Pubblicato da: fabioletterario | 19/03/2008

Il mondo è bello perché avariato

Ogni volta che mi reco a tagliarmi i capelli, come oggi, so bene che sarà sempre una divertente avventura. Infatti, il salone da cui mi servo da ormai una quindicina d’anni, è al tempo stesso per uomini e per donne, dunque non sono mai in cattiva compagnia, per lo meno con le donne.

Come sempre, mi sono accomodato nella mia potrona semiriservata, quella che sta all’angolo, posizione per me ottimale non perché la più comoda, bensì in quanto da là posso sempre dominare l’intero panorama tanto della sala maschile quanto di quella attigua femminile. Dicevo, appena mi sono accomodato sapevo già che sarebbe stata una bella avventura, perché, sistemate sotto il casco, come polli nell’atto di essere arrostiti a puntino, c’erano due signore piuttosto anziane, in vena di chiacchierio (da noi si dice babàre). Le due signore, che già altre volte mi hanno tenuto compagnia, oltre ad essere decisamente sorde, erano gravate dal rumore assordante dell’aria che veniva soffiata loro in testa, e dunque non si accorgevano di urlare come forsennate, mentre si scambiavano le confidenze quotidiane.

“Ah, guarda – ha cominciato la più anziana – io non ho mai voluto farmi la tinta, ma quando ho visto che i capelli cominciavano a sbiancarsi ho dovuto farmela fare. Me lo diceva sempre il mio povero marito, che avevo i capelli così belli che mi chiamavano testa di bambola, e poi preferisco non mangiare piuttosto che andare in giro coi capelli bianchi.”

La risposta della signora non si è fatta attendere: “Eh sì, hai perfettamente ragione. Io la lotteria non l’ho mai vinta, e poi quando i vicini hanno cominciato a spiarci anch’io ho dovuto chiamare il mio povero marito. No, io non ho mai avuto una bambola in testa, ma quando voglio mangiare non mi va di vedere in giro capelli bianchi, proprio come te.” 

Io, sprofondato nella mia poltrona in attesa del mio turno, ho pensato di ridere davanti a quella evidente situazione surreale, poi però mi sono trattenuto, perché altrimenti qualcuno avrebbe fatto notare alle due signore che c’era chi ascoltava le loro conversazioni, così ho girato lo sguardo nello specchio in cui si rifletteva la loro immagine, e ho seguitato a farmi gli affari loro. La signora anziana sfogliava un giornale, e per girare le sue pagine umettava la falange dell’indice, che si andava ad appiccicare all’angolo inferiore, sollevato a ventosa dalla saliva a tenuta stagna della nonna sprint. Immaginate quando poi altre signore in attesa della messa in piega faranno altrettanto, che bello scambio di fluidi avverrà! La nonna numero uno ha ripreso:

“E poi, guarda qui, tutte nude, culi e tette che ai miei tempi se fossi andata in giro così mia mamma mi avrebbe dato tanti di quei schiaffoni, che avrei avuto la faccia gonfia per un mese. Le ragazze di oggi, invece, nascono nude e si coprono soltanto il giorno in cui muoiono.”

L’altra, stordita dal suono dell’aria calda che smuoveva imbarazzatamente le sue trombe di Eustachio, le ha fatto eco: “Ah, guarda, io non so più. Oggi fa freddo e domani no. Oggi ci siamo e domani non si sa. Non esiste più la mezza stagione!” Mi sembrava di stare al centro di un dialogo del Trio, tanto era surreale la situazione. Poi, purtroppo, il barbiere ha interrotto la visione dello spettacolo, perché toccava a me essere servito. Ma un’ultima chicca, di gran lunga più bella di tutte le altre, l’ho recepita al volo, mentre mi accomodavo.

“Ben ben. Io so solo una cosa: il mondo è bello perché è avariato…” 

Annunci

Responses

  1. Grazie della visita ….il salone è sempre molto interessante…e strani discorsi…
    ciao
    fiore

  2. oh mamma -.-”
    sei stato fortunato a non perderti il finale 😀
    a me capita di seguire i discorsi “riflessi” nei finestrini quando prendo il treno 😛

  3. Ahahahah! Bello perchè avariato… questa non l’avevo ancora sentita… complimenti alle nonnette. Io quando vado dalla parrucchera mi porto sempre un libro dietro e mi immergo così tanto nella lettura che nessuno si azzarda a rivolgermi la parola. E’ sempre frequentato da vecchette come quelle tuo racconto, per cui vedi che grandi chiacchierate se non avessi da leggere… 😉
    Buona giornata 🙂

  4. Direi che in quanto a atmosfera “nature” il tuo parrucchiere non ha niente da invidiare al bar dove lavoro 🙂

  5. Bella vero? 😀

  6. anch’io mi porto da leggere dalla parrucchiera, perchè veramente non ho la pazienza di ascoltare certi discorsi, però a volte anch’io mi faccio quattro risate.

  7. Sono queste sciure le vere comiche di oggi! Capita spesso anche a me di ascoltare conversazioni di signore anziane e mi faccio grasse risate. 😉

  8. semplicemente sublimi!!

  9. Credo che le nonnette abbiano colto in pieno la tragica situazione in cui si trova il mondo 🙂

  10. Anche a me oggi tocca la comica attesa dalla parrucchiera!
    Ci si prepara per le feste, Fabio?

  11. Vabbè, se prometti di non “babare” troppo metto una buona parola con la mia dolce metà e te li faccio tagliare da lei i capelli. 😉

  12. A me accade spesso di sentire frasi del genere…da mia nonna! E devo dire (con un po’ di vergogna…) che spesso le scoppio a ridere in faccia!…per fortuna che lei s’è abituata a me!

  13. Mi sono piegata in due dal ridere….prima di tutto stupendo questo “parruccaio” ci dovrò andare non vorrei mai perdermi una chiccha simile, in secondo la cosa preoccupante è che noi streghe già non ci capiamo alla nostra età e saltiamo di palo in frasca posso solo immaginare quando saremo ottuagenarie cosa uscirà dalle nostre mandibole ;-)))

    Grazie per essere passato nel nostro blog di dolcissime streghe ( siamo bianchissime credimi….io poi nemmeno spalmandomi la nutella riesco ad abbronzarmi ;-))) ) così mi hai permesso di conoscere il tuo.
    Morgana la strega rospa

  14. beh…direi normale conversazione pre-ristrutturazione..

    io nelle sedute dal mio compare jean louis david resto in stato catatonico a seguito di perdurato massaggio al cuoio capelluto al momento del primo lavaggio…

    fatto questo…la mia attività cerebrale subisce un crollo verticale

  15. surreale il dialogo..molto reale il finale! 🙂

  16. In troppi siamo… uuuhhh……

  17. hihihihhi pensa che prima di trasferirmi all’uni mi capitava spesso di andare dal dottore giù al mio paese e c’erano le nonnine che mi volevano accasare con i loro nipoti ghghgh e li lodavano per le cose più assurde possibili e sai quante me ne dicevanoooooooo hihihihihi :p
    beh ti auguro una buona giornata.. io… si 😦 devo studiare hehehehehehehehehehehehe ciau
    Fay

  18. Basta un po’ di spirito di osservazione e un a goccia di voglia di farsi gli affari degli altri e a volte questa nostra esistenza diventa teatro delle situazioni piu’ esilaranti soprattutto in posti come barbieri, supermercati ecc. ecc….

  19. Il parrucchiere… luogo di delizie per i pettegoli e i curiosoni.
    Il finale è da manuale, l’avevo giò sentito perchè un mio vecchio professore ce lo ripetava sempre. Molto ben scritto:-))

  20. http://oltrelamonnezza.splinder.com/
    Caro Fabio ,se non dovessi averlo,ecco l’indirizzo di Libero83.
    Era un ragazzo speciale,quando si assentava per un ciclo di cure,ci chiedeva di scusarlo per l’assenza.Penso che abbia avuto un tracollo,perchè mi è sempre sembrato ottimista e fiducioso nel suo futuro.

    Cristiana

    Complimenti per il numero di commenti che ricevi!

  21. Che fenomeni le due vecchine!!! mi hai fatto morire dal ridere….ma dov’è sto parrucco? Che quando mi sento un po’ giù ci vado!

  22. Le signore dal parrucchiere ne approfittano sempre per fare dei pettegolezzi…..e Sabato tocca a me andare a farmi i capelli e quindi pure io ascolterò cosa di cosa sparlano….è divertente!!!!!! Comunque Ginevra secondo me è un nome bellissimo, il mio preferito!!!!! Buona giornata!!
    Ary

  23. 😀
    (parrucchiere e barbiere insieme è la prima volta che ne sento parlare!)

  24. Non amo andare dal parrucchiere ma se sapessi di trovare due vecchiette così forse lo farei più volentieri

  25. Piu’ che pigra direi stanca :)!

    a proposito di situazioni surreali, mi hai fatto venire in mente che una volta mi e’ capitato di andare in un palestra per fighettini, tutti tirati, super abbronzati, muscolosi..ero nello spogliatoio che mi preparavo e vedo una ragazza che si passa la piastra nei capelli, si stira tutte le ciocche, si mette il rossetto, ho pensato (da idiota) sta andando a casa e invece no, iniziava la lezione di non so cosa..
    ecco in quel momento ho pensato il mondo e’ bello perche’ avariato :)!!

    Buon pomeriggio

  26. babàre dovrebbe essere la tua passione, caro il mio re del gossip!

  27. Un tempo anche dal parrucchiere andavo coi libri, ma poi dico, una volta tanto fammi leggere qualcosa di frivolo. non sapevo manco di Romina ed Albano! certo che alcune riviste sono proprio vuote.
    p.s: Certo che sei onesto, ci mancherebbe altro, mica ti frequenterei. però secondo me, in te, prevale Romeo…Hai visto ho fatto una dedica anche a tutti coloro che si prendono cura dei figli degli altri, come l’anno scorso. Auguri Fabius!

  28. il mio posto preferito per “rubare” discorsi era il treno, fingendo di leggere un libro… ovviamente dopo un’ora è ancora sulla stessa pagina 🙂

  29. MA GUARDA CHE,
    il tuo “sense of humour” dentro il reale è CONTAGIOSO! E bravo il prof che non smette mai di esserlo! Bianca2007

  30. Come ti capisco… a me non piace tanto andare dal parrucchiere. Però il lato divertente è proprio quello. Le chiacchiere spesso sgangherate delle signore di una certa età… a volte faccio fatica a contenere la risata…

  31. Bella!! Devo andare dalla parrucchiera.
    Solo che lo trovo noioso per quello non vado mai, certo seogni volta fosse un teatrino così…
    Non costa troppo, meglio usare qui soldi per il cibo, senza alcun dubbio 😀

  32. Buonasera!
    I tuoi posts sono molto divertenti… mi regali sempre attimi di buonumore…
    Anche a me piace osservare… non per farmi i fatti degli altri, ma per cogliere tutti gli aspetti più curiosi, più umani, a volte anche esilaranti…
    della specie a cui apparteniamo…
    Non ti sei mai sorpreso in coda alla cassa del supermercato ad osservare le persone e poi i contentuti dei loro carelli ed ad immaginarti storie riguardo il loro menage?

    Salutissimi…

    Fly

  33. ciao fabioletto,grazie del passaggio anche io adoro il blu trasmette calma e dolcezza…..dolce sera…………lu’

  34. Certo che dal parrucchiere/barbiere è il posto ideale per petegolezzi e gossiperie varie, ma quello che ci hai raccontato è veramente surreale….

    Un saluto

  35. Antiquariato a chi??? Ma se sarai piu’ vecchio di me!
    E poi brontoli brontoli, ma non mi hai ancora risposto all’email oggi!
    Ciao, ne’.

  36. perchè, dico PERCHE’, a me non capitano certe cose?
    io non sarei mica riuscita a non ridere!!
    Baci baci

  37. ma se non sei scoppiato a ridere sei un fenomeno! come hai fatto???

  38. Sicchè sei un prof.
    Dal parrucchiere io mi estraneo sotto il massaggio del cuoio capelluto e mi addormento anche. Cosa che mi risulta, invece, difficilissima nel luogo deputato e all’ora consona.

  39. spero tu abbia preso altri appunti di questo dialogo :0)
    eh si,una giornata dalla parrucchiera è senzazionale…invece da noi si chiama”fer dal ciacri”significa”fare delle chiacchere ^_^
    Spero tu abbia firmato la mia petizione,un bacio ciao fabiuz!!

  40. Io adoro andare dal parrucchiere (anche perchè in certi periodi ne ho assoluto bisogno :P), c’è sempre qualcuno che prova a farmi parlare, ma di regola preferisco ascoltare, che dà qualche soddisfazione in più 😉

    Riguardo alla cartolina che non ti ho mandato, rimedio adesso ^^

  41. Penso che il salone del barbiere sia stato l’antesignano del blog. Che ne pensate? Il barbiere postava una storia o un pettegolezzo e noi sotto la forbice commentavamo….
    buona serata a tutti

  42. Ti ho riscritto. Fammi sapere se ricevi.
    🙂

  43. quando vado a mangiare fuori
    la mia compagna
    prima di sedersi
    guarda la disposizione delle altre coppie
    quella dei tavoli
    e poi
    mi indica in quale posizione sedermi
    per poter osservare meglio tutta la realtà che ci circonda
    conosce la mia curiosità
    ed io mi avvantaggio del suo occhio
    d’arredatrice…..
    quello che io noto maggiormente
    sono i silenzi delle persone
    ma forse il barbiere è un ambiente
    particolarmente ciarliero

  44. Ma almeno il taglio è venuto bene?

  45. Uhhhh! C è sempre una Signora Brambilla dal parrucchiere…. La Signora Brambilla è un fossile ambulante, sfoggia un incarnato color cuoio, labbra a canotto e lobi delle orecchie rasoterra causa pregiati pendenti di 3 chili e mezzo cadauno. Non appena il suo nome viene pronunciato tutti scattano sull’attenti, arriva la pedicure, la manicure, il trucco, il caffè e la briosce. Chi, come me, va dal parrucchiere solo al cambio di stagione, rifiutando immancabilmente ogni trattamento extra, non ha speranze. Viene mollato senza pietà con i capelli gocciolanti e i vestiti bagnati d’inverno, mentre l’estate solitamente finisce per ardere avvolta nella mantellina plastificata stretta al collo stile prossima impiccagione.

  46. Eccomi a passare di qui. Mi sono persa a leggere i tuoi primi post, del novembre del 2005… mi piace leggere i primi post dei blog, fanno capire molte cose. Adesso vedo che hai molti commenti, e non so se leggerai anche questo perso tra i tanti inviati dai tuoi amici.
    Comunque mi ha molto colpito la lettera ai tuoi alunni di allora, il tuo rapporto con loro, magari avessi avuto un professore così! Io poi che sono amante della matematica… chissà, magari avrei apprezzato di più anche le materie umanistiche 🙂
    E a proposito dell’universale linguistico… non lo sapevo, davvero interessante, anche perchè il mio nome nel mondo reale inizia con la A!!!
    Buona notte
    Lilit
    PS: a proposito del post… io non vado mai dal parrucchiere, forse mi perdo dialoghi interessanti, anche se alle volte io sono pure peggio per le cavolate che dico (non intenzionalmente…) e le situazioni assurde in cui mi vado a ficcare, quindi sarebbe meglio che non ridessi degli altri, soprattutto se fanno cose ridicole senza rendersene conto a causa dell’età.

  47. Aiuto, ma che brutta faccia mi ha generato kataweb dove avevo messo : – )
    terribbile!!!

    Poi non ho capito, a casa mia sono le 23:15 e il commento risulta tra 1 ora… sarà perchè vengo da splindere e appartengo ad un altro fuso orario?!?!?!

    Mah…

  48. Guarda che cosa mi perdo ad essere affezionato al mio vecchio barbiere..

  49. Semplicemente STU-PEN-DO!!! A dir poco esilarante…

  50. Diaogo alla Harold Pinter

  51. Un tizio sosteneva che i vecchi bisognerebbe ammazzarli da giovani!!!!

  52. Per chi ha tanto spirito di osservazione come me non può che adorare un post di questo tipo. sempre complimenti mitico FABIO e buone vacanze pasquali Prof. Hai caricato di compiti i tuoi studenti o hai fatto il bravo????

  53. Le mandiamo a Zelig!!!!! Più che il Trio mi ricordano Totò e Peppino… i tuoi post sono sempre fantastici Fabio, i miei complimenti, mi spiace di avere poco tempo per leggerli ultimamente… Buona giornata!!!

  54. Ultimamente dal parrucchiere donnine e fanciulle di ogni età mi spronano a figliare. Ma perchè? Eh sì che quando sono a farmi i capelli a tutto penso fuorchè a un figlio. Eppoi che c’entrano i miei capelli con le gravidanze?
    Misteri.

  55. Ti auguro una BUONiSSIMA E SERENA PASQUA :)!!

  56. Buongiorno.. tutto bene grazie.. Tu?!
    Buona Pasqua e Buone Feste se non ci si sente…

  57. grazie per essere passato dal mio blog…posso dirti la mia….penso che hai esasperato il tutto:-) non credo che le cose siano andate proprio così…:-) ma se ti diverti a raccontare queste cose….come dici tu…il mondo è bello perchè avariato:-) buona giornata
    Annamaria

  58. Buonagiornata .. Come stai? Io bene grazie..
    Auguri di Buon Pasqua.. anche se un pò in anticipo!!

  59. Ahahahahahahahha
    posso solo ridere …………..ahahahahahha
    Baci

  60. Allora ripasserò più tardi per gustarmi anche la tua primavera.

    un saluto

  61. Fabio scusa ma non mi sento di pubblicare i commenti. ciao e grazie.

  62. Sembrano finte da quanto sono assurde!!!! No comment!

  63. ci facciamo un film su questa bella avaria del mondo? 😉

  64. Favolosa questa situazione! Sembra di vederti e vedere le due protagoniste del dialogo.Il tutto impreziosito dalla chicca finale.
    Sei bravissimo. Un abbraccio: Marianna.

  65. Ma i fatti tuoi no eh!?! 😀

  66. Sarà anche un po’ per questo che frequento poco i parrucchieri e lascio crescere incolta e selvaggia la mia chioma, che pur avrebbe bisogno di un’assestata ma dopo aver letto qui…mi sa che mi terrò alla larga ancora per un po’ 🙂

  67. tanti auguroni di buona pasqua carissimo^_^


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: