Pubblicato da: fabioletterario | 03/10/2007

Biancaneve e i sette nani

Adesso non mi venite a dire che non sapete di chi sto parlando. Su, dai, Biancaneve, non la conoscete? No, non la signorina con il fiocco in testa che gira alal ricerca di polvere bianca da inalare per dimenticare di avere una matrigna così cattiva da volerla morta. E’ l’altra, la fiaba, quella della signorina che si salva da morte sicura e trova rifugio presso un gruppo di simpatici nanetti, dediti alla casa e al lavoro nelle miniere, i quali si innamorano delle premure della bella Biancaneve e le fanno da corona per tutta la sua vita, anche quando il principe arriva e la risveglia con un bacio (non un bacio Perugina, ovviamente!).

Bene, ora che ci siamo intesi, possiamo passare oltre e sviscerare il vero oggetto di questo miserrimo post.

Io non ho problemi con Biancaneve. Certo, la trovo una fiaba melensa, sdolcinata, hollywoodiana, a dirla tutta. Ma con i sette nani, proprio non ce la faccio. E’ più forte di me, sono costantemente vinto dal desiderio di strizzarli e farli diventare uomini alti e slanciati, esattamente come sono io.

Mi si chiede il motivo? Ma è presto detto! Di quegli omini simpatici e carini, dediti alla casa e al lavoro nelle miniere, che cantano tutti in coro, tutti in fila, “Andiam a lavorar!”, non riesco mai a ricordarmi tutti i nomi! Mi fermo sempre a cinque, e con un leggero sforzo arrivo anche a sei. Ma non c’è verso: il settimo nano proprio non mi si ficca in testa. Non c’è, non esiste. Non mi ricordo neppure l’iniziale, né il viso. A parer mio, originariamente i nani di Biancaneve erano sei, poi, qualcuno ha modificato la fiaba per farmi un dispetto e ne ha aggiunto uno in più, così da farmi incavolare ogni volta che provo a ricordarmeli. E hai voglia e tenere il conto con le dita. Non me lo ri-cor-do!

Ora, io non penso sia un problema solo mio. Tutt’altro! E voi che leggete, non fate i sostenuti: so bene che neppure voi ve li ricordate tutti e sette. Siate onesti: contate sulla punta delle dita e poi confessate. Qual è il nano che avete dimenticato?


Responses

  1. Io l’ottavo. Berluscolo.
    Baci

  2. Onesta, ricordo solo questi: pisolo, dottolo, mammolo, cucciolo, brontolo, e non so neppure se sono giusti!!

  3. Ho dimenticato Eolo e Gongolo… e ho sbagliato il nome Dottolo che in realtà si chiama semplicemente Dotto…
    Che palle sta favola, hai ragione!

  4. Mammolo Pisolo Eolo Dotto Brontolo.Per ora non ricordo gli altri due,ma mi verranno in mente…mannaggia a te!
    Ho sentito per radio ( Il ruggito del coniglio ) una versione divertente di Cenerentola
    Era detta CENERANTOLA,perchè costretta dalla matrigna a fare la hard-operator e quindi avvezza a vari porno-rantoli.

    Ciao.E Paco?

    Cristana

  5. Io mi ricordavo solo Brontolo (sara’ forse perche’ ‘c’ho’ un’affinita’?) e Pisolo che e’ il nomignolo (altro nano?) che segretamente avevamo dato ad una tipa che “dormiva”, se capisci cosa intendo.
    Ma cosa ti ha fatto venire in mente ‘sta storia? Perche’ io, pur avendo una bimba di 7 anni, non ci penso mai e non mi cruccio all’idea di non ricordarmi i nomi dei nani… Poi sono sicura che la storia originale era molto piu’ interessante e probabilmente macabra; sembra che tutte le favole siano originariamente molto piu’ ‘crude’. Poi e’ arrivato Disney e ci ha messo su un po’ di musica e colore.
    (tengo a precisare che come famiglia, cerchiamo di evitare l’esposizione ai film di Disney, e i miei figli probabilmente ne sanno ben poco.. anche se qualche film l’hanno visto)

  6. sei sempre simpatico, questo è un problema che non mi ero mai posto.
    ciao
    Clio

  7. dotto, brontolo, pisolo, eolo, gongolo, mammolo, cucciolo…
    sono 7!?!
    prova superata 😀

    (quando penso ai nani della favola mi viene sempre in mente la scena del film full monty in cui sono rubati i nanetti da giardino!)

  8. i tuoi post sn simpaticissimi ^_^
    continua cosi ^_*
    stefy

    http://www.stefania75.ilcannocchiale.it

  9. riemersa: i topi locali, (nonn so sette o più) avevano rosicchiato i cavi nei pozzetti e ridotto metà della via a scambiare segnali di fumo per comunicare!

  10. Una volta ho postato un commento diciamo un po’ impertinente ad un amico…lui mi ha risposto che gli avevo fatto venire in mente il nome dell’ottavo nano: STRANGOLO!…cercavi questo?????….ciao…Carmela

  11. …non ce n’era uno che si chiamava Puzzolo? uahuahah…
    Ma davvero sei alto e slanciato? Allora sei il mio principe azzurro!;-)

  12. Strangolo è proprio carino devo dire. Veramente non me li ricordo nemmeno io tutti i sette nani. Brontolo lo ricordo sempre però perchè mi somiglia molto…

  13. Io ne aggiungerei un altro: Fabiolo… quello più slanciato… Finalmente un nano più alto!!!

  14. Bella questa con alti e slanciati come te…Neanch’io me li ricordavo tutti, ma grazie ai commenti ho fatto un bel ripasso. Tempo fa, Pat aveva riscritto la fiaba di The Cappucett Red, deliziosa.Solo che non la ritrovo più nel suo archivio, fortuna che me la sono salvata sul mio computer.

  15. Diciamo che in passato ho gia’ dato in materia…non mi resta che sorridere alla tua simpatia e a quella di chi ti ha commentato.
    Ciao ciao

  16. Il settimo era Vongolo… o forse Tontolo? O era uno dei Puffi? Beh, come altezza ci siamo lo stesso…

  17. ecco perchè non me ne ricordavo mai uno…..non finisce in olo…è dotto…che come nano sinceramente non è un nome simpatico …con gli amici avevamo iniziato a scrivere l’elenco dei nani ed eravamo arrivati a oltre un centinaio…molti ovvvvvvvvvviamente con doppi sensi…divertente!!! Sai che esiste una specie di “associazione” dedita al furto dei nani dai giardini? non mi viene in mente il nome ma è qualcosa tipo “movimento per la liberazione dei nani” o qualcosa del genere hiiihihiih

  18. indipendentemente dal nome e dal numero dei nanetti, loro hanno pur sempre una caratteristica che quelli alti e slanciati nn hanno, o quantomeno la hanno di dimensioni inferiori…….ecco dove nasce il tuo astio…..

  19. Ci ho provato e mi son scordata di pisolo…. maremma nana!

  20. dimentico sempre gongolo. ma lo sostituisco con brufolo. tanto chi se ne accorge…noi avevamo redatto una lista di nane. per esempio:la nana parrucchiera era “spazzola”, quella cuoca era “pentola”. ed ora, un indovinello solo per te che ci puoi arrivare: come si chiama la nana sarta friulana?
    ps: ma dove ti viene che ce l’ho con te? sono molto impegnata e non riesco a leggere sempre tutti i blog, ma nient’altro


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: