Pubblicato da: fabioletterario | 21/12/2007

Nel caso di doppioni (consigli dalle Casalinghe disperate)

Dal momento che non ho esaurito il discorso, ho deciso di chiudere il post di ieri con un ultimo intervento, ritornando sull’argomento regali, ma stavolta in chiave diversa.

Superato l’oh inziale dopo aver scartato il regalo, c’è sempre un dopo. E, il dopo, è una questione di non poco conto. Anzi. Oggi come oggi è facilissimo sbagliare la scelta di un presente natalizio, specie se la persona la si conosce anche troppo bene: perché è proprio quello, il momento in cui più sbagliamo. Così, può capitare che dentro il pacchettino bello infiocchettato ci ritrovi un cd che hai già, un libro già letto, una cravatta del tutto simile a quella ricevuta l’anno passato, un paio di guanti che non solo hai già, ma che sono anche troppo piccoli per te, e ancora nessuno l’ha capito. A quel punto, l’oh di meraviglia diventa un: “Oh, e adesso come glielo dico?”

E qui scattano tutte le strategie psicologiche del caso, se siamo bravi psicologi, per indorare la pillola e arrivare poi al sodo. Mentre invece, così come la maggior parte di noi, la cosa mettere terribilmente in imbarazzo e, come al solito, rimaniamo come baccalà, in attesa che l’altro o l’altra ti dicano: “Se lo hai già dimmelo, che te lo cambio, eh?” Ma tu non hai il coraggio. Non sai se si tratta di una bugia o di una verità, e non osi sbilanciarti, non sai davvero cosa rispondere. Quell’oh resta ancora sospeso in aria… A lungo… Infinitamente.

Passi se è il regalo della tua lei o del tuo lui, perché tanto abbiamo un tale grado di confidenza che ci si può permettere di tutto, ma quando il regalo te lo dà zia Ninetta, la zia ultranovantenne bella arzilla e piena di vita, che ci tiene infinitamente al fatto che tu sia soddisfatto e ne morirebbe, qualora venisse a sapere che il suo regalo è la copia di altri due già ricevuti in passato, beh la questione cambia. A quel punto, che fare? Avvicinare la zia, accarezzarle la mano, darle un tenero bacetto e ringraziarla con tutto il cuore, oppure scendere nello specifico e confidarle il meno brutalmente possibile: “Cara zia, ce l’ho già”, ben sapendo che potreste causarle un collasso mortale seduta stante, proprio la sera di Natale? Il quesito è da “Casalinghe disperate”, senza ombra di dubbio. E a loro lo giro.

Susan mi ha detto personalmente: “No, io non lo direi mai. Dopotutto, un regalo è qualcosa di prezioso, che importa se lo hai già? Anzi, diventa anche più bello, aggiungerlo al resto della collezione dei doppioni. Prendi me, per esempio: ho aspettato mesi affinché Mike Delfino si svegliasse dal coma, e quando è successo, lui ha preferito Eddie a me!” 

Bree, dal canto suo, non è stata da meno. “Il silenzio e la diplomazia servono sempre. Non metterei mai e poi mai a repentaglio la vita di zia Ninetta, solo per poter ricevere un dono che assolutamente non desidero. Io non perderei la mia compostezza e le darei un grosso bacio sulla fronte, salvo poi confinare il regalo in cantina, possibilmente lontano da occhi indiscreti.”

Linette ha rotto gli indugi: “Glielo direi. Dolcemente, ovvio, ma glielo direi. D’altro canto, zia Ninetta è una donna, e noi donne sappiamo come gestire ogni situazione difficile.”

Gabrielle, infine, ha liquidato il tutto con poche parole: “E secondo te io mi lascio sfuggire l’occasione di dare un colpo a quella vecchia dispotica? Glielo direi, glielo direi eccome, e… Se il suo cuore non dovesse reggere, beh… Sarei pronta a chiamare le Pompe Funebri.”

Ecco. Forse le Casalinghe Disperate non sono rappresentative dei vari strati sociali e culturali del nostro paese, o forse invece sì. Di sicuro, nelle quattro posizioni sopraespresse ricadono gran parte dei comportamenti di noi umani, sempre più fallaci e sempre più imbranati che mai. Cosa direste alla dolce zia Ninetta, il cui cuore non reggerebbe un insuccesso proprio la sera di Natale, qualora questa ricadesse nell’ennesimo doppione?

(A proposito: saluti dalle Casalinghe disperate, che mi hanno confidato di leggere quotidianamente il mio blog!)


Responses

  1. preferisco mille doppioni anziche’ dare un dispiacere a chi ha avuto un pensiero gentile…

  2. non ho mai ricevuto doppioni, e per quanto riguarda le zie e i parenti in genere abbiamo risolto con regali in busta o buoni acquisto e così ognuno si sceglie ciò che preferisce.
    Saluti alle mitiche
    🙂

  3. dipende ..: io alla laurea avevo collezionato due doppioni e non ho detto nulla. A Natale non mi è mai capitato e non saprei che dire..
    Nel tuo caso eviterei di dirglielo per non darle un dispiacere..
    Io mi sto esaurendo in questo periodo con la scelta dei regali di Natale: aiuto O.o’

  4. Ringrazi, bacio in fronte e poi col doppione ci fai quello che vuoi. Perche’ far venire l’infarto alla poveretta?
    Io son dell’opinione che poi un regalo e’ tuo e ci fai quel che ti pare, e non mi offendo. Se non ti sta, se ce l’hai gia’, se non ti piace sei libero di cambiarlo, darlo via o buttarlo. Una volta che e’ in mano tua e’ tuo.
    Se la zia ti da’ un doppione e non vuoi darle un dispiacere a dirglielo, tieniti uno dei regali e con l’altro facci quello che vuoi. Cosi’ se capita a casa tua e lo vede credera’ che sia quello che ti ha dato lei (e cosi’ anche l’altra persona che te lo ha regalato… certo la cosa potrebbe complicarsi un po’ se l’altra persona e’ un’altra zia e le zie chiacchierano.. )

    PS — ho tradotto il mio post, ma non ti perdevi un gran che’

  5. bacione e opera di corruzione sulla zietta per cercare di strapparle dove ha comprato quel magnifico regalo e magari se ce l’ha mi da anche lo scontrino così sopra c’è l’indirizzo, perchè il negozio dove ha comprato quella cosa deve essere davvero bello e speciale devo andarci assolutamente… magari mi fanno fare un cambio!

  6. Io non vorrei mai dare un dispiacere ad una persona che mi ha preso un regalo con il cuore.
    Ho da poco compiuto gli anni (sigh) e delle amiche mi hanno regalato una borsa che proprio non mi piace, quando ho aperto il pacchetto mio figlio piu’ piccolo (7 anni), ha visto la mia faccia e mi ha detto: “Mamma, anche se non ti piace, qualche volta usala lo stesso, altrimenti le tue amiche ci rimangono male”
    Buon Natale professore!!

  7. Approfitto per augurarti un felice Natale, un Natale pieno di salute, pace, serenità, un Natale pieno di belle emozioni, un Natale all’insegna dell’armonia.

    Rino, sinceramente.

  8. Come fai ad avere dubbi? La zia ninetta va salvaguardata anche perché al prossimo Natale potrebbe riservarti un oh di autentico piacere. 🙂
    E poi adesso per i doppioni c’é e-bay.

  9. Un forte abbraccio cara Amica. Tanti auguri da chi ti vuole bene.

    Marco

  10. Disperate prima o dopo la lettura? 🙂

  11. in INghilterra si scambiano gli auguri,si mandano le cartoline ma invece dei regali – devolvono in beneficenza W l’inghilterra!

    🙂 dawoR***

  12. Non me ne importa più di tanto, zia Ninetta sono io!!!

  13. Non me me importa più di tanto, zia Ninetta sono io!!!

  14. pazienza, i doppioni sono inevitabili!

    spero solo che si tratti di crochete per gatti e scatolette per cani! 😛

  15. E cosa diresti nel caso ti regalassero il medesimo regalo che io ho in serbo per il mio compagno? (vedi ultimo post of my blog) Anche se fosse doppione, triplone o…quinquplone, io credo che faresti sempre e comunque “Oh!!!!” Pensi che ti piacerebbe? Un sluto di Buon Natale e…Save the Children!
    Manuela

  16. alla mia amica 2 giorni fa sono arrivati 2 doppioni, gemelli anche se nati sotto il sagittario. che deve fare?

  17. un sacco pieno di dolcissimi sorrisi per augurarti uno strepitoso Buon Natale!
    Annalisa

  18. Volevo informarti che me lo sono stampato questo post. Troppo forte. Le mie amate “Casalinghe”. Complimenti!
    A proposito, le mie ziette preferiscono ricevere regali, ma elargiscono poco, molto poco, anzi niente! ciao e buon fine settimana!

  19. “La via della pace è possibile solo se l’uomo migliora nel profondo. I grandi capi delle religioni teistiche dovranno chiedere a Dio perché accade tutto ciò, mentre le altre religioni, che hanno una visione legata a causa e condizione, come il buddismo, sostengono che se c’è tanta guerra è frutto dell’azione dell’uomo, frutto dell’intenzione umana stessa. Per questo motivo soldi e tecnologia non possono risolvere i nostri problemi. Tutte le grandi religioni, anche se diverse tra loro, hanno enorme potenzialità di realizzare la pace interiore ed è l’unico mezzo per arrivare a una pace reale”.DALAI LAMA….
    BUONE FESTE….

  20. Sarò spietata ma se capita, io lo dico senza problemi 😛

  21. Ma Fabio, tu giri il coltello nella piaga con questi post! Pietà!

    Buone feste!

  22. BEH!
    capita capita.E lo si capisce anche se la persona non l’ho dice.Tu avverti il tutto e,cerchi di centrare cosa.Se puoi ripari.Se non puoi,resti mortificata un pò,poi passi all’abbraccio forte che fa capire quello che vale di più! Ora un abbraccio lo lascio io a te e vi includo quello per la tua mamma che ritengo fortunata d’avere un figlio come te.Bianca 2007

  23. Ma che simpatico che sei!!!
    io sono daccordo con Susan… anche io farei così!
    giusto che hai detto che le casalinghe disperate leggono il tuo blog vorrei dire a Susan che non importa che Mike abbia preferito Eddie (la stronza) lei è una bellissima donna e deve lasciar perdere quell’imbecille!!! 😛 dopo questa parentesi tra me e susan chiudo facendoti gli auguri per le feste!!! ciao!

  24. buon Natale Fabio..e auguri a tutte le casalinghe disperate!

  25. Ma non erano i bambini a fare oh!? Scherzo!
    Buon Natale caro Fabio.
    Ti abbraccio,
    Emanuela

  26. Un felicissimo Natale a te!

    ps. Solo andata, ovvio!!!

  27. Buon Natale Fabio da una casalinga eternamente disperata!

    Mapina

  28. Ciao, intanto auguri. sono passata da qui su invito di vale. Per un post che hai scritto pempo fa. Sono pericoloso quando entro in libreria.
    Lo sono anche io. Non esco mai con meno di 3 libri… e solitamente mi tirano via, chiunque sia con me, perchè si è rotto di aspettare.
    Per loro sono passate ore per me pochi minuti.
    Ciao gio.

  29. Sarà per questo che a Natale non faccio e non voglio regali?
    Ciao Fabio e buon Natale…

  30. Affettuosi auguri di Buone Feste. Ciao a presto.
    Gianna.

  31. Tanti auguri, Fabiuccio. Ti auguro un felicissimo Natale. Un abbraccio, Camelia.

  32. Non lo so davvero come mi comporterei… credo non mi sia mai capitato… farei buon viso a cattiva sorte, vista la mia timidezza… poi, alla fin fine, conta il pensiero. Mi danno ai nervi i regali che ti accorgi che sono fatti “tanto per fare” ma questo è un discorso diverso. La felicità, almeno per me, sta nel fatto che qualcuno abbia pensato a me. Poi l’oggetto in particolare conta relativamente. Vale l’affetto che ti lega a quella persona.
    E poi lo ammetto… preferisco fare regali piuttosto che riceverli… ricevere un regalo mi mette sempre un po’ in ansia… non so mai come dimostrare la mia soddisfazione. Sono timida…
    Passa delle gornate serene
    A presto
    Melania

  33. A 25 ore o poco più ( o poco meno) dal Natale, ti mando i miei migliori auguri ^^
    Scarta tanti regali prof 😉
    ciauz

  34. A me son capitati doppioni identici anche nel colore… ho fatto la vaga!!

    **** Ti auguro un Felicissimo Natale, col cuore ****

  35. ma quando ricomincia “le casalinghe disperate”? A me diverte!
    Ciao fabio Buon natale

  36. Buon Natale!!

  37. Io alla zia darei un tenero bacio sulla guancia ringraziandola e tenendo stretto a me il suo regalo prezioso fatto con la tenerezza dei 90 anni, la capacità ( a noi di questa società sconosciuta) di dare un valore alle cose e alle persone e pensando che con la la misera pensione che prende per lei questo regalo significa anche essersi privata di qualcosa per donarlo a me.

  38. Grazie!!!Ti faccio anche io tanti auguri per queste feste:)
    Baci da Hefedra

  39. Ciò che rende prezioso un regalo è il tuo nome scritto nel bigliettino e la carta che lo impacchetta, chi se ne frega se già ce l’hai! Io preferisco farli, comunque… è una bella assun zione di responsabilità! BUONE FESTE ;-)duccio

  40. Auguri di buon Natale, prof!

  41. Buon Natale, a presto, ciao, Silvia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: