Pubblicato da: fabioletterario | 19/12/2006

Il fumo e il bisogno di affetto

L’altro giorno, durante il ‘ritorno’ di un mio ex alunno monello (davvero non me l’aspettavo, e neppure che rimanesse in classe per un’ora, durante la mia spiegazione!), ho avuto modo di conoscere un certo M., suo amico.

Il ragazzo, lungo e segaligno, ha il viso sveglio di quelli che non hanno mai avuta una possibilità, nella vita. Puzza di fumo, distante un chilometro, e provo per lui una simpatia istintiva, che pare ricambiata, benché non ci siamo mai visti in vita nostra.

Da un paio di battute anche grossolane, alle quali rispondo senza troppe cortesie, capisce che non c’è trippa per gatti. Non ho peli sulla lingua, e quando se ne rende conto, è già entrato in relazione con me, al punto tale che anche lui accetta di parlare delle foglie che stanno cadendo (vedi post di un paio di giorni fa), e condivide in pieno la mia visione tutt’altro che nostalgica.

Gioca, capisce che non sono lì a giudicarlo, e fa altrettanto. Mi parla un po’ di lui, mi racconta che era nella scuola in cui io insegno, la prima volta che ci sono venuto: ha gli occhi marroni, sul viso una sofferenza silenziosa di chi non è stato mai tra quelli che hanno ricevuto attenzioni. Non si ricorda di me, tuttavia partecipa volentieri a quanto propongo. Poi, si espone: non abito più qui; per alcuni problemi comportamentali sono stato dato in affido ad una famiglia diversa e vivo a 50 chilometri.

Concludo la lezione, esco dalla classe, dove continuo a parlare ancora con lui, insieme al mio ex alunno monello. Ad un tratto, M., facendo riferimento al fatto che fuma e che resta un po’ discolo, mi dice: "Prof, forse se avessi avuto lei, oggi non sarei così."


Responses

  1. fabio ho perso il mio telefono. non ho idea di dove sia finito ne di dove possa essere… solo che ieri sera alla cena mi sono addormentato e dalle 23 in poi non ricordo nulla…

  2. “Prof, forse se avessi avuto lei, oggi non sarei così.” Infatti…sarebbe in manicomio!

  3. E’ la frase che ti ha detto l’ultimo tuo alunno, la tua, vero?

  4. I ragazzi si danno un sacco di alibi per giustificarsi di quello che sono, ma è anche vero che c’è sempre un prof. che ti rimane nel cuore. Sei uno di quelli?

  5. Oddio, e come faccio a saperlo io, Dony?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: