Pubblicato da: fabioletterario | 06/10/2006

Vorrei camminare sulla luna

Tornando a casa, ho guardato la luna, immensa, gialla, appoggiarsi piano sui tetti delle case, con il suo pallore infinito.

Era bella, morbida, dolce, madre altissima che osserva da lontano.

Ho osservato le sue forme, ho osservato la sua pienezza, e i suoi mari e i suoi monti, e ho cercato di perdermi nei suoi anfratti, e ho cercato di gettarmi nella sua morbidezza.

Vorrei camminare sulla luna.


Responses

  1. Io preferisco stare per terra e godermi la vista, effettivamente questa sera la luna è incantevole

  2. Provo una profonda e, probabilmente, atavica attrazione per la luna…
    Ma anche io preferisco guardarla da qui e continuare a sognare…

  3. Fabio, aiuto!
    Tornavo a casa, e stasera, come tanti, sono stata incantata dalla luna. Mi ha fatto pensare ad un passaggio de “La storia di San Michele” di Axel Munthe. Credo che cominci con “alcuni credono che la luna sia giovane e bella” e ricordo come la descrive “guardare per ore con occhi di giaccio i campi innevati”.
    Credo di aver ricordato, piu’ o meno, come finisce, e ci ho fatto un post.
    Se sai di cosa parlo, e mi vuoi aiutare a recuperare quel passaggio, grazie mille!

  4. Cicala, nel tuo blog non posso lasciare commenti. Mi dice che sono in spam… Boh.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: