Pubblicato da: fabioletterario | 18/06/2006

A lungo termine

Ho parlato al telefono per 45 minuti con la mia collega d’inglese.

Ieri sera ero stato invitato ad uan cena tra colleghi, alla quale non ho potuto partecipare in quanto già impegnato con amici: per questo, mi ha telefonato per dirmi che hanno continuato a parlare di me tutto il tempo…

Ciò mi ha un po’ spaventato, anche se mi ha subito tranquillizzato: parlato in positivo. Lei, tutta d’un pezzo, altoatesina la cui opinione per me conta molto, mi ha fatto un complimento che non mi aspettavo: la tua impostazione ha bisogno di tempi lunghi, e all’inizio non avevamo fiducia in ciò che facevi, ma poi abbiamo dovuto ricrederci.

In effetti è così. Ho bisogno di tempi lunghi. La decostruzione alla quale porto i miei alunni è lenta e progressiva, e necessita di molti mesi di maturazione.

Lei suggerisce il mio passaggio alla scuola superiore: ritiene che io abbia le potenzialità stutturali per questo tipo di impegno. Io, per ora, nicchio: voglio essere sicuro di quello che faccio, prima del grande salto, che comunque intendo fare.

La mia didattica è complessa, lo ammetto. Sono uno che dà risultati a lungo termine. Mi pare che questo si fosse capito… Ma i risultati, come viene riscontrato da più parti, sono qualitativamente ottimali. E forse questo è il mio punto forza…


Risposte

  1. Cosa Ti avevo detto?

    Devi incominciare dalla prima e finire all’ultima.
    Vai alle superiori, ce ne bisogno, non per noi ma per loro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: