Pubblicato da: fabioletterario | 03/09/2006

Tagliatelle profumate

Non avevo voglia di pranzare, stomaco sottosopra per la famosa fatica dei sogni che sua maestà Rapida ha voluto osannare.

Così, nicchiavo, finché mia mamma ha alzato la voce: "TI HO DETTO CHE E’ PRONTOOOOOOOO!!!!" E io, ovviamente, ho ubbidito.

In tavola, in un piatto fondo dai ghirigori strani, le tagliatelle fumanti mi aspettavano. Non le tagliatelle comprate, quelle nel pacco che sa di chiuso: le tagliatelle fatte a mano dalla mamma, quelle che ogni bravo figlio non può che elogiare. E ho mangiato.

Indolente sì, scemo no!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: