Pubblicato da: fabioletterario | 16/04/2006

L’idea del dolore

E’ l’idea del dolore, che rifiuto.

Quando poi sto male, non penso a nulla.

Ma l’idea di poter stare male, o di dover stare male, mi butta giù più che mai. Se so che qualcosa andrà male, voglio mettermi il cuore in pace per tempo. Non ce la faccio a farmi travolgere dagli eventi. Ho bisogno di una pianificazione.

Per fortuna, durante la gita sapevamo quello che ci sarebbe aspettato. Per questo motivo, forse, è sembrato tutto meno drammatico. Perché avevamo i medici ad anticipare le mosse e ad avvisarci in tempo per sapere come muoverci.


Responses

  1. Ciao Fabio, è una gioia incredibile ricominciare a leggerti… colgo l’occasione anche per augurarti una serenissima e dolcissima pasqua auguri… e rileggerti proprio oggi è stato un gran bel regalo

  2. Francesco, un bacione eun augurio anche a te! E mi raccomando; tu avevi preso un impegno prima di partire eh? Aspetto anche news sulla Spagna.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: