Pubblicato da: fabioletterario | 16/03/2006

Grafia

Certe volte credo davvero che, a furia di scrivere a computer, sulla tastiera, sto perdendo l’uso della scrittura a mano. E’ sicuramente un fatto grave, dal mio punto di vista, ma mi accorgo che è così.

Per lo meno da un paio di anni a questa parte, non sono in grado di scrivere in modo continuato per più di un’ora, e comincio a sentire dolori e a scrivere da cani. Sono sicuro che ciò sia determinato dall’utilizzo costante del pc; assolutamente.

Che fare? Non è che non sono in grado di scrivere. Sono abituato a prendere appunti, ma un conto è prendere appunti, un altro scrivere, produrre per buone mezzore filate: è tutta un’altra cosa. Lì sento dei problemi. Sento e vedo, perché la calligrafia peggiore in modo progressivo, sino a diventare scarabocchio.

Così non va affatto bene. Non mi può stare bene. La scrittura è innanzitutto quella manuale, a mio avviso. Poi, tutte le tecnologie, tutti gli strumenti, i mezzi per scrivere sono ammissibili, giustificabili, utilizzabili. Tutti, senza eccezione alcuna. Ma la grafia a mano deve rimanere viva. La scrittura, il piacere di vergare una linea, di torcerla, di legarla in lettere e quindi in parole. Questo non può venire meno. Io voglio che rimanga vivo. Per lo meno nel mio caso.

E pensare che un tempo scrivevo fiumi di inchiostro, e quasi non me ne accorgevo…

Insomma, forse era proprio vero il detto “Si stava meglio quando si stava peggio”…


Responses

  1. lo pensavo anche io l’altro giorno quando ho trovato sul tavolo un foglio e ho pensato, “ma che c’è scritto? ma chi è sto cane?”. erano miei appunti di 1 riunione 😀

    e io che scrivevo così bene…

  2. Un mio prof all’università era conosciuto per la massima:
    “Resta da capire se si scrive male a penna perché si usa il computer o se chi scrive male si rassegna ad usare il computer…”

  3. concordo si stava meglio quando si stava peggio…e non ci sono più le mezze stagioni…!

  4. Anche io sono d’accordo che te che la vera scrittura è quella a mano, è più suggestiva…c’è più tormento e poesia nel progressivo svolgersi di un pensiero su un foglio che prima era bianco. Ma il computer ci imprigrisce tutti…

  5. Però ha ragione…io le direi si, di continuare a scrivere al compiuter, ma anche di continuare cosatantemente a scrivere con la buon vecchia mano per non perdere il dono.
    E’ come per i sms…al posto di scrivere una bella lettera come hai suoi tempi….l’sms ha ormai distrutto il vecchio modo di fare….tecnologia teconologia!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: