Pubblicato da: fabioletterario | 02/07/2006

Polvere

Stanotte ho dormito con le finestra aperte. C’era abbastanza caldo ma tutto sommato era tollerabile. Solo che, come sempre, c’è la sorpresa.

Infatti, non so dire con puntualità a che ora esatta della notte, ma ad un certo punto si è levato di nuovo un vento fortissimo. Sembrava un uragano, ma senza acqua. E i moti convettivi hanno causato anche questa volta lo stesso problema di qualche giorno addietro. Cioè, hanno solelvato polvere, foglie e tutto ciò che incontravano per strada, e lo hanno sbattuto anche in camera (casa) mia.

Così, stamattina mi sono svegliato sommerso dalla polvere. Tanto che, ad un certo punto, nel dormiveglia, ho creduto di essere sdraiato sulla sabbia, in riva al mare.

Adesso sto pulendo i rimasuglio di questo caos notturno. Perfino in mezzo ai libri, è finita, questa polvere-sabbia malefica.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: