Pubblicato da: fabioletterario | 30/07/2006

Né su né giù

Ho dormito male, questa notte. Poco, e senza soluzione di continuità. Nella testa troppo caos, troppo forte la notizia, e troppo bassa la mia capacità di sopportare una cosa del genere.

Ho letto molti commenti, ho ricevuto alcune mail, e ringrazio tutti quelli che in questo momento hanno voluto essermi vicino.

Sarò monotematico, lo so già sin da ora. Parlerò ancora di quanto sento e di ciò che ho in testa, perché non ho in testa altro. E’ come se in questo momento fossi sospeso in ascensore, a metà via, e questo non riuscisse ad andare né su né giù.

Mi sento fermo. E non sento altro che il suono della sua risata e le sue ultime parole: "Non ti preoccupare, ci vediamo presto" dette prima di un controllo medico, dopo il quale non rientrerà più in servizio. Non l’ho più vista e non la rivedrò più.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: