Pubblicato da: fabioletterario | 20/11/2006

Io, mio papà e il deumidificatore

Mentre scrivo e cerco di correggere i compiti, il deumidificatore è in funzione. E’ una macchina infernale, che non ha rispetto di chi lavora e che non è interessato a fare poco rumore.

Zufola, sibila, ingoia umidità nella sua pancia, e nel frattempo mi pare di stare in mezzo ad una sabbiatrice, che spinge il colore sulle macchine.

Sono qui che lo guardo e mi chiedo se sia il caso di spegnerlo. Il bello è che mio papà sta riposando, e, nonostante il caos infernale della macchina a rotelle che sto per scaraventare giù dalla finestra, lui dorme placido. Non ho idea di come faccia, ma o è un po’ sordo (probabile) o fa finta di niente, come il mio cane.

Lo lascio acceso ancora un po’, giusto per togliere ancora l’umido. Sperando di non fare la fine del canal Gande, nella nota pubblicità: magari asciuga anche i miei liquidi corporei e mi restringo… Ma almeno così perderei qualche chilo. Boh, quasi quasi mi faccio più sotto al deumidificatore… Non si sa mai…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: