Pubblicato da: fabioletterario | 12/09/2006

Un colore diverso

Quando stamattina sono arrivato a scuola, molti miei colleghi sapevano della macchina nuova. Tuttavia, ad ognuno avevo raccontato una piccola bugia.

Per capirci, così come avevo già fatto con mia mamma, avevo detto a ciascuno che aveva un colore diverso. Per una mia collega era rosa, per un’altra ciclamino, per un’altra ancora gialla, per un’altra verde, e per un altro collega ancora blu notte. Morale della favola, quando sono arrivato a scuola e tutti ovviamente hanno voluto sbiriare, nessuno mi riconosceva.

Sono stato bravissimo. Talmente bravo, che quando ieri l’ho portata a casa, dopo aver detto a mia mamma che la macchina era color arancio, sotto il portone di casa dove ero parcheggiato solo io, mi guardava da lontano e non mi riconosceva.

Pensavo di fare così anche con le tasse: ad ognuna comunico un indirizzo diverso… Così nessuna mi arriverà a casa da pagare!


Risposte

  1. ehehe…nn ti smentisci mai! ma ormai mi sono abituata!!!!
    ciao fabiè!

  2. Ricordati di evadere almeno per 1.000.000 di € altrimenti ti trovano di sicuro…

    Ciao.
    Tyler


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: