Pubblicato da: fabioletterario | 01/06/2006

Tutto inutile

Avevo preso la mia direttrice per disperazione, circa la possibilità di attuare una terza replica dello spettacolo che avevo realizzato. L’avevo lavorata ai fianche, tallonata, quasi strattonata quotidianamente affinché acconsentisse, e lei era alla fine ben felice di quanto prospoto, visto il risultato. Ci aveva detto di sì malgrado ci vogliano circa 1200 euro, ma l’avevo spuntata.

Poi, il colpo di grazia. Oggi è arrivata la notizia che quei deficienti di teatranti ci hanno detto di sì troppo tardi, e che la loro disponibilità è arrivata quando ormai non era più possibile procedere con le richieste di stanziamento e finanziamento. Morale della favola: non si farà più niente.

Questo succede quando si dipende dagli altri, principio che io aborro. Io mi ero attivato prontamente e per tempo, avevo premuto l’acceleratore, avevo fatto dire di sì anche agli scettici, a chi non voleva, a chi non poteva; avevo organizzato tutto a puntino. E questi due incompetenti hanno fatto saltare ogni cosa, semplicemente arrivando in ritardo con la loro disponibilità. 

E’ finita così.

E’ stato tutto inutile.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: