inventi la puoi fare con me. Ti garantisco il punto di zero. Ciao, Anna

  10. Io so per certo che ero un cane, Fà! Ne sono sicura al 100%!!!! Ti spiegherò un giorno….;-)

  11. io ero e sono e sarò sempre una strega
    prima bruciata sul rogo poi invisibile a chi indifferente mi guarda e poi, forse, rinata e amata

    chi lo sa
    forse è solo un sogno
    forse siamo tutti solo piccoli frammenti di un unico grande disegno

    mandi

  12. Ciao Fabio
    visto che ho un secondo di tempo, lascio un commento al volo.
    Io sono cattolica e, dunque, non credo nella reincarnazione. Ma non ci crederei neanche se non fossi cattolica perché, facendo due conti, e vedendo che al mondo ci sono individui dalla malvagità inaudita e ancora, considerando che per la “legge della reincarnazione” se ci si è comportati male in una vita, nella prossima ci si ritroverà nella pelle di un animale strisciante o comunque di un esserino schifoso… credo che da un pezzo sulla terra saremmo sommersi dai vermi (anche se alcuni lo sono anche con le sembianze umane) e la razza umana si sarebbe già estinta come i dinosauri!
    Uff… ho finito con la mega proposizione.
    Coooomunque… vista la mia predilezione per gli inglesi, l’Inghilterra, la storia inglese, gli sceneggiati inglesi, la lingua inglese e così via… (non da adesso ma da quando ero piccola come una spiga di grano) direi di essere stata nel passato una nobildonna inglese un po’ presuntuosa. E così… per “punizione” sono rinata in una povera famiglia del sud Italia.:-D

  13. Io sono quasi certa di essere stata un gatto!!! E vorrei esserlo ancora un’altra volta!

  14. Non so se sono stata un’altra persona in una vita precedente, ma spesso mi sono vista come un essere selvatico, con sembianze umane, libera di vivere in una foresta a contatto con la natura e con gli animali, senza condizionamenti alcuni se non la legge della foresta e della natura, insomma un Tarzan al femminile.

    Un saluto Fabio e buona serata.

  15. io nella mia vita passata ero Gesù

  16. Ciao! Io ero un ferocissimo guerriero sanguinario e prima ancora ero un abile alchimista.
    Dimmi un po’, che ti è successo di bello, che mi dici “life is changing”? buone nuove?🙂

  17. Un bellissimo cagnetto! Altrimenti non mi spiego l’amore che ho nei loro confronti…. Ciao!

  18. Sicuramente sono stato un pirata🙂

  19. Non so davvero cosa rispondere. Ammetto di non escludere nulla ma anche di non avere certezze al riguardo.

  20. Mangiato pesante, e fatto brutti sogni, eh? Ciao fabiuz

  21. Argomento assai strano da parte tua…any way tesoro dipende a quale delle mie oltre 200 vite fai riferimento..sono stata uomo, donna ho amato, odiato, ho ucciso, mi hanno uccisa e diverse volte sono stata strega…l’importante è imparare sempre e cercare di raggiungere lo scopo del karma che ci si è prefissati per questa vita altrimenti…dovrai reincarnarti ancora e ancora…

    il tuo animo da dolce stil novista ben si bilancia a quello di commerciante nato…non è che in qualche reincarnazione precedente sei stato niente popò di meno che Marco Polo????

    un solo consiglio stai lontano dal blackberry….io ce l’ho ed è diventato la mia DROGA!!! E non ho ancora trovato un gruppo di supporto del genere BBanonimi che mi aiuti nella disintossicazione….

  22. si ma allora lo fai apposta, ogni volta che vengo quà mi costringi a meditare🙂
    bella domanda la tua, chi sono stata?
    e perchè non “cosa” sono stata?
    vedi mai che ero na bambola, o un soldatino…del resto tutto ha un’anima no?
    magari un coniglio??
    apperò se uno ci si mette ne esce mal messo….
    ma poi chi te lo dice che, essendo stata donna focosa in una precedente vita, tu non possa rivestire quei panni?
    dovresti provare un paio di slippini con tutto il pizzo intorno…
    che effetto ti farà??

  23. Sicuramente Adolf Hitler, dato che in questa vita mi sembra di star scontando il peso di una vita precedente incredibilmente malvagia😀

  24. ARGOMETO AFFASCINANTE CARO PROF.!
    Per una viandante come me che tutto raccoglie,poco conserva che ci pensa l’archivio delle celluline e del dna.non disdegno il frugar fra questi spazi incerti dove tutto è possibile e si trova.
    Pare comunque, perchè un giorno qualcuno si prese briga di scrutar qualche mio confin profondo che,sempre donna fui.Ribelle e sempre dalla parte delle minoranze e contro ogni potere costituito,da esser diseredata da nobil famiglia intollerante e chiusa sicchè io finì a capo di rivoluzione anche se sol per bandiera e in prima fila siempre! Mah! fai un pò te e deduci…Bacio,,je te baise,ich kusse dich.kiss.besos.Bianca 2007

  25. Sarebbe bello credere di essere vissuti in una vita precedente… perchè così si potrebbe anche credere di poter vivere in una vita futura, il che sarebbe meraviglioso. soprattutto se si potessere scegliere come essere e di conseguenza come viverla questa vita……
    Sogni caro Fabio, non possiamo che tenerci stretta questa che abbiamo cercando di viverla al meglio:
    Ciao :-))

  26. ogni tanto ci credo alla reincarnazione, ogni tanto penso al Paradiso..non ho mai pensato a chi potessi essere stata, piu’ quando mi sarebbe piaciuto vivere, forse alla corte di Luigi XIV..
    Buona giornata..

  27. credo una foca del circo. ma per la vita futura aspiro almeno a trapezista;-)

  28. Un visconte nella Bretagna di metà ‘700

  29. personalmente parlo di reincarnazione come dell’astrologia. e anche sull’anima ho delle perplessitò.
    non ci credo ma è divertente parlarne. io non ho mai pensato a un altro me stesso, tantomeno in formato di blatta, o di triglia. ma certamente io ho avuto dei problemi in terra inglese, perché ogni volta che ci vado non vedo l’ora di andarmene. e non mi succede da nessuna altra parte.
    secondo me mi han tagliato la testa nella torre di londra, sotto Enrico ottavo, va’.

    quanto all’inferno, applico sempre la famosa battuta: paradiso? e che ci vado a fare che non conosco nessuno?
    e poi sai sti angeli che fanno plin plin da mattina a sera, che palle.
    mi sposto, prima che mi arrivi il fulmine in testa…

  30. ma nooooo!!! leggi bene quello che hai scritto… non eri una brigantessa!!! eri un patatoso cane lupo😀

    (io sicuramente una gatta tricolore obesa)

  31. Fatico a pensarlo, per la legge della media credo comunque un figo della madonna e con un sacco di “culo”😀

  32. Io sono certamente stata un’araba, un’ebrea, un mercante ai tempi di Marco Polo, un poeta tedesco tra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo, un amico di Giacomo Leopardi, un amante di Oscar Wilde, un’amante di Virginia Woolf, un amico di Leopold Bloom, la sorella meno brava di Pina Bausch, una rondine, e infine un tale Fabio.
    Ora posso sognare chi sarò nella prossima vita?

  33. Non credo nell’ipotesi della reincarnazione (termine + tecnico: metempsicosi cioè trasmigrazione delle anime, vedi Plato).
    Tuttavia se uno crede in qualcosa, qualsiasi cosa in cui creda è legittima.
    Affascinante, per es. (ma anche inquietante) la “Malombra” di Fogazzaro, che “si muove” in ambito-reincarnazione.
    Ma per stare al tuo gioco, io penso di esser stato un monaco eretico, condannato a reincarnarsi in un prof precarissimo.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: