Pubblicato da: fabioletterario | 23/03/2006

Erba

Esco da scuola, finalmente mezza mattina si salva, dopo i disastri di oggi in prima e in terza.

Durante il tragitto, camion ingombranti, mezzi pesanti, cingolati. Insomma, ci impiego il doppio del tempo canonico, per liberarmi di giacca e valigetta.

Scendo dalla macchina, parcheggio nello spazio davanti a casa mia, tra uan pozzanghera fangosa e l’altra, e cerco la piastrella di erba intatta e imamcolata. Nel momento in cui la calpesto, un infinito profumo di erba mi raggiunge.

Peccato non sappia descriverlo… 


Responses

  1. devo essere malata….pensavo che avresti chiuso il racconto dicendo di avere pestato qualcosa!!!:-D

  2. Sei una malfidente!

  3. descrivere il profumo dell’erba…un fumo dolciastro può andar bene?

    😛

  4. Sì… Ma non è completo…

  5. Perche dice disastri?!
    Oh…ok….ripensandoci ho capito che si riferiva alle interrogazioni…

    Però deve ammettere che oggi non ho sbagliato a dire: “leggi Raziali” sono stata brava no?!;-)))


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: