Pubblicato da: fabioletterario | 17/03/2008

Chi trova un amico trova un tesoro

Eh sì, recita il proverbio che chi trova un amico trova un tesoro. Spesso. Ma non sempre.

Sabato sera sono uscito insieme ad amici, quando ad un certo punto mi sono accorto che un mio amico (di cui taccio il nome perché altrimenti non mi accompagna più quest’estate all’estero), ha cominciato a manifestare i primi drammatici e chiarissimi sintomi di un’improvvisa e devastante influenza. A cena ha cominciato a tremare, poi a soffiarsi il naso sollevando le tovaglie di metà ristorante cinese, infine ha preso a sudare e a sentirsi affaticato. Abbiamo dunque concluso in fretta la cena e siamo andati a casa mia a imbottirlo di medicine, di té, e ad offrirgli ospitalità nel sancta sanctorum, nel quale si è fiondato appena messo piede in casa, vista la dissenteria fulminante che lo ha colpito.

Ritornato nel mondo dei più, l’ho visto piuttosto decrepito, smunto, e per questo motivo gli ho chiesto se, anziché farsi nuovamente la strada sino a casa da solo (si parla di una cinquantina di chilometri) volesse fermarsi a dormire da me per poi ripartire il giorno dopo. Lui ha finto di nicchiare, poi ha accettato senza nemmeno battere ciglio. Due risate davanti al Trio, poi tutti a letto. E così mi sono trasformato nel crocerossino di turno. Il mio amico (che non è quello della Tatangelo, è proprio un mio amico), si è accomodato nel letto accanto al mio, con queste testuali parole:

“Non voglio esserti di peso, cercherò di darti il minor disturbo possibile.” Erano le ultime parole famose.

Prima di dormire, io ho l’abitudine di leggere, altrimenti non riesco ad addormentarmi. Così, ho acceso l’abat-jour e l’ho puntata verso di me, in modo tale che non disturbasse il mio amico ammalato. Ho fatto in tempo a leggere sì e no quattro righe, poi il mio amico mi ha chiesto se per favore potevo spegnere la luce, poiché gli bruciavano gli occhi. Un po’ contrariato, l’ho accontentato, dal momento che so bene quanto sia fastidiosoa la luce in cirocstanze come quella, quando gli occhi ti lacrimano e desidereresti strapparteli. Ebbene, spenta la luce, ho atteso il sonno, che non arrivava, contando il ticchettio dell’orologio sul comodino, e poi cominciando a contare i respiri affannosi ed affannati del mio amico, che dormiva accanto a me. Ben presto, quei respiri si sono trasformati in un russamento costante e continuo, in un ringhio profondo fatto di naso tappato dal raffreddore e di posizioni scomode, e il mio sonno si è ben presto volatilizzato.

A metà notte, quando lui dormiva il sonno dei giusti, ho pensato di dargli un po’ di té. Certo, era anche un modo un po’ egoistico per farlo smettere di ronfare come un procione arrabbiato, così mi sono alzato e, con le borse sotto gli occhi, mi sono recato in cucina. Al rientro, il mio amico ronfava della grossa, e con una punta di orgoglio gli ho offerto il té. Lui ha fatto fatica a svegliarsi, poi gli ho messo in mano la tazza.

“Ma che ore sono?” Ha chiesto.

“Le tre.”

“E non potevi farmi il té domani mattina?” Ho ingoiato il rospo e sono stato zitto. Subito dopo, è ripiombato nel sonno, mentre io pencolavo con la testa e cominciavo a schioccare le dita nel tentativo di interrompere la catena di ronfamenti allucinanti. Due schiocchi, un ronfo, due schiocchi un ronfo. Poi, finalmente, il silenzio. Mi sono addormentato, era ora! Ho dormito ben cinque minuti. Sul più bello, un nuovo attacco di dissenteria, ed è scappato in bagno, svegliandomi di nuovo.

Per farla breve, l’alba è arrivata mentre io ancora aspettavo il sonno, scortato da mitraglie di ronfamenti colossali. Alle otto lui si sveglia bello fresco, io gli porto un altro té e ci alziamo. E’ domenica. Lui si veste, mi ringrazia tanto. Poi, prima di partire mi confessa:

“Però guarda, hai ronfato tutta la notte!”

Annunci

Responses

  1. Se ti può consolare è capitato anche a me… più volte!

  2. Gli amici servono anche a questo, no?! 😉

  3. un bacio Fa

  4. ciaooo!!
    io di amici con la A maiuscola ancora non ne ho trovati…di conseguenza non ho ancora trovato il tesoro ^__^

    Buon lunedi!!!

  5. Eh… io non solo soffro di insonnia, ma come hai potuto leggere ultimamente mi tocca alzarmi alle 4.43 per 2 giorni la settimana.
    Molto spesso riesco a prendere sonno intorno alle 4, immagina il mio volto durante la giornata…
    Comunque gli amici sono dei test di solidarietà sociale non da poco!!!
    (Ne so qualcosa anche di questo =) )

  6. LoL!
    Ritieniti fortunato è capitato di sabato, pensa se fosse capitato durante la settimana, il giorno dopo al lavoro non saresti stato molto arzillo.

  7. Visto anche che russa, se devi andare con lui quest’estate all’estero consiglierei camere separate LOL!

  8. mai pensato al soffocamento fabio??

    ci sono delle tecniche….insomma…non sai che soddisfazione metterle in pratica! 🙂

  9. PROFESSORE,
    ma che bel modo di tener VIVA l’amicizia” facendole fare una sonora risata che tutt’ora rimbalza di eco in eco!… Certo che il tuo “amico” se l’è SCELTO bene il posto per far esercizio di “pratico potere” nespà?!…Che sia stato il Veltrusconi con maschera e belletto?…Che sono certa,”lui” sapeva benissimo che l’AMICO eri TU e che,anche con la poltica di convenienza ,lui sarebbe restato eccome nella casetta tua,con coccole e tè e ronfi di gatto padrone,l’avrebbe poi sempre spuntata,ribaltando il tutto a suo favore e,magari regalandoti pure un magone di colpa,brontolando e chiudendo secco la porta!…Ah! il mondo va così! Ci sono i bboni bboni amici e ce stan quelli che ce la fanno!…Le vacanze saranno senza dubbio assicurate ma…guardate che,la “spartizion” sia equa,per non incorrere in guai di portafoglio!…Ciao Fabius,sei forte! Bianca 2007

  10. Che amicone che sei….ma chi sono gli amici della Tatangelo?!

  11. Lei è troppo buono!

  12. Vista da vicino è stupefacente…! Credimi.

  13. si lo so fabio ho avuto questa fortuna

  14. ho sbagliato a copia incollare commento sigh

  15. Forza e coraggio, stanotte dormirai. 🙂

    Rino.

  16. Ma come! Non hai visto che il tuo nome era nella prima categoria? Si, è vero, non in chiaro, ma.. Per il post sull’amico, purtroppo hai con molta ironia messo il dito nella piaga dell’egoismo che ci circonda. Se ti può essere di consolazione ti dirò che i miei meriti lavorativi vengono riconosciuti adesso, che son due anni che sono in pensione. I miei ex allievi quando m’incontrano mi dicono che sono stata apprezzata. Penso che nascondano però che a quei tempi mi temevano e forse odiavano. Ciao Fabio, buon lavoro, Anna

  17. Ehm che nottata 😉
    ps: da domani mi metto a dieta anch’io però mi rifiuto di mettere foto di verdure bollite… al limite metterò foto di fiori e di paesaggi… tutto questo per solidarietà 🙂
    Buona giornata 🙂

  18. 😆
    Sì Fabio, per non parlare di tutte le volte che ti sei alzato per andare in bagno..ma pensa te, uno non può neache dormire in pace quando è malato..tsè! 😉 Dai sei stato carino e..paziente!

  19. Se i “tesori” sono tutti così adesso ho capito perchè ci sono tanti tesori dispersi… 😉

    Buona settimana ER 😀

  20. al prossimo amico;
    russi??
    Si.
    Allora fatti i cinquanta chilometri e curati a casa tua.

  21. “Abbiamo dunque concluso in fretta la cena e siamo andati a casa mia a imbottirlo di medicine, di té, e ad offrirgli ospitalità nel sancta sanctorum, nel quale si è fiondato appena messo piede in casa, vista la dissenteria fulminante che lo ha colpito”

    è proprio vero che un amico si vede nel momento del “bisogno”….

  22. ma che bella nottata!

  23. io ho mia sorella che dopo esserle stata appresso un fine settimana intero..le porto la carne macinata in padella e il purè (voleva il purè) mi ha detto..la carne è un pò secchetta e il purè..non ce l’hai messo il latte… mi ero fatta una mazza di culo tanta.. tra supermercato, fornelli (che non è il mio forte) e pulizie… torno dopo 5 minuti e non aveva mangiato niente!!! “non ho fame mi fa un pò di tè” stessa scena con la pasta a pranzo… poi per fortuna è tornata mia madre dall’ospedale.. sennò l’ammazzavo..e non so tu, ma io non ci casco più!salut

  24. 🙂
    ma con un po’ d’ovatta nelle orecchie avresti riposato?

  25. su,è stata una vera dimostrazione d’amicizia,bravo!

  26. Forse la prossima volta ti conviene accompagnarlo a casa sua, se non altro, dopo crolli dalla stanchezza e dormi tranquillo e sereno.

    Ciao e buon inizio settimana!
    Gabry

  27. Ma allora di caffe’ te ne servono due oggi!
    Comunque magari la prossima volta offri di accompagnarlo a casa sua. Meglio perdere un paio di ore di viaggio che tutta una nottata di sonno.

  28. P.S. Il tesoro l’ha trovato lui!

  29. No, proprio non ti invidio. Io che già soffro di insonnia che basta e avanza… Non credo che ce l’avrei fatta. Credo che avrei abbandonato la stanza e avrei cercato di dormire su un divano o anche in una vasca da bagno. Comunque ti sei dimostrato un vero amico, molto generoso e altruista. Anche se, scusami, bella faccia di c… il tuo amico…

  30. Tutta colpa del ristorante cinese…meglio “boicottarlo” di questi tempi…ciao 🙂
    francesc0

  31. Va be’ dai..hai fatto una buona azione 😉

  32. io ho attaccato mega raffreddorone praticamente a metà dei miei conoscenti…è stato divertente perchè prima loro prendevano in giro me e ora le parti sono invertite! 😛
    bacioni

  33. Fosse stata la Tatangelo ti sarebbe pesato meno?
    PS:ti stai assicurando la pensione.
    by

  34. Ah ah ah certamente ti sei guadagnato una bella fetta di Paradiso, ora recupera il sonno perduto e le energie per il prossimo amico bisognoso di cure
    Un saluto e buon inizio settimana
    Lupo

  35. vedi che ho ragione a voler sempre dormire da sola? 😀

  36. Io l’amico l’avrei sistemato a debita distanza dalle mie orecchie, anche per eventuali contagi di influenza, no? Comunque considera che io ai russamenti sono abitutissima, perchè i ronfamenti della mia dolce metà si sentono fin da fuori alla porta di casa, talvolta se lui russa sul divano io non riesco a sentire la tivvù. Però sei un bel bastardino ad offrirgli il thè alle tre, svegliandolo nel cuore della notte…io te lo avrei tirato il thé!
    Ma, dimmi un po’, hai imparato a maneggiare ‘ste bacchette cinesi, come ti avevo spiegato decine di commenti fa, o devo darti lezioni di chopstick?
    Se vieni a Roma, sappi che il cinese ti aspetta….

  37. Eh sì Fabietto… Sei davvero un tesoro.
    Consiglio: in farmacia vendono tappi per le orecchie… Pare siano miracolosi!!!!
    Bacio
    A presto!

  38. La prossima volta che capita una cosa del genere, mi sa che ti conviene andare a dormire direttmante sul divano 🙂

  39. Esilarante esperienza la tua…da prontuario dell’amico.
    Ma la biancheria non se l’è fatta lavare?!
    Attenzione uno così all’estero potrebbe chiederti se gentilmente gli porti la colazione a letto!!!
    Ciao Cristiana

  40. Eh sì, dormire accanto a qualcuno che russa… dall’esterno potrebbe essere semplicemente comico.. ma quando ti ci trovi.. è a dir poco terribile.. ora dopo ora arrivi a provare sentimenti che rasentano l’odio verso il vicino di letto.. per poi passare quasi alla disperazione, se la stanchezza è tanta……
    Pensa al lato positivo: il tuo problema è durato una notte soltanto 😉

    Daniel

  41. Una nottataccia non c’è che dire…
    Ma l’amico adesso sta meglio? Per lo meno questo!
    Spero che non ti abbia attaccato niente, se no oltre al danno la beffa!

  42. diciamo che se mi avessi svegliato alle tre di notte per farmi il the io ti avrei mandato a cagare (e se fossimo amici, altro che rospi inghiottiti: si parla!).
    Un consiglio: tieni a casa dei tappi, per la notte. A me sono sempre utili!

  43. di la verità che hai sognato tutto e non hai lasciato riposare il tuo amico malato!! ;))

  44. hihihihi hahahah bella questa!!! buona pasqua e buona notte!

  45. Accidenti, che nottata esaltante. Un perfetto crocerossino.Ora che hai reso pubblico l’evento, vedrai che i malati verranno a farsi curare tutti da te. Sei felice? 🙂

    Mi piace la tua ironia. Mi addentrerò gradualmente nei vecchi post.
    Mi fa male la gola oggi, e il naso inizia a gocciolare. Non è che hai un posticino per me?

  46. Ciao Fabio, siccome sono influenzata… posso venire a dormire pure io a casa tua???? ahahahhahha troppo divertente!

  47. E magari ti ha anche impestato la casa di virus………

  48. forse era meno stressante ke ti facevi 50 km e l’ho accompagnavi a casa sua…ammazza du palle:-)

  49. ..e chi trova il tesoro,l’amico lo perde o lo trova?
    😀

  50. Se orendo l’influenza ti chiamo…

  51. dai…hai fatto una buona azione e se un giorno dovesse capitare a te di prendere l’nfluenza sai che potrai vendicarti per bene…..

  52. ma siggillarlo in camera e dormire sul divano? no?

  53. mi sovviene un dubbio: sei un pò maso? invitandoti a cena è un’informazione che può essermi utile.. 🙂

  54. sto ad un punto ottimo! Sono al dente.

  55. Beh che amico saresti stato se non avessi dovuto superare anche una prova di pazienza..

  56. Bellissima frase! Credo moltissimo nell’amicizia!
    Buon inizio settimana!Baci baci

  57. Infatti il proverbio cita “Chi trova un amico trova UN tesoro”, mica entrambi gli amici sono tesori. Due amici: uno è un tesoro e l’altro è la mappa 😉 Tu sei il tesoro, no?
    Un bacio prof

  58. Mi hai strappato un sorriso… però per un vero amico può anche starci una notte insonne ogni tanto, no?

  59. diciamo che te la sei cercata.
    IO l’avrei rispedito a casa, fossero stati pure 100 km.
    Valeriacattiva 🙂

  60. visto che sei cosí tenero e premuroso con gli ospiti, posso mandarti la suocera?

  61. Che bell’amico.. 🙂

  62. è proprio il caso di dire “Chi trova un amico trova un tesoro….ma perde il sonno”

    😛
    Buonagiornata

  63. Ciao, rispondo al tuo commento. Quello che hai letto nel post è solo un ringraziamento per un gesto disinteressato nei miei confronti. Tutto qui e tante volte si riceve più dagli estranei che dai propri “amori”. Un saluto Cristina

  64. Intanto grazie per il commento sul mio blog, davvero gentile. Per il tuo amico bè… se fossi stata io si sarebbe trasferito a dormire sul divano in meno di dieci minuti, la sopravvivenza è tutto!
    Un saluto

  65. Amici e tesori sono sempre più rari

  66. Sai avevo letto che esisteva la Pizia delfica..il miol nick e delfino..spesso mi sento una sibilla…uhmm sarà un caso?..
    Tempo fà a torino..un amica mi fece un test per gioco..e mi disse che in un altra vita ero stata una veggente..una donna che predeveva il futuro..molto importante..ma fu tacciata di stregoneria…e fini al rogo..
    uhmm sarà vero?
    Amo svisceratamente il “medio evo” i canti gregoriani..e i castelli..conventi..
    Sarà indicativo?
    un bacio

  67. Grazie per il salutino :p che ricambio augurandoti anche una buona giornata 😀 … nella speranza che in questi giorni tu abbia recuperato tutto il sonno perso hihihihi mamma mia 😀 io l’avrei ucciso.. e poi avrei dato la colpa al raffreddore che l’aveva ucciso durante la notte :-p
    ciao ciao
    Fay

  68. Mi ricollego a questo tuo scritto…per la situazione che mi circonda. Spero che passi in fretta: in questo istante ho visto più medici… mi sento in ER. Ho davvero bisogno come antistress di : parrucchiere-massaggiatore-ecc… e ancor di più di un amico! qui si sente profumo di violette… e di rinnovo!! un bacioneeee da io.sparitapercauseesterne! (ps…no non ti conosco …)

  69. Però fabio….il thé alle 3 di notte….!!!! Io ti ci avrei proprio inviato!! 🙂

  70. Mi hai regalato una bella e sana risata… anche se non è bello ridere delle disgrazie altrui… ma hai scritto con un tono così esilarante… che non ho potuto farne a meno…
    Spero non abbia lasciato come regalino per sdebitarsi del disturbo… qualche virus influenzale…
    Sorrisi….

    Fly

    P.S.: grazie per il passaggio e per l’apprezzamento.

  71. Dicono che gli amici si riconoscono nel momento del bisogno…e sarà pur vero ma dal tuo racconto, non si capisce bene chi dei due fosse quello realmente bisognoso, se il tuo amico pseudo-ammalato o tu in piena crisi da spazi invasi ed usurpati 🙂
    Esilaranti episodi di vita vera…

  72. Beh che dire….sei stato veramente un caro amico…non tutti l’avrebbero fatto,io poi che sono fissato con i virus..sono ipocondriaco,basta che uno abbia il raffreddore per sentirmelo anche io…non so se c el’avrei fatt aa farlo dormire a mezzo metro da me!
    Poi la storia del tè alle 3 di notte ..ahahahah
    cmq tutti vorrebbero avere un amico come te! 😉

  73. eheheh però anche tu il tè alle tre di notte!!! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: