Pubblicato da: fabioletterario | 28/09/2006

Lo prometto

Da giorni cerco di evitare la correzione di un malloppo di 80 pagine, che costituisce le prove d’ingresso per gli alunni di prima. Posto che i primi sentori li hai già appena entrato in classe, le prove di ingresso non hanno alcuno scopo valutativo, e già qui non comprendo il perché le si faccia con tanto accanimento.

Quando mi sono deciso a farle, ero cosciente. Oggi, che devo correggerle, un po’ meno. Le guardo, storco il naso, non ho voglia. Scritture minute, alcune sfuggite al mio ordine di scrivere a penna hanno svicolato con la matita, e ora mi ritrovo con questo blocco davanti, e la penna rossa in mano. Prove di grammatica, di comprensione, di descrizione. Insomma, tutto ciò che si poteva fare senza questa schedatura tanto rigida.

Lo prometto: mai più prove di questo genere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: