Pubblicato da: fabioletterario | 26/06/2006

Così non mi sta bene

Vincere al 94° minuto? Con un rigore? Di fronte ad un avversario che, alla vigilia, avevamo liquidato con un giudizio di netta inferiorità?

No, non mi sta bene.

Io sono per la lotta ad armi pari. Sono per un sano agonismo, non per un colpo di fortuna finale. Questo non è nelle mie corde, è più forte di me.

Abbiamo vinto. Ma non si vince così.

Non si vince in modo semplificato. E’ una questione di rispetto dell’avversario e di equità. Così non mi sta bene, proprio no. Avremmo dovuto andare ai supplementari, e, qualora avessimo resistito, allora la vittoria avrebbe dovuto essere nostra.

Ci si può accontentare, tuttavia io no. Andiamo avanti, ok, va bene, ma lo abbiamo davvero meritato sino in fondo?


Responses

  1. beh dai, mettiamolo così: l’Italia ha dato una bella prova di se alle urne 😉

  2. Spippolando blogs e le loro preferenze…
    è importante…?

  3. Io credo che abbiamo avuto più occasioni e che l’espulsione di Materazzi sia stata un po’ severa. Lottare in dieci non è facile e poi il rigore ci poteva anche stare. Comunque complimenti ai nostri forti avversari.

  4. Come sempre Marte taglia la testa al toro… :-))))) Ubik, no, era una curiosità…

  5. io sono arrivata a casa giusto in tempo per vedere il rigore… anche secondo me, così, non c’è gusto…

  6. vittoria immeritata,lippi presuntuoso,difficile andare avanti così,speriamo nel fairplay.

  7. E siamo ormai a tempo scaduto ultima azione dell’Italia dalla fascia sinistra…

    In sala tutti aggrappati alla sedia si segue col cuore in gola gli ultimi secondi: ormai siamo rassegnati ai supplementari.
    “Ma c’è il golden-goal?” fa uno.”No l’hanno tolto” risponde un altro.

    RIGOREEEE! il telecronista riattira la nostra attenzione.
    Siamo ancora nel replay dell’azione; io: “lo tira Totti”.
    Tutti “Noooo!” una seduta vicino a me si mette le mani sugli occhi: “Non ci credo, non voglio vedere, non può essere”.

    Primo piano del pupone nazzionale, l’occhio verde nervoso ti trasmette un elettrico “laif is nau”…e in fondo “Pensa se je fa el cucchiaio”
    Rincorsa, antipodi di Signori, tiro angolato, urlo di gioia.

    “Ma è finita?”, “Sì ora sì!”
    Si spegne la TV e tutto finisce in un lampo Azzurro.

  8. Antonio, ma questo è un post intero! :-))))

  9. Modestamente…
    (Rocco Siffredi)

  10. non è modo di giocare! bisogna stare con le palle a terra e tocchi di prima. squadra corta e milel tiri in porta… ma noi non giocheremo mai così!

  11. Un pò come quando hai l’impressione ke non ci sia più niente da fare, come la provvidenziale quanto inaspettata botta di culo ke si concilia perfettamente con l’abilità di Uno ke con il pallone ci sa davvero fare.
    Un pò come quando stai lì a dire “ti prego, ti prego, ti prego….” e avere la sensazione di essere stati ascoltati davvero.
    Io dico di si, c’é più ke gusto…peccato ke non riusciate a sentirne il sapore.
    Statevi bene

  12. Una gran botta di culo, niente da dire. Ma conosci la legge del contrappasso? Cosa ci fecero subire gli arbitri 4 anni fa? Fu meritata la vittoria della Corea? Ora tocca a noi!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: