Pubblicato da: fabioletterario | 09/08/2006

Il treno di Madonna

Quello diretto per Roma non è un Eurostar, bensì uno di quei treni per Lourdes dove ognuno cerca ed aspetta il proprio miracolo. Si affolla intorno alle 10,00, quando siamo a Bologna e non c’è più un posto a sedere. Intorno a me tre madonnari, dietro altri madonnari, di lato ancora madonnari, in fondo madonnari.

nella carrozza a fianco Nicoletta Paciaroni: non so chi la conosca, ma è lei e mi fa paura il suo vestito militare, con le labbra a canotto che minacciano di esplodere; ma mi fa anche pena, perchè viaggia sola. Nei corridoi si parla solo di Madonna. Io sto zitto: sono l’unico che ha il posto numerato al concerto, ma lo dico solo alla fine o rischio il linciaggio: tutti andranno sul prato…cosa abbiano visto poi, sul prato, proprio non lo so.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: