Pubblicato da: fabioletterario | 27/04/2006

Una sola risposta

Un ordigno – l’ennesimo – è stato lanciato oggi contro un convoglio italiano di stanza in Iraq. A farne le spese, 3 nostri connazionali che sono rimasti uccisi. Per la precisione due erano carabinieri (Carlo De Trizio e Franco Lattanzio), insieme ad un capitano dell’esercito, Nicola Ciardelli, e un soldato romeno. Altro sangue, dunque, italiano, in terra straniera. Ancora, e ancora, uno stillicidio senza fine.

A tutto questo, sia aggiunga che è grave un altro carabiniere.

Prodi ha ribadito oggi la sua linea: "La nostra posizione non cambia, ritiro dei militari entro fine 2006". Gli Usa, dal canto loro, non si sono fatti attendere: "L’Italia continui ad aiutare il popolo iracheno".

C’è una risposta, a tutto questo? Per il momento, una sola: le tre salme giungeranno a Roma sabato pomeriggio.


Responses

  1. Onore all’Arma dei Carabinieri.

  2. Via dall’IRAQ subito. Quanti altri morti dovremo lasciare sul terreno per capirlo?

  3. Anche io, Roberto, la penso come te. Adesso vediamo cosa farà il nuovo governo. Speriamo bene.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: