Pubblicato da: fabioletterario | 27/06/2006

Poste e piste

Non dirò più che le Poste italiane fanno schifo!

Ad aprile, durante le vancaze pasquali, una mia alunna particolarmente affezionata mi aveva inviato una cartolina da Vienna, paese natale della madre, dove si era recata per le vacanze. Purtroppo, seppure spinta da uno spirito di sincerità, aveva confuso il mio indirizzo, ed aveva spedito la cartolina ad un paese che dista da me circa 16 chilometri.

Più volte, nelle settimane successive, aveva chiesto se per caso avessi ricevuto qualcosa, ma niente era spuntato nella buca delle lettere.

Ebbene, oggi, dopo due mesi e mezzo, la cartolina è spuntata! Non solo: non ho idea di come sia successo, ma addirittura hanno recuperato in modo corretto il mio indirizzo e lo hanno modificato sulla stessa. Ma quali piste avranno seguito, per arrivare a me? E soprattutto, chi si è fatto carico di risalire a me? In che modo?

Non è una storia da prima pagina di quotidiano locale, questa? Quasi quasi chiamo la mia ex redazione e la informo… Sicuramente la pubblicherebbero, conoscendoli!

Come dire: tutto è bene, quel che finisce bene…


Responses

  1. be in effetti 2mesi e mezzo sono molti….
    pensa un po tu ai tempi della guerra quanta attesa c’era x una lettera.
    sei fortunato!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: