Pubblicato da: fabioletterario | 15/12/2006

La lotta dei collezionisti

E’ una vera tortura. Quando collezionisti si incontrano o si scambiano pareri, diventa una lotta con se stessi, per evitare di saltare addosso all’altro , che magari ha un pezzo per il quale hai fatto di tutto, ma che tuttavia non hai mai potuto avere.

A me sta sta succedendo questi giorni. A furia di entrare in contatto gli altri collezionisti mondiali, capiti prima o poi su quel pezzo che nella tua collezione manca. E allora sono dolori.

Si parte con gli sfottò, poi diventa una mania. "A te manca, io ce l’ho!" e via così. Poi, quando te ne torni a casa tua, pare che non vivi più. E’ un pensiero fisso, costante, che non ti lascia andare via. E’ una vera e propria tortura.

Poi, sfinito, quando ti rigiri nel letto, arrivi a fare finta di niente, ben sapendo che non puoi cambiare la situazione, e ti dici, un po’ come la volpe e l’uva: "Era acerba!"


Risposte

  1. che cosa collezioni di bello?

  2. Madonna, Giu…

  3. ??????

  4. Giulia, colleziono la musica Madonna, ho circa 1500 pezzi da tutto il mondo…

  5. sembra di leggere di me 🙂

  6. ok, credevo di aver scritto qualcosa di strano…ehehehe sono un po’ scema in questi giorni …credo di aver bisogno di vacanza…….

  7. Ma va, Rollo?!

  8. perchè hai deciso di chiamarmi giulia?

  9. Pensavo Giu-lia… Ho sbagliato…

  10. oggi ero in macchina in giro per una città nuova, il Tuttocittà sul volante e il naso fuori dal finestrino a leggere i nomi delle strade per trovare quella giusta (conn tanto di pioggia che ci batteva sopra!), quando alla radio hanno trasmesso le note di Like a prayer. Improvvisamente nella mia mente si è aperta la pagina del tuo blog… ho sorriso tra me. Potenza del web.

  11. oggi ero in macchina in giro per una città nuova, il Tuttocittà sul volante e il naso fuori dal finestrino a leggere i nomi delle strade per trovare quella giusta (con tanto di pioggia che ci batteva sopra!), quando alla radio hanno trasmesso le note di Like a prayer. Improvvisamente nella mia mente si è aperta la pagina del tuo blog… ho sorriso tra me. Potenza del web.

  12. scusa, fabiolett, ero stata “imbavagliata” anch’io e, non so come, dopo aver digitato le famigerate letterine, il mio post è comparso due volte!

  13. Aless, sono sempre contento quando vieni e lo sai. E anche quando mi pensi! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Pubblicato da: fabioletterario | 15/12/2006

La lotta dei collezionisti

E’ una vera tortura. Quando collezionisti si incontrano o si scambiano pareri, diventa una lotta con se stessi, per evitare di saltare addosso all’altro , che magari ha un pezzo per il quale hai fatto di tutto, ma che tuttavia non hai mai potuto avere.

A me sta sta succedendo questi giorni. A furia di entrare in contatto gli altri collezionisti mondiali, capiti prima o poi su quel pezzo che nella tua collezione manca. E allora sono dolori.

Si parte con gli sfottò, poi diventa una mania. "A te manca, io ce l’ho!" e via così. Poi, quando te ne torni a casa tua, pare che non vivi più. E’ un pensiero fisso, costante, che non ti lascia andare via. E’ una vera e propria tortura.

Poi, sfinito, quando ti rigiri nel letto, arrivi a fare finta di niente, ben sapendo che non puoi cambiare la situazione, e ti dici, un po’ come la volpe e l’uva: "Era acerba!"


Risposte

  1. che cosa collezioni di bello?

  2. Madonna, Giu…

  3. ??????

  4. Giulia, colleziono la musica Madonna, ho circa 1500 pezzi da tutto il mondo…

  5. sembra di leggere di me 🙂

  6. ok, credevo di aver scritto qualcosa di strano…ehehehe sono un po’ scema in questi giorni …credo di aver bisogno di vacanza…….

  7. Ma va, Rollo?!

  8. perchè hai deciso di chiamarmi giulia?

  9. Pensavo Giu-lia… Ho sbagliato…

  10. oggi ero in macchina in giro per una città nuova, il Tuttocittà sul volante e il naso fuori dal finestrino a leggere i nomi delle strade per trovare quella giusta (conn tanto di pioggia che ci batteva sopra!), quando alla radio hanno trasmesso le note di Like a prayer. Improvvisamente nella mia mente si è aperta la pagina del tuo blog… ho sorriso tra me. Potenza del web.

  11. oggi ero in macchina in giro per una città nuova, il Tuttocittà sul volante e il naso fuori dal finestrino a leggere i nomi delle strade per trovare quella giusta (con tanto di pioggia che ci batteva sopra!), quando alla radio hanno trasmesso le note di Like a prayer. Improvvisamente nella mia mente si è aperta la pagina del tuo blog… ho sorriso tra me. Potenza del web.

  12. scusa, fabiolett, ero stata “imbavagliata” anch’io e, non so come, dopo aver digitato le famigerate letterine, il mio post è comparso due volte!

  13. Aless, sono sempre contento quando vieni e lo sai. E anche quando mi pensi! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: