Pubblicato da: fabioletterario | 06/10/2006

Dal Sud

Oggi è arrivata la mia nuova collega di Lettere. E’ originaria della Campania, di Bellizzi, per essere precisi e non credo sia più vecchia di me. Anzi, forse è più giovane.

Mi ha fatto grande tenerezza. E’ anche lei precaria, e, per di più, per poter esercitare la sua profesioen ha dovuto lasciare tutto ed accettare un lavoro a 900 chilometri di distanza, in un luogo in cui non ha nessuno, non conosce nessuno, e magari non si trova neppure troppo bene.

Davanti a queste piccole tragedie, dove la frattura è sinonimo di sopravvivenza, io mi tolgo il cappello. Qui ci vuole coraggio. Ci vuole impegno. Ci vuole determinazione. Ci vuole sudore e sacrificio. Ci vuole voglia di lavorare e di superare gli ostacoli, che non sono affatti pochi.

La conosco poco. Abbiamo scambiato solo qualche parola. Eppure, le riconosco tutto ciò, ancora prima di sapere la sua versione dei fatti. Non mi si dica, però, che tutto il Sud non ha voglia di lavorare. Lei è la dimsotrazione pratica che dal Sud arriva gente che vuole fare, e che sa fare. E sono sicuro che lo dimsotrerà.


Responses

  1. io sono lontanta da casa 1560Km…mi madre mi manca alla follia…ma cosa fare? Non di solo pane vive l´uomo diceva qualcuno!!!! Ma io senza “il pane” non riuscirei a sognare una famiglia!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: