Pubblicato da: fabioletterario | 09/06/2006

Un segnale da molto lontano

Aspetto una lettera da un posto lontano.

Non è assolutamente vero, eppure è quello che credo debba accadere da un momento all’altro.

E’ più forte di me, ed è radicata nel mio cervello da questa mattina. Mi sono svegliato con questo chido fisso, e non se ne va in alcun modo. Tra l’altro, non ho idea di chi potrebbe scrivermi: anzi, francamente non conosco nessuno, che abiti tanto lontano da potermi interessare o farmi avere sue notizie, eppure ho questa sensazione: che debba raggiungermi un segnale da molto lontano.

Che segnale? Non ne ho assolutamente idea. Ma quando ho queste sensazioni, è perché il mio inconscio mi spinge in questa direzione, e raramente sbaglio.

Francamente, io ci credo. Magari rimarrò deluso; probabilmente non sarà vero, tuttavia ho questa percezione non spiegabile e irrazionale. Mi arriverà una lettera, un segnale. E io lo attendo.

Sono quelle sensazioni difficili da spiegare e da controllare, su cui si fanno facili ironie o che si sminuiscono senza pensarci su due volte. Tuttavia, esistono, e si manifestano. Viaggiano nel mondo extrasensoriale, frutto di un recupero dei nostri poteri antichi, oppure della forza di suggestione che non siamo in grado di manipolare.

Chi mi scriverà?…


Risposte

  1. secondo me è il pacco che ti devo mandare io…

  2. ogni giorno ricevi notizie da lontano: da noi!

  3. Si ma sto pacco non arriva, Wylly… Paola, forse hai ragione tu…

  4. vivo avendo ragione! 🙂

  5. io aspetto una lettera dal 1995… già: proprio lontano! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: