Pubblicato da: fabioletterario | 30/03/2006

La via vecchia per la nuova

Tornando a casa, poco fa, ho deciso di prendere una strada leggermente secondaria, per risparmiare un po’ di tempo. Ho sostanzialmente lasciato il centro e mi sono spostato verso la periferia, non estrema, ma comunque tale. Imbocco il viale, tutto ok, poi arrivo ad una curva a sinistra e sono costretto a dovermi fermare. Strano: non ho mai avuto disavventure simili. Ci sono cinque macchine ferme davanti a me, e davanti a queste, un camion che sta scaricando sassi: per questo motivo, il traffico è bloccato.

Gli scaricatori non hanno alcuna fretta. Se la prendono comoda. Fanno cenni di contetezza (a che scopo, poi, non l’ho capito) a quanti sono in macchina, tutta gente che ha pensato come me di evitare il traffico centrale, e la fila in breve si forma. Uno dopo l’altro, si incolonnano per lo meno una ventina di macchine, mentre quelli se la prendono comoda. Scaricano una piccola parte, poi il camion abbassa l’elevatore e si sposta in senso di marcia. Crediamo che sia arrivato finalmente il momento di riprendere la strada, e tiriamo un sospiro di sollievo. Chi aveva spento il motore lo riavvia, i primi cominciano a fare qualche passo. Invece, è solamente una finta: due metri più il là, il camion solleva nuovamente l’elevatore e altri sassi crollano sul ciglio stradale.

Insomma, anziché abbreviare la via, alla fine sono arrivato a casa con 20 minuti di ritardo. E’ proprio vero il detto:

"Chi lascia la via vecchia per quella nuova, sa quello che lascia ma non sa quello che trova…!"


Responses

  1. Già… ma la sodisfazione degli scaricatori come la vogliamo definire? Cinismo? Frustrazione? Sadismo?
    W l’Italia!

  2. W!

  3. NO.
    hai vissuto 20 minuti diversamente.
    cercale sempre le strade nuove, alla fine non potrai farne a meno.

  4. Cambiando le parole di una Canzone di Paolo Conte:

    Ho preso la strada nuova, ma nella vita nessuno fa:
    “Guarda, guarda che strada nuova sotto le scarpe di quello la’”

    🙂

    P.S.
    Ma di questi tempi…con questo -2 incombente…forse ci vuoi lanciare un messaggio subliminale?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: