Pubblicato da: fabioletterario | 05/03/2008

Lorena Bobbit di casa nostra

Vi ricordate di quella ragazza della Virginia diventata famosa nel 1993 per aver evirato il marito? Quella che aveva fatto scoppiare il caso della violenza delle donne contro la virilità maschile, e che per mesi (anni, va!) era sulla bocca di tutti? No? Beh, si chiamava Lorena, era stata violentata dal suo uomo, John Bobbitt, un violento a cui lei non volle risparmiare l’ennesimo abuso, né permettergli di continuare a perpetrare la violenza su di lei. Così, mentre dormiva subito dopo lo stupro, afferrò un coltellaccio da cucina e gli tagliò in due la colpa della violenza. Quindi, stringendo in mano quello strumento così privato e al tempo stesso così odiato, se ne andò in giro, finché, stufa di vagolare, lo gettò dal finestrino, all’aperto, in un campo. Si era vendicata non con chi aveva compiuto il male, ma sullo strumento del dolore stesso. Per farla breve, aveva troncato il male… alla radice, anche se poi fu prontamente riattaccato!    

Quella ragazza oggi è cresciuta, ed ha fatto strada. Tanto che solo ieri, la sindrome di Bobbitt ha prodotto altre due evirazioni, proprio qui in Italia. La prima ad opera di un’amante che, stanca della promessa da parte del suo lui che avrebbe abbandonato la moglie, si è stufata di aspettare ed ha deciso di fargliela pagare. Così, durante l’atto sessuale, ha atteso il momento più opportuno e gli ha staccato a morsi un testicolo, prontamente riattaccato dopo tre ore di operazione chirugica. La seconda, invece, è il risultato dell’amore di una coppia di ex coniugi. Questi, oggi separati, all’ennesima lite, hanno fatto seguire un riavvicinamento amoroso, culminato in un approccio sessuale. E’ stato a quel punto, che lei ha messo in atto una vendetta forse attesa da tempo: e l’ha avuta vinta lei, che si è presa la rivincita di sofferenze ed umiliazioni, scagliandosi contro il membro maschile. Il risultato finale lo sappiamo tutti. Un taglio secco con il passato.

Che dire? Si possono commentare, notizie così? Mica tanto, direi. Alla finesi ricade nella solita querelle pro e contro, e ci si divide sempre tra i favorevoli e i contrari. Favorevoli all’atto drammatico, e dunque sostenitori delle donne maltrattate, e contrari ad ogni forma di violenza, specie quella perpetrata ai danni di un organo tanto funzionale come è il sesso maschile. Giustamente, è proprio dal membro maschile che derivano le volgarità più in uso (vogliamo enumerarle?) dai modi di dire – “Non capisci un…” – alle domande semi-retoriche – “Ma che… vuoi?” – agli insulti belli e buoni – “Sei una vera testa di…!” -.

A tutto questo, vogliamo aggiungere la notizia di ieri, pubblicata da Repubblica, in base alla quale secondo un sondaggio condotto da una ditta di profilatti, a letto gli Italiani risultano essere soddisfatti molto meno di greci, brasiliani, russi. Da bravo maschietto, io comincio a preoccuparmi. Speriamo solo che le donne non si lascino travolgere da questa ondata che imperversa in questi giorni, e che a fronte di una scontentezza di carattere sessuale il gentil sesso non speri di poter risolvere la propria insoddisfazione con una improvvisa impennata della sindrome di Lorena Bobbitt! Perciò, signore, vi scongiuro: vi consiglio una bella camomilla o quantomeno un rilassante, visto che la primavera incalza e gli ormoni sono in fibrillazione.

In quanto ai signori maschietti all’ascolto, ecco pronto un consiglio: la cintura di castità resiste a morsi e a coltellate… Fatene tesoro!


Responses

  1. primooooooooooooooooooooooooooooooo

    ho letto con un po di amarezza il post…ma soprattutto con una sensazione di dolore ai gioielli non indifferente..

    ohi ohi

  2. Boh insomma secondo me tagliallo è un gesto come dire – poco carino?
    ecco:) Mi fa pensare a una cosa che i clinici chiamano folie a deux, cioè due persone psicologicamente instabili che si incastrano fra di loro.
    Dopo di che, mica solo noi fimmine ce dobbiamo prendere la camomilla eh… che diamine!
    :))))

  3. be’ quando la Bobbit agì, io ero totalmente d’accordo con lei , tranne per il fatto di avere indicato dove trovare “l’appendice”: senza doveva stare quel violentatore!
    Ma ora, qui si sta esagerando!!!!
    :s
    Sono per l’evirazione di pedofili e stupratori (non è in sintonia con il mio animo pacifico, lo so, ma in questo caso divento una iena, si sa)
    ma in tutti gli altri casi…
    usiamo il cervello, signore!!

    Per quanto riguarda la camomille, sono d’accordo con zauberei: serve spesso più ai maschi che alle femminucce 😉
    baci

  4. Ma veramente “Alla finesi ricade nella solita querelle pro e contro, e ci si divide sempre tra i favorevoli e i contrari”?
    Ma veramente hanno senso delle generalizzazioni su fatti come questo (che, peraltro, mi parrebbe più sensato fossero relegati nella più infima colonnina di nera)?
    Sono perplessa.

  5. Buongiorno! Mi mancano le idee o gli spunti..spero di aggiornare presto!
    🙂
    Ma il marito della Bobbit ricordo che divento’ famoso, rilasciava interviste, doveva fare dei film credo addirittura dei film porno, alla fine ne ha avuti di benefici..commento da femminista, concordo ;)!!!

  6. faaaaaaaaaaabio ma come?!io mi preoccupo che tu non posti,ti scrivo anche le meils e tu..torni e nemmeno saluti?!CATTIVO!!

    scherzo eh 🙂
    bacino

  7. in caso di sospetto è opportuno il nuovo preservativo durex inox

  8. Che dire: certa gente te le leva proprio dal coltello…

    “Tremate, tremate: le streghe son tornate!”

    🙂

  9. zauberei ha ragionissima!

  10. A questo post si può rispondere con un commento leggero (vista la pesantezza dell’argomento) o con una seria riflessione. Di persone insane ed esasperate ce ne sono tante, appartenenti ad entrambi i sessi. Mai la violenza in ogni caso. Ma oggi, caro Fabio, proprio sulle tematiche relative al rapporto uomo – donna ho scritto un post di ben altro significato. Se vuoi darci un’occhiata e dare il tuo pensiero ne sarei contenta. Ciao professò 🙂

  11. Brividi…

  12. Felice di rileggerti…
    Io appartengo al partito di coloro che sono contrari ad ogni forma di violenza. Camomilla, signore, camomilla!

  13. eccerto che mi sei mancato..si sente la tua assenza quando non scrivi..!!
    e poi mi ero preoccupata che non scrivevi,e nemmeno passavi a salutare!
    in questi giorni ti riscrivo,ok?
    fai il bravo 🙂
    un bacetto
    brì

  14. ossignore…
    certo che la normalità è l’eccezione proprio!
    comunque complimenti perchè il tuo motivetto si canta benissimo!!!
    ciao ciao!!

  15. non hai da temere,se non ti comporti da stronzo con la donna con cui vai a letto.

  16. Bentornato Fabius! E buongiorno a te.
    Sul post che si puo’ dire? A me sembra solo che il modo stia scivolando giu’ per una spirale di assoluta pazzia…
    Siamo sani solo noi, mio caro..
    🙂

  17. Camomilla per tutti!!!
    Anche senza essere uomo l’insano gesto mi fa venire i brividi, come ogni violenza del resto. E poi se proprio uno deve vendicarsi lo puó fare un modi più subdoli e meno “netti” 🙂
    A volte, peró, ci sono casi in cui il “taglio netto” é quasi giustificabile (ripeto quasi). Una mia conoscente che ha un bimbo piccolo con meno di un anno é sposata con un individuo (padre del suo bimbo) che parla sempre male di lei alle sue spalle e che, giusto per confermare il tipo di persona che é, si diletta con tizia e caia e poi sporge le notizie delle sue avventure amorose ai quattro venti. Il vento non é ancora soffiato dalle parti della moglie, ma quando le arriverá la novella non so se non opterá per il taglio netto…
    Peró, mica male l’idea della cintura di castitá 🙂

  18. Sarò la solita filosofa un po’ idealista (ed è strano, perchè spesso ho delle botte di cinismo assurde!) ma… dietro queste notizie mi rimane solo la solita sconsolata domanda, cui forse in questo momento della mia vita sono particolarmente sensibile…: perchè donne e uomini fanno così fatica semplicemente ad amarsi, punto e basta?

  19. .. sarà pure il mio argomento di questa sera …

  20. Sono d’accordissimo con Innamorata: favorevolissima, sebbene la mia nota propensione alla nonviolenza, all’evirazione per stupratori e, ancorpiù, pedofili. Per il resto…beh, forse i dissidi d’amore e coniugali ci si potrebbe applicare per risolverli in altro modo.

  21. Decisamente agli antipodi come posizione, lo stesso tema trattato però in un post e nello stesso momento….telepatia? 😉

  22. La castità taglia la testa al toro 😉
    Mejo la testa del toro no? 😀
    Ciao Figliol Prodigo.
    R.

  23. Non so che dire.
    So solo che pensando alle violenze sessuali, spesso anch’io mi ritrova a dire “se uno arriva per violentarmi fingo di starci e glielo stacco a morsi” non so poi se ce la farei.

  24. Ehh loredana ne combina un pò di tutti i colori, era cmq una bravissima cantante! Come stai fabio? Io sono sempre super innamorata! Buo pomeriggio, baci baci

  25. Uff… quante storie per una che voleva solo darci un taglio! 😀

  26. Fondiamo il partito della Camomilla?
    Io ci sto, il simbolo vien da sè, che ci vuole di più?

  27. ..però si son fatte capire benissimooooooooo !!! 🙂 ehhehehh ..a volte le parole non servono…………. 😉

  28. non c’e’ mai un carnefice e non c’e’ mai una vittima.
    Ci sono un carnefice e una vittima.

    Poi, non e’ ammissibile che si tagli il coso di un uomo, certo.
    Ma volemo parla’ un attimo di quello che le donne subiscono da secoli?
    camomilla per tutti.

  29. più che della camomilla qui c’è bisogno di uno psichiatra. Per gli uomini che non sanno stare con le donne senza prevaricare con la violenza, e per le donne che non li fuggono e finiscono per fare pazzie. niente cinture di castità, per favore, pensiamo pituttosto a stare bene insieme con gran beneficio per entrambi ^,^!

  30. Caro Fabio come mai non vieni più nel mio blog? Vedo che non hai scritto per alcuni giorni.
    L’argomento di oggi si commenta da sè. Un saluto affettuoso e…non farti desiderare. Ciao, Marianna.

  31. per arrivare a quello che ha fatto Lorena Bobbit credo che bisogna essere veramente esasperate…probabilmente anni e anni di soprusi o di violenze..
    a questo punto meglio un taglio netto……al rapporto

  32. Contraria ad ogni forma di violenza, credo che darei un taglio differente al tutto…
    Ben tornato, Fabio

  33. io sono una donna…è vero tantissimi uomini mi hanno fatto del male (parlo di sentimenti non di altro), ma evirarli o far loro del male non fa passare il dolore o la ferita che hanno lasciato. Col tempo passeranno…ma dopo che la ferita si è rimarginata e sai che non può farti più male, ti vengono a cercare per chiederti scusa o per dirti che per loro sei importante…e li ci sta la tua piccola rivincita! Fare del male fisico non serve…la cosa peggiore è lo schiaffo morale dopo! Credetemi ne so qualcosa 🙂

  34. ho letto sul giornale e ho riso parecchio.
    così imparano a chiamarci il “sesso debole”.
    ahahahah.
    Esclusi i presenti come al solito.
    baci baci baci.

  35. in effetti stanotte il mio sogno (zuppa) indicava disordine mentale.
    ecco, adesso ho una nuova droga, oltre all’oroscopo…
    grazie fabio, è sempre bello ritrovare anche te.
    Baci

  36. sono qui per caso.. tornerò con più calma 🙂 a presto

  37. Altroché la camomilla, io opto per lo pissichiatra, pe’ tutti e due, lui e lei!

  38. Non lo farei mai: sono contraria agli sprechi! 🙂

  39. No la violenza, in tutti i sensi, non porta mai a nulla di buono.
    Sicuramente ci possono essere altri mille modi per punire adeguatamente queste persone.
    Però per dare un giudizio veritiero bisognerebbe provare, sulla propria pelle, anni di violenze e soprusi, forse la reazione istantanea in quel momento di rabbia e dolore potrebbe portare a compiere dei gesti così estremi.

    Ciao Fabio grazie del passaggio!
    Un saluto da Gabry

  40. Sai che faccio persino fatica a leggerle, le notizie di questo genere?

  41. E come non ricordarla quella storia?e riascoltare ieri storie simili ha rimandato anche me al passato.
    A volte, è vero, ci sono casi di violenza che mette tanta sensazione di esser indifesi dentro, da reagire così…
    Non so fino a che punto arriveremo…

  42. La salute dei miei testicoli e` messa a dura prova piu` dal pargolo che vorrebbe usarli come trampolino per i suoi salti, che da voglie di vendetta della di lui mamma. Per fortuna!

  43. Quando si tratta di cose “delicate” l’aquila vola basso,caro Fabio.
    Ciao e attento al canarino…..

  44. Che immagini da bassa macelleria, con tutto quel sangue in giro e pezzi di carne puteolente scaraventati qua e là…

    Assolutamente antiestetico.

  45. ehilà…grazie per il commento…!!!
    già…non so… ho sempre scritto di certe passioni… per alcuni è ancora un gran tabù… per me, no!;) adesso curioso un po’ il tuo… a presto!! :*

  46. Assolutamente contraria ad ogni forma di violenza e di vendetta… in caso di assoluta emergenza meglio un po’ di bromuro nel cappuccino 😉
    Un saluto.

  47. Oddio io mi sento poco bene, mi sa che spengo il telefono e vado a nanna!

  48. Lorena é un mito 😉

  49. All’ennesima menzogna l’amante si scagliava sul suo basso ventre al grido di “BASTA PALLE!!!!!!”

  50. a me piace la noia…Baudelaire ci ha fatto pure un libro:-)

  51. Mi piacerebbe una punizione così immediata e tangibile a tutti coloro che violentano donne e bambini…..
    In tutti gli altri casi è aberrante…

  52. Beh…che vendetta sarebbe se non colpisse la sfera del “quanto di più caro”? Una curiosità Fabioletterario: stai per caso frequentando donne che non ti ispirano molta fiducia?

  53. Io ho un nuovo paio di forbici da inaugurare…;-))

  54. Mi accodo ad un bellisimo commento che ho letto da te..ihihihihh
    sono contraria agli sprechi…
    un bacio
    Comunque queste notizie mi sconcertano sempre..io credo che quando una storia non ha più senso biisogna dare un taglio hihihihihih
    metaforicamente ovvio aahahahahah

  55. Un saluto veloce veloce caro Fabio!!! 🙂

  56. Mi fa piacere…

    Buongiorno a te!

  57. Mi sono sforzata, ho pensato, immaginato, intristita, sorriso..e finalmente ho postato :)!!!
    Buona giornata

  58. Come dire?…Il rimedio mi sembra piuttosto drastico 😛

  59. Dicono che la vendetta sia un piatto da servire freddo e sinceramente non mi sembra che le donne in questione abbiano saputo tanto mantenere il sangue freddo.
    Premesso che non sono vendicativa ma che sono sorretta da una memoria moooooolto lunga, quindi non dimentico un torto nemmeno sotto tortura, io non sarei ricorsa a metodi così drastici anche se definitivi.
    Magari avrei inflitto sofferenze più lente ma continue (non sono sadica, giuro!), anzichè enormi ed immediate come quella della castrazione…di sicuro effetto scenico, ma…tutto dipende da che risultato si vuol ottenere…
    E se si vuol ferire…non sempre serve il coltello!

  60. c’erano delle tribu di cacciatori e tagliatori di teste, un tempo… lo slittamento dell’oggetto tagliato fa pensare alle teste di cazzo? 🙂

  61. Oddio!!Mi è venuta la pelle d’oca durante tutta la lettura,al solo pensiero del dolore che si possa provare durante l’evirazione…non dico che queste donne abbiano fatto bene,perchè la violenza non si risolve mai con altra violenza,pero’ sono certo che a volte l’esasperazione porta anche a questi gesti estremi…

  62. E’ il caso di dire che questo sia proprio un post del c…o) nel senso proprio del termine ovviamente, cioè che l’argomento è quello. Beh io ritengo che sia l’organo della vita ma può anche essere quello del male, dell’istinto che prevale su ogni cosa, dell’affermazione di superiorità, del mercato della prostituzione e dei film porno. Ogni soddisfazione dell’uomo fa capo a quello..se ci rifletti anche l’acquisto di una bella macchina in fondo nasconde un significato talvolta inconscio di bisogno di affermarsi e di piacere per poi poter soddisfare i propri istinti sessuali. ma non sono d’accordo sull’evirazione, la legge del taglione dovrebbe essere lontana anni luce ormai da noi. Alla fine di ogni cosa ciò che resta alle persone è la propria dignità e il poter dire io non ho mai fatto del male a nessuno pur avendolo subito. Non è la violenza che ci riscatta dal male..ma la nostra dingità. Almeno questa è la mia riflessione del c…o)

  63. Che ci fai in giro sui blog a quest’ora?? 😀

  64. Considerando che John Bobbit poi è diventato un porno attore non è che qui senza che ce ne rendiamo conto noi ne abbiamo appena battezzati due?!?

  65. E come dimenticarsi della cara Lorena, del suo volto angelico, dellla sua voce dolce… è stata il mio idolo per anni (in america avevano fatto anche delle magliette in suo onore, peccato che in Italia non siano mai arrivate)…. HAHAHAHAHAHAHA! 😉

  66. Mi hai fatto venire in mente….che dolore….Nik


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: