Pubblicato da: fabioletterario | 17/11/2008

Il mango e il signor sotuttoio

Qualche giorno fa avevo acquistato un mango, uno dei miei frutti preferiti, ma lo mangio raramente perché è difficile trovarli belli e sugosi e, quando questo avviene, di solito costano l’ira di dio. Avendo tuttavia constatato che quelli esposti sul bancone del supermercato avevano in sé entrambe le caratteristiche basilari affinché io mi decida a sborsare qualche euro, mi sono avventato sui frutti preconfezionati, scegliendo per me il più bello. Già pregustavo il suo sapore, e immaginavo di apprezzarlo tutto solo, in un pomeriggio assolato, dopo aver sbucciato il frutto carnoso con estrema perizia, annusandone l’aroma giallo della polpa ardente. Ero tutto un fremito, anche perché erano anni che non vedevo un frutto del genere, grosso, rosso e soprattutto odoroso.

Così, arrivato a casa, mi sono seduto comodamente a tavola e ho afferrato il mango. Era persino troppo maturo, tanto che la parte posteriore era parzialmente ammaccata, forse anche a causa di una botta. Ebbene, mentre lo sbucciavo, quel frutto esalava tutta la preziosità del suo profumo. Dolce eppure leggermente acro, arancione come il sole, così invogliante che avevo persino l’acquolina in bocca. Le mani gocciolavano miele, gli occhi divoravano il mango solo a guardarlo. L’ho tagliato a pezzi, infilando la lama sino al cuore duro e gonfio, e l’ho sezionato in parti pressoché perfette, poi sistemate in bella mostra in un piatto. Prolungando la mia attesa mi sono lavato le mani e solo allora mi sono deciso ad assaggiare il frutto maturo. Mentre allungavo la mano, ovviamente, suona il citofono.

“Chi è?” Chiedo.

“Sono il signor sotutto io!” Rispondono.

Ecco fatto. Ho guardato con occhio languido e sognante il mango spaccato nel piatto e mi sono fatto il segno della croce. Già, perché il signor sotuttoio appartiene ad una specie umana piuttosto comune, e sarebbe meglio che decidesse di farti visita poche volte l’anno, possibilmente sempre annunciandole. Ma ormai era fatta, non potevo dire che in casa non c’era nessuno.

“Sali pure.” Ho detto, cercando di far sparire il mango.

Quando lui è entrato, la prima cosa che ha detto è stata:

“Questo è l’inconfondibile odore di mango. Per caso ne stavi tagliano uno? Perché, sai, è il mio frutto preferito!”

Scoperto, ho dovuto offrirgliene un po’, nella speranza che mi facesse la cortesia di lasciarmene almeno un pezzo. Lui, che attendeva il rientro di mio papà, si è bellamente accomodato ed ha cominciato a ingurgitarne fetta dopo fetta, disquisendo di tutto e di tutti, descrivendomi ogni emozione che traeva dall’assaporare il mango, mentre io, da buon padrone di casa, ingoiavo acquolina e non mi azzardavo a stendere la mano per reclamare una benché minima parte. Il signor sotuttoio è andato avanti per circa venti minuti a raccontarmi la rava e la fava, rinverdendo i fasti del suo ormai mitico viaggio in India, che conosco praticamente a memoria, al quale collegava la sua prima esperienza con il mango.

“Potrei riconoscere la provenienza di un mango a due metri di distanza, non mi batte nessuno.” Ha detto fiero.

Così, si è spazzolato l’intero mango, talmente buono che quasi quasi riparte nuovamente per l’India, mi ha detto, mentre io lo ascoltavo desolato, senza più un briciolo di interesse, se non per le gocce gialle del succo ricoprire il fondo del piatto ormai vuoto. Non sapevo se odiarlo o ignorarlo, per avermi privato di quel frutto tanto desiderato.

“Perché sai, io sono un intenditore della vita, niente mi sfugge. E, per dio, questo è certamente un mango proveniente dal sud dell’India!” Ha concluso categorico, mentre appoggiavo nel lavabo il piatto desolatamente vuoto.

Quindi, mio padre è tornato e si è portato via il signor sotuttoio. Io mi sono gettato sul cartoncino che un tempo racchiudeva il mango, se non altro per continuare a sognarne l’odore, conscio di aver sfiorato un sogno. Su quello, la scritta lapidaria: provenienza del frutto: “Brasile.”


Responses

  1. Nemmeno un pezzettino te ne ha lasciato?😦

  2. ah no
    io avrei detto:
    si c’è profumo di mango
    ne ho appena mangiato uno squisito
    punto
    appena il signor sotutto se ne andava
    ecco che avresti avuto il tuo orgasmo alimentare…
    io l’ho avuto l’altro ieri con un gelato alla panna cotta ….
    mmmmm

    io l’ho passata una notte sulla spiaggia
    molti anni fa
    con alcuni amici
    nessun fuoco
    nessuna chitarra
    solo noi e il mare
    abbiamo parlato e ballato
    facendo noi la musica
    abbiamo scritto un messaggio
    e l’abbiamo affidato ad una bottiglia di birra
    e non perchè siamo inquinatori ma perchè volevamo che arrivasse da qualche parte per essere letto
    che bella notte fabio
    non la scorderò per tutta la vita
    un secolo fa
    era un secolo fa
    ma è sempre viva dentro tutti noi
    basta dire
    ti ricordi quella notte sulla spiaggia ?
    e i sorrisi si allargano
    che bello

    buon inizio settimana
    è molto bello che tu sia tornato a scrivere come prima
    mandi

  3. ;-))) se fosse stata una strega a bussare alla tua porta ( semper che l’avessi fatta entrare nèèèè) sarebbe stata sicuramente più accorta…una fettina a lei e una a te…una a lei e una a te e certamente avrebbe azzeccato il luogo di origine!!! Ekkeeeekavolo!!

    ps…gli occhi mi stavano brillando perchè avevo visto il tuo mango nèèè
    ;-P e tu riprenditi dallo shock….lo so che effetto ti può fare una strega!!

  4. …potrei farne indigestione, senza alcuna moderazione!

  5. Avrei almeno detto : ne assaggio un pezzettino.

  6. Una buona padrona di casa si sarebbe accomodata al tavolo e, facendo finta di interessarsi a quello che l’ospite indesiderato aveva da raccontare, si sarebbe presa la sua parte di mango gustandosela tranquillamente…. ma in fondo si sa… sono le donne a saperne una in più del diavolo, non gli uomini hihihih }:->. Buona giornata, Dani

  7. beh, sei stato poco reattivo, come ti ha già detto strega athena avresti dovuto dire: si, buon odore vero? Ne ho appena mangiato uno infatti😉
    A’ sto mondo Sior Maestro bisogna avere lo sprint, senno’ poi vedi che succede? Te se magnano il mango😉

  8. Io a costo di sembrare scortese, anzi, a costo di esserlo davvero gli avrei detto che era mio e me lo ero appena comperato…. e che cavolo…
    Baci
    B.

  9. Beh…un mango indo-brasiliano! P.S. che insopportabili queste persone!

  10. Buona serata. Finito di oziare?😉

  11. Picchiamolo questo signor sotuttoio!!!
    come si è permesso!!!
    questo post è scritto talmente bene che… mi è veuta voglia di mango… anche se non so che sapero abbia… non l’ho mai assaggiato!!! ma non ne voglio un pezzo!! ^^

  12. Nooooooooooo!!!! farsi soffiare così sotto al naso il frutto tanto desiderato….. noooooooo Fabio da te non me lo sarei mai aspettato …. io avrei fatto di tutto per difendere quel tesoro a costo della vita… avrei capito il sacrificio se al posto del Signor Sotuttoio ci fosse stata una bella ed avvenente donzella…. ma con il signor Sotuttoio proprio noooooo!!!
    Ma visto che è andata così io incomncerei ad architettare anche una bella rivincita nei suoi confronti, almeno questa soddisfazione per pareggiare il conto.
    Un saluto Fabio e buona settimana!

  13. Anche a me il mango piace un sacco..e mi hai fatto venire l’acquolina mentre leggevo!!

  14. mio caro nipotino, sto bene come sempre, quando ho da fare in 24 ore il lavoro di 24, ma, ovviamente, sono un po’ di fretta, ad esempio sono appena ricasata ho scericato la posta, ho dato un’occhiata al blog sono passata a salutarti (grazie per il ricordo, so che mi sei affezionato) e adesso decollo per dare la pappa alla tribù darto che il marito è di guardia e il figlio di ritorno da strasburgo è decollato per trapani per poi andare ad harlem (e qui si langue per l’inedia).😛

    tu, mio caro, hai bisogno di qualche lezione di malignità. conoscendo il soggetto, avrei risposto: ma sì , hai ragione1 l’ho appena consumato, era perfetto!
    questa mattina, ho fatto riddere il collega tommaso, che era sul disperato andante coi ragazzini del ginnnasio con il tuo apologo sull’ariosto! siamo tutti sulla stessa barca, mio caro prof! i dinosauri ormai sono estinti e noi siamo gli epigoni, cugini del mitico nessie!😛

    1)

  15. Buono l’odore del mango, eh!!!😉

  16. ahhh..bhè io non sono un’amante dei frutti”esportati”però ho un mango già bello e affettato se vuoi favorire🙂

  17. la tua descrizione mi ha fatto venire l’acquolina in bocca…però mi sta antipatico l’amico del tuo papà;-)
    Un saluto affettuoso

  18. Io gli sarei corso dietro e gli avrei fatto vedere quanto se ne intendeva di mango.

  19. Sarà anche poco carino nei confronti dell’ ospite, ma dovevi togliergli il piatto da davanti prima che lo finisse tutto.
    Eh, Fabio dobbiamo proprio dirti tutto?
    A proposito. Che profumo ha il mango? 😉
    Maury

  20. solidarietà

  21. Come al solito la tua capacità descrittiva è eccellente, quanto preziosa, come solo le persone sensibili e attaccate alla vita sanno fare: riesci a descrivere persino la voluttà, così com’è. Carnale e basta!
    Splendido racconto. Questo merita di essere pubblicato.
    A proposito di quel tipo, sai cos’avrei fatto io? Mi ci sarei seduta accanto e con noncuranza e disinvoltura avrei afferrato una elegante forchettina e un pezzo dopo l’altro ne avrei gustato almento la metà, succulento e profumato, com’era.
    Sei troppo disarmato, Fabio.
    Ma dì un po’, ti saresti lasciato scippare anche una succulenta e profumata fanciulla?

  22. sei trooooppo bbbuono!!🙂

    grande Fabio: mentre leggevo vi ho visti!!!🙂

  23. eh caro, sarà maleducazione protargli via il piatto, ma è maleducazione anche sbaffarsi da soli un cibo offerto. Ma era cieco per non accorgersi che sbavavi dalla voglia di mangaiartelo????
    Mandalo a quel paese, la prox volta, ottieni 2 effetti positivi:1 mangi il mango, 2 puoi sperare che si offenda e non ti parli mai più (ed è una fortuna)

  24. Per fortuna da me Sottuttoio non suona mai …

  25. Io questa relazione amorosa la nutro per i cachi, sia quelli duri, da rosicchiare, sia quelli grandi, maturi, da mangiare al cucchiaio. Qui non li trovo facilmente (soprattuo quello duri) e quando li trovo, me li scelgo con cura e me li gusto.
    Comunque questo signore oltre a sotuttoio é pure uno sbafone! Se l’é spazzolato tutto in meno di niente!

  26. io avrei mentito spudoratamente dicendo che l’avevo appena finito! …e che era ottimo, tie’!🙂

  27. Stratagemma dell’ io conscio verso il subconscio in un periodo di crisi economica.

  28. mai rispondere al citofono quando si ha un mango tra le mani.
    e mai offrire ai sotuttoio dei mango buoni, gustosi e profumati
    questi son come i segugi, seguono l’odore
    la prox volta vedrai che torna🙂😦 porello, speriamo ne trovi presto un altro tutto pre te!

  29. Il mango ha proprieta’ che agiscono sui neuroni e favoriscono nell’uomo l’attivita’ sessuale.
    Da qui il famoso detto:”Mango pa’ a capa, mango pu’ u cazz!!!!”

  30. La prossima volta nasconditi dietro ad una porta armato di ddt…😉

  31. Il mango sarebbe stato nascosto bene nel frigorifero, non guarda nache nel tuo frigor vero? E come giustificazione all’odore avrei risposto ” Si si è proprio Mango, l’ho appena finito, sapessi com’era buono….”.
    Ma se anche l’avessi offerto col cavolo che non ne avrei preso nemmeno uno spicchio.Dico, va bene l’ospitalità, ma lo zerbinaggio non rientra nei miei canoni😛
    Chi mi conosce sa che è meglio non portarmi via tutto il cibo…

  32. ahahahhaah😀 e meno male che era “esperto”! Povero Fabio… mi dispiace, ma fortuna che a queste delusioni si può rimediare🙂 Sai che io non ho mai assaggiato il mango? mi hai fatto venire voglia… 😉

  33. La prossima volta, prova a vedere se riconosce l’inconfondibile odore di mandorla amara che sprigionano certi manghi… al cianuro!😀

  34. Che ingordo il signor sottuio, proprio non sa qual’è il galateo mangia solo una fettina non tutto il mango, per fortuna che era un buon intenditore, la prossima volta quando suona il citofono nascondi subito il piatto, immagino le tue lacrimuce mentre lui se lo pappava……

  35. Fabio… non è che non ci sono per te.
    E’ che non ci sono punto.

    Mi mancate tutti terribilmente…😦

  36. Mi sono trasferita. Se ti va, memorizza il mio nuovo blog. Ti aspetto.

    Little moon (unpostonelmondo)

  37. Caro Fabio la prossima volta comprali due🙂
    mandi
    fiore

  38. Probabilmente quello era il suo destino. Per consolarti sappi che rimane più incastonato nella mente il profumo del gusto…. Riprova sarai più fortunato. bye

  39. E vabbè, questo è masochismo allo stato puro. Io sono generosa di natura, ma vedermi sbafare sotto gi occhi il mango(che adoro) che mi sono preparata con tanto amore, quello, mai lo avrei accettato. Avrei mangiato con Mr. sotuttoio, gliene avrei offerto, ma a tutto c’è un limite, che diamine!

  40. Sono rimasta sulle spine per tutta la durata del racconto… sapevo che da un momento all’altro sarebbe successo qualcosa di brutto… come un noir…. sei bravissimo a tener alta la tensione….
    tristissima fine… mi fai così tenerezza con la tua sacra ospitalità… che verrei subito a trovarti… ti porterei un mango… naturalmente…
    Sorrisi…
    Fly

  41. Tu sei troppo educato……..

  42. ahahaha povero Fabietto!!!!
    Sei troppo buono ! Bisogna imparare anche ad essere un po’ egoisti ogni tanto! Avresti potuto offrire il piatto con il mango preparato in bella vista, porgerlo al sig. sotutttoio e dopo avergil concesso una fetta riprendere il piatto e riporlo in frigo dicendo una piccoloa bugia bianca:
    “sa, signor sotuttoio, sto aspettanto amici e avevo preparato proprio per loro questo frutto”… ecc ecc ecc insomma due parole di cortesia e poi via… il mango te lo saresti gustato tu in sana e solitudine pace!!!!
    Difficile la vita dei troppo buoni

  43. …che voglia….

  44. HaHaHa meno male che non gli sfugge nulla!! India hahaha!!
    Mi spiace per te…che triste :(! Te lo sei assaporato 4 volte: quando l’hai scelto, quando l’hai tagliato, quando il signor sotuttoio se lo magnnava e mentre lo raccontavi a noi. Dura ehhh. In Egitto ci sono dei manghi fantastici … e anche il succo freschissimo di mango appena fatto è buonissimo. Dai prima o poi riuscirai a gustartelo veramente …! Ciao caro

  45. come ti capisco…. da una vita sono vittima dei “sotuttoio”….

  46. come ti capisco. da una vita sono vittima dei “sotutto io”


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: