Pubblicato da: fabioletterario | 18/10/2006

Peron e Peron

In Argentina, la traslazione delle spoglie dell’ex presidente Juan Peròn è stata salutata da manifestazioni al limite della guerra civile. E da chi? Da due fazioni peroniste, il sindacato degli edili e quello dei camionisti, che hanno deciso di giocarsi a pistolettate il diritto a sedere più vicino al feretro, durante la cerimonia funebre.

Ecco a cosa porta il fanatismo. A spararsi addosso per qualcosa di virtuale, che non ha alcuna attinenza con le reali probelmatiche quotidiane, e che dà l’illusione di essere, per un momento, qualcuno.

Peròn, e con lui Evita, sono figure complesse e doppie, mai totalmente decifrate. Populisti, grandi maneggioni, hanno fatto e hanno anche preso. Santi e bugiardi, truffaldini e padri della patria. Che giudizio storico dare? Nessuno: la storia pare ancora un libro aperto, o quantomeno con pagine da scrivere, specie in questo caso. Più si ricorda Peròn, più si tocca nel vivo il cuore dell’Argentina. Più si parla di Evita, più si sfiora l’eresia.

Peron e Peron. E la storia continua.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: