Pubblicato da: fabioletterario | 04/07/2006

Brutte notizie

Una mia collega sta male. Pare, molto male.

Avevo già detto, mesi fa, che non voleva più sentire nessuno, e sta perseguendo questo obiettivo, quasi avesse deciso di prepararsi ad andarsene, senza più legami con il mondo. Lei, che ha alle spalle una famiglia sterminata dallo stesso male, si sta lasciando mangiare da questo, lentamente.

Oggi, dopo l’ennesimo tentativo, ha risposto ad un mio sms. "Ci parleremo più avanti, baci, ciao." Ma io so bene che questo significa che non ci parleremo mai più. Perché anche con gli altri ha fatto così.

Sapere che non vuole combattere, che ha deciso di rinunciare, pur non avendo ancora una diagnosi definitiva, mi lascia a bocca aperta. Non riesco ad accettare la sua decisione. Così come lei non riesce ad accettare la malattia. Ma non la biasimo. Solamente, mi fa male questo essere lasciato fuori…


Responses

  1. Fabio, lei sa che tu ci sei. Se e quando se la sentira’, si fara’ viva. So che e’ difficile capire la sua scelta, io ti posso dire solo che se risuccedesse a me, non so se vorrei combattere. A volte il prezzo che si e’ chiamati a pagare e’ troppo alto, anche se chi vede le cose da furoi non lo immagina. Probabilmente lei ha visto cosa e’ successo a chi le sta attorno, e ha tratto le sue conclusioni. Auguro tanta serenita’ alla tua collega.

  2. Ma è un male incurabile? Cos’ha? Io ho visto mio nonno morire lottando x 8 anni contro tumori e infezioni gravi e tutto questo x amore mio e della mia famiglia e x la sua voglia di vivere… e anche se alla fine non ce l’ha fatta è stato forte fino all’ultimo attimo…

  3. Sì, Elena, è proprio quello.

  4. Il tumore è un male psicologico.
    Non perché te lo immagine ma perché per prima cosa attacca la mente e solo dopo che questa è stata ridotta all’impotenza distrugge il tuo corpo.
    Inoltre si trasmette da persona a persona. Attacca e sfianca anche la psiche di chi ti sta accanto.

  5. hai fatto bene e farle sentire la tua presenza

  6. Ciao Fabio, scusa la franchezza di quello che sto per scriverti ma penso che la situazione la richieda!Basta con questo perbenismo anche nei sentimenti!!Hai mandato un messaggio ad una persona che ha un male del genere???!uno stupido messaggio??!!E questo dovrebbe essere il gesto che potrebbe indurla a farsi sentire??!!bhè, penso che la vicinanza mentale ed emotiva possa spingere anche a fare gesti un pochettino più concreti!Forse la tua amica avrebbe bisogno solo di un abbraccio!O di vedere che per lei una persona è disposta anche a superare un ridicolo rifiuto via sms!!Ti parlo in questo modo perchè, in modo molto meno grave, ho passato anche io dei momenti difficili sul piano fisico e ti posso assicurare che quello che ti uccide lentamente è la solitudine!è la consapevolezza di essere circondato, forse, solo da persone che stanno accanto perchè non può essere diversamente!perchè è lì che devono stare!e non da chi potrebbe stare lì per propria scelta..quelle persone si defilano il più delle volte.Quinidi, se puoi, dimostrale qualcosa!!Anche se fosse solo uno sguardo nel suo sguardo!Varrebbe più di mille parole (da lontano)!
    In bocca al lupo a lei.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: