Pubblicato da: fabioletterario | 16/04/2006

I primi segnali

Appena partiti, il clima è umido anche in corriera. Mi accorgo che qualcosa non va: chi di solito è vispo e frizzante, in quel momento è taciturno e sereno, chi invece di solito è tranquillo, si presenta particolarmente vivace. Sembrano inquieti, come gli animali che percepiscono la presenza di un predatore.

Da Pordenone a Mestre ci impieghiamo 2 ore, anziché 1, come avviene canonicamente. Incontriamo un incidente ad una ventina di chilometri dal casello autostradale, e questo ci porta ad accumulare 40 minuti di ritardo, che assorbiremo solo ad un primo prezzo: una sola sosta anziché le due concordate. Ma non possiamo fare altrimenti. Il secondo prezzo da pagare sarà abbreviare la visita a quel gioiellino che è San Gimignano.

Per strada, prima di arrivare, altri rallentamenti e ancora incidenti. Uno, addirittura, molto grave: vediamo del sangue e 2 ambulanze che sfrecciano accanto a noi. Sembra che l’autostrada sia disseminata di segnali che ci sconsigliano di portare avanti questo viaggio. Tra noi colleghi ne parliamo, ci ridiamo sopra ma un po’ ci crediamo.

Ci scrolliamo di dosso queste angoscie solo nella tarda mattinata. Al microfono, cerco di catturare l’attenzione dei ragazzi, parlando delle caratteristiche della Toscana e legando insieme lingua, storia della lingua, arte, dante, geografia medievale e modernità. Il connubio miscellaneo sembra dare buoni frutti: i ragazzi ascoltano, sono interessati. Non so come mai.

"Hai la capacità di tranquillizarli, e al tempo stesso dai loro indicazioni culturali. E’ positivo. Non sapevo che avessi questa dote", mi dice Caterina, la mia collega di Inglese. E detto da lei, è un gran complimento.


Responses

  1. Non catturava la nostra attenzione, era solo perchè eravamo stanchi di tutto quel tragitto!!!!!…no dai….sto scherzando!Più o meno…

  2. Bene. Allora voglio una bella relazione su TUTTA la gita. Per domattina, ovviamente!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: