Pubblicato da: fabioletterario | 16/03/2006

Arriverderci

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato alla costruzione e alla realizzazione di questo blog.

Da questo momento in poi mi riprendo la mia vita e ritorno da dove sono venuto.

Un impegno come questo, credo, ha senso fintanto che dà soddisfazioni.

Io ne ho avute parecchie e penso di averne anche date, almeno spero.

Ma c’è un momento in cui bisogna sapersi tirare indietro.

Buona continuazione a quelli che restano.

Io mi sono divertito.

Molto.


Responses

  1. ma che fai? Chiudi?

  2. ….allora…ciao….

  3. Ah ok … ciao!
    Fabio … ma che stai dicendo????

  4. Erynwen, sto dicendo la verità. Con rammarico, con tristezza, con le lacrime, ma è la verità. E non sai quanto mi costi.

  5. COSA CAVOLO STA DICENDO???
    SE CHIUDE IL BLOG GIURO CHE NON LE PARLERO’ PIU’….

  6. non capisco…

  7. e no dai. non ti arrendere così. se è un momento che non ti va, non te la senti, non devi mica postare per forza! prenditi un po’ di tempo ma torna, su su. dai, che aspetto segnalazioni su lady ciccone!

  8. ho già visto questa scena più di una volta, da parte di altri… io non credo che chiuderai… vuoi solo farti pregare un po’ … in realtà sei troppo egocentrico per perdere l’attenzione del tuo pubblico, dai ammettilo! Al prossimo post!

  9. Fabio ma stai scherzando vero?? Ma come puoi chiudere questo blog?? Se per ora non hai voglia fermati per qualche giorno ma ti prego non abbandonare mai questo blog.. rivoluzioneresti in parte la mia vita: io la mattina prima di andare a scuola controllo l’email, faccio una veloce rassegna stampa e poi corro con enorme piacere a dare un’occhiata sul tuo blog dai fabio non puoi chiudere… sei un pò il simbolo dei blog di kataweb se te ne vai te a chi lasciamo il primo posto.. fabio non farlo

  10. Il blog è libertà. Spero tu non chiuda, ma non credo sia logico chiederti di ripensarci. Non è un obbligo, non è un lavoro, non è neanche un gioco. E’ un blog, e può vivere e morire senza un motivo.
    Domani controllerò se ci sei ancora. Comunque mi mancherai.

  11. Direi che la cosa migliore è non sentirsi per forza schiavi del blog… aggiornalo quando e se ti va….
    non c’è bisogno di una decisione definitiva….
    e poi perchè?
    Che succede?
    V.

  12. … perchè vuoi andare via? … sei la prima persona che mi ha postato … è difficile fare a meno di te … rilassati … gioca … il segreto è non giocare il gioco degli altri … io seguo il filo dei miei desideri … gioco come più mi fa piacere … rimani, per favore … sei un ”amico”, un riferimento per molti … una persona che è bello scoprire giorno dopo giorno …

  13. Voi tutti siete stati un riferimento per me. Davvero. Pochi hanno forse capito il perché di questa chiusura. Vlad l’ha intuito, forse, e, credetemi, sono ore che vorrei riprendere a raccontare. Della mia giornata, di cosa sento, di come sto. Ma non faccio giochetti. Non è uno scherzo. Guardo il mio blog mentre scivola via, sull’acqua, come una piuma sommersa dalle onde. Mi eclisso poco alla volta, nella speranza che non mi dimentichiate troppo presto… Fabio.

  14. Credo che mancherai a tutti… Però sono convinto che non sia una decisione netta, sono convinto che sia sempre possibile, un giorno o l’altro, ritrovarti qui…

  15. Se era diventato una specie di dipendenza il fatto di dover postare sempre per stare all’interno del meccanismo, se scrivere e pensare a cosa scrivere sul blog occupava nei tuoi pensieri troppo tempo per poter essere ancora solo un divertimento allora fai bene chiudere….Mi dispiace e mi mancherai, anche se ci la nostra blog-conoscenza era recente…
    Mi piace pensare che forse quando ti sentirai liberato dall’assillo del post tornerai…
    Arrivederci

  16. io la penso come Francesca… ultimamente mi sembravi schiavo del meccanismo…mancava la spontaneità di scrivere quando uno ne ha voglia, senza l’assillo del contatore e della classifica… te lo avevo già scritto più di una volta, ma tu hai frainteso
    e ti 6 incazzato… secondo me ritornerai… noi saremo qui, un abbraccio.

  17. Una volta un amico mi ha mandato un messaggio email dicendo che alcune cose che leggeva nel mio blog erano inferiori alle attese in termini di qualità. Ho risposto che lo sapevo e ho spiegato le mie ragioni per scrivere nel blog. Lui ha capito, io sono andata avanti con la serena consapevolezza che tutto è segno di libertà. E’ libertà scrivere e anche non scrivere. Ciò che importa è che il blog non sia un obbligo che noi stessi ci imponiamo: finché fa bene è ottimo, poi che dorma pure per un tempo indefinito. Come tutte le cose della vita…

  18. sono supercontrario alla chiusura del blog!

  19. Sono perfettamente d’accordo con Maria Giovanna. Sui blog si scrive spesso d’impulso, la qualità delle cose che si scrivono non può essere costante perchè segue gli eventi del momento. E la libertà è anche quella di chiudere quando si vuole anzi questo da maggiore dignità a ciò che è stato scritto fin qui.

  20. Daccordo che il blog costa sacrificio, specialmente nella posizione dove sei riuscito a portarlo! Ma non potresti scrivere un pensierino al giorno segna tanto impegno? Noi verremmo a trovarti comunque!

  21. Grazie per tutti i vostri commenti. Alcuni dei quali condivido, altri invece proprio no. Il mio blog aveva un obiettivo: quello di aggregare. Nel momento in cui non può più assolvere a questo, allora non ha più senso continuare. Inoltre, non è possibile dover competere perottenere visibilità: i blog notizie proliferano semplicemente facendo taglia e incolla da testate giornalistiche, così come quelli pornografici. E ciò toglie visibilità ai blog veri, come ho scritto ieri sera a Kataweb (alcuna risposta). Solo che a quelli pornografici venne dato anche da questa piattaforma visibilità: ricordate gli spazi di apertura, a quelle che si spogliavano? Per quanti giorni rimase aperta quella finestra? Qui non si valorizza l’impegno; ci si riduce a dover competere con chi posta di più. Io mi sono stufato di tutto questo. Kataweb è stato zitto di fronte a numerose mie mail, e anche a quelli di altri che so hanno inviato proteste e reclami. Ognuno è libero di fare ciò che vuole. Ma se non ci sono regole, allora io non gioco più.

  22. per tutta risposta Kataweb (casualmente) ha tolto la lista dei blog… spero si tratti solo di una coincidenza, perchè sarebbe veramente triste, così sì l’aggregazione sparirebbe del tutto.

  23. Caro Fabio,
    desidero scriverti una lettera come si usava una volta, non un post quindi prendila come tale. Tanto tempo fa anche io raggiunsi un grado di disinteresse totale per il Blog in quanto sentivo che mi mancavano delle cose fondamentali che avevo immaginato. Anche io ho scritto a Kataweb per sapere o almeno farmi spiegare quale era la filosofia che privilegiava e continua a privilegiare argomenti insulsi, blog porno ecc. Naturalmente anche io non ho avuto nessuna risposta, MAI!
    Eppure pensavo, nella mia grande innocenza interiore, che i bloggers di qualità fossero messi in evidenza davanti alla spazzatura che troviamo addirittura tra i “Blog aggiornati” o tra “I blog più attivi” e parlo di pubblicità di medicine varie tese a curare l’impotenza… appuntamenti con ragazze varie… spogliarelli più o meno verosimili e chi più ne ha più ne metta.
    A suo tempo ripresi dopo qualche tempo ad aggiornare il mio blog e ti devo dire che sono contento, NON ME NE FREGA UN C…O di TOP OF THE BLOG ecc., son ocontento perchè la qualità piano piano si cerca e si trova da sola. Io ho il privilegio di avere trovato Te, Erynwen, Scrivoxlegittimadifesa, maria Giovanna, Orso, Pollon, Bambinaombra, Betty, TitoOrangeDog, Stampasulmuro, I Care, Pliush e mi scuso se sto dimenicando qualcuno. Ma lo vedi quanti siamo, ma lo sai che in fondo ci vogliamo bene e quindi vogliamo bene anche a te? Caro Fabioletterario? Sei libero di fare quello che vuoi ma sappi che ognuno di noi è un pezzetto dell’altro e se tu te ne dovessi andare o io me ne dovessi andare o latri bloggers se ne dovessero andare, mancherebbe qualcosa nell’insieme e quindi il meccanismo sarebbe alterato.
    Ciao con affetto 🙂

    Il cantastorie errante

    PS: Ma proprio ora che ti volevo mandare un pupo di “Pasta reale di mandorle” te ne vai? Ti conviene?

  24. … Fabio … batti un colpo … per favore …

  25. E il fatto che siamo qui tutti a scrivere da te vorrà pur dire qualcosa!
    Una cosa che mi sento di dire è però che, pur condividendo il fastidio per alcuni blog spazzatura, nei quali magari ci metto pure il mio, ricordiamoci che siamo “ospiti” e che Kataweb ci offre gratuitamente questa opportunità e che forse noi non siamo autorizzati a dettare le regole del gioco. Se continuiamo a rompere i cosiddetti va a finire che questo spazio ce lo tolgono del tutto, oltre che non aggiornare più nulla come stanno facendo. E credo che nessuno di noi voglia questo. Accontentiamoci.

  26. No Dydo: noi siamo più che autorizzati a chiedere regole. Regole CHIARE. Ti ricordo che più gente portiamo sui nostri blog, più gente vede la pubblicità, più gente vede la pubblicità, più gente compra. E’ una questione di soldi. Credi che sia filantropia, Kataweb? Mi spiace, non è così. Mi è stato proposto di aprire un post a tutti, proprio da Kataweb: io non ho ancora deciso se ne vale la pena. Sono troppo scorato e amareggiato. Mi mancate tutti, questo sia chiaro. Ma o Kataweb regola in modo puntuale, oppure non mi sta bene. Perché furono chiusi in tronco Blogtown, Blogmotori eccetera? Francesco ha detto che non l’ha mai saputo. Oggi invece chi si fregia di una falce e martello può invece togliere visibilità a noi? No, non mi sta bene. Facciano due categorie: una per i blog aggregatori e una per i blog veri. Dove blog significa diario virtuale, piano comune, non FORUM e neppure TAGLIA E INCOLLA. E spenda finestre su di noi, non su quelle che si spogliano. Valiamo meno di loro, noi? Non credo proprio: piangiamo, ridiamo, ci deprimamo, nei nostri blog. Abbiamo un cuore, sentimenti, abbiamo parole, aggettivi, emozioni che condividiamo. In questo modo c’è la possibilità di scegliere in modo chiaro e puntuale.

  27. Se veramente credesse nel suo blog farebbe qualunque cosa per non chiuderlo…qualunque…
    è un punto di riferimento, non un gioco, è un blog aperto a tutto e a tutti per dividere tutto, non un gioco…
    se è abituato ad arrivare primo bene, se DEVE per forza arrivare primo allora ha sbagliato…lo so che ci tiene a questo blog, e ci teniamo tutti “veramente”, per questo non può chiudere così come niente!!!
    mesi di pianti, mesi di gioie, mesi di dolore….o semplicenìmente mesi di post che sono molto di più di quello che crede…per noi.

  28. Le due categorie potrebbero andar bene. Gente comune e “gli altri”. Blog-diari di varia umanità e blog commerciali e pubblicitari.
    Però impuntarsi fino ad un certo punto… io sono qui da luglio, ho incontrato poche persone, ma eccezionali, ho risolto non pochi casini della mia vita grazie al sostegno ed alle parole amiche di tante persone, alcune delle quali non sono più tornate, altre sono rimaste. In qualche modo le cose hanno sempre funzionato bene, io non sarei così drastica. E poi non credo che sia questo l’unico motivo della tua decisione, che rispetto comunque. L’hanno già detto in molti. I blog non sono lavori forzati, nè tantomeno il perno della nostra vita… aiutano, ci fanno stare con gli altri senza uscir di casa, sono terapeutici talvolta, ma non devono diventare unica ragion di vita, per carità!
    Spero smusserai alcuni angoli delle tue vedute, non farne una questione di principio, ce ne sono molte altre nella vita, di ben peggiori e a volte bisogna arrendersi, anche se non piace. Su, via, chi mi tiene informata sulle ultime cazzate della Ciccone?
    KATAWEB fa’ qualcosa per accontentare quest’uomo!!!

  29. alle volte il silenzio è più assordante di mille manifestazioni.

    se questa è la tua lotta. la condivido appieno.

    non ne capisco molto i perchè……ma sento la passione che c’è sotto quello che dici e quello che fai.

    tanto di cappello. davvero….passerò lo stesso qui. ogni volta che potrò. ma son certo che non ti interessa questo. non è detto che chi non lascia un segno non apprezzi o non sappia capire certe differenze

  30. Ho proposto a Fabioletterario di pubblicare il nostro carteggio (non è vero che non rispondiamo) dove lui esponeva le sue lamentele e io davo, a nome dei blog di kataweb, una risposta. Nella sua email di risposta lui continua ad accusarci, io proponevo uno scambio trasparente… ma pazienza

  31. Credo che un vero segno di protesta, a questo punto, sarebbe cancellare blog e account…

  32. ho scritto a Lupina, io rivoglio la lista dei blog aggiornata!!!!!!!

  33. SAI QUALE è IL DRAMMA? è CHE SEI INSEGNANTE……POVERI ALUNNI

  34. Ho scritto a Kataweb, Lupina mi ha risposto, gentilissima, due volte e la ringrazio. Fabio, davvero, credo proprio che tu debba imparare (anche se insegni, per una volta fallo tu!) a smussare gli angoli! Esistono anche i compromessi nella vita! Pensaci. Dydo-maestrina-dalla-penna-rossa

  35. ohhh finalmente una buona notizia!!!

    ;P scherzo…allora che faccio ti tolgo dalla blogfamiglia??? aspetto conferma!

  36. Prof..non si comporti da italiano…! Se stiamo a vedere tutte le cose che ci ostacolano la vita, e tutte le persone che lo fanno..beh…come faremo a vivere??? Secondo me non bisogna mai cedere, come non bisogna mai rattristarsi davanti ad un ostacolo!!! La smetta di accarezzare il piccolo Rasty, si tiri su e inizi a scrivere un altro commento, che ne abbiamo piene le scatole di leggere sempre lo stesso post!!!!!! Non si demoralizzi, lo faccia per tutti quelli che “abitano” in questo blog, che lo amano: ma soprattutto per noi alunni, che sacrifichiamo ore preziose di studio per venirla a trovare ! 🙂

    Baciuppa,
    L’indiana!

  37. Da quello che mi hanno raccontato Indiana e Criki, loro ci tengono molto a questo blog…secondo me hanno ragione!
    Anche se non ho mai scritto qui ultimamente sono venuto a visitarlo per saziare la mia curiosità e capire come era veramente questo altro mondo.
    Cerchi di continuare a scrivere così, almeno qualche pomeriggio, stacco dallo incessante studio pomeridiamo e vengo pure io qui…..

    Leo”ne”

  38. Dydo, e tu devi imparare un pochino a esprimere meno giudizi sugli altri e ad esser anche più coerente, visto che non sai appieno come stanno le cose. Posso anche smussarmi, se e quando lo decido io. Ma sulle questioni di puntiglio invece no: io sono corretto e come tale preferisco togliermi di mezzo se devo competere con armi impari. Ma non eri proprio tu a puntare il dito contro i blog aggregatori? Non sei tu che hai chiesto per tutto il giorno il ritorno della lista degli ultimi blog aggiornati? E poi dici a me che “chi mi ama mi cerca”? Strano… Eh? Quanto all’amico Frescone, o come diavolo si chiami, io non ho idea di chi sia tu, e neppure di come ti permetta di esprimere giudizi su di me, visto che con me non hai condiviso neppure un caffè. Per quanto riguarda la Lupini, diciamo intanto che ho mandato parecchie email anche in passato, specie in relazione ai costanti, continui blog porno, che hanno avuto 2 risposte in tutto: ma diciamo anche, a questo punto, quante volte ha risposto all’amico Cantastorie, a Marckuck: tutta gente che ha scritto al portale – lo so per certo – e non ha mai ricevuto risposta. Io accuso? Le “accuse” sono quelle che hanno evidenziato tutti: io li chiamo sfoghi. In quanto al fatto di non essere collaborativo: Kataweb invece lo è? Che cosa mi avrebbe proposto di alternativo? NULLA. Se non quello di chiedere agli utenti “cosa pensino”: questa è stata la grande proposta: c’è un qualche contenuto costruttivo, al di là della questione? Non mi pare affatto. Non c’è possibilità di mediazione. Perché non ci sono proposte. Ci sono solo io che mi “ribello”, questo è quanto. Le mie proposte le ho fatte: due categorie separate. E’ così impensabile? Evidentemente è chiedere troppo. Per concludere, ho chiesto per TUTTI uno spazio come quello che era stato dato ai blog porno, ricordate? Una bella finestra in prima pagina per guardare dentro i nostri diari, come accadde per giorni nel caso di quelle panzane, che tuttavia ebbero rilievo proprio dal portale: oppure noi valiamo meno di loro? Ho chiesto spazio per TUTTI, visibilità per TUTTI, e non solo per me, come viene detto. Questo DEVE essere sottolineato.

  39. Scusami sai ma io credo nella diversità e, soprattutto nella varietà, esistono i film di Vanzina e quelli di Kurosawa, la corazzata Potionkin e Pierino, a ciascuno il suo, se tu non ti diverti più o non ti senti più stimolato è un conto ma se abbandoni per i blog spazzatura perdonami ma lo trovo assurdo, insomma ma tu ti paragoni a quelli? Le tue emozioni e le tue passioni sono sullo stesso piano di quelli?? Prof. hai davvero poca stima di te stesso, vai avanti a testa alta chi ti condovide e ama quello che scrivi ti seguirà comunque, ma che modo di protestare è questo? L’astenersi è, comunque, secondo me un modo sbagliato di reagire!!!

  40. Dal suo ultimo commento ci sembrava un pò seccato…lo sappiamo che sono una seccatura, quelle cose, ma le chiedamo in ginocchio di continuare a scrivere in questo blog virtuale, dove abbiamo conosciuto molte persone, e dove ci siamo divertite tutti -o quasi- i pomeriggi!E sopratutto dove abbiamo solidificato i rapporti con lei….la preghiamo veramente di attendere in linea, un operatore disponibile si contatterà dopo il segnale acustico……BIPPPPPPPP!!! No dai, era solo per tirarle su il morale!!!! Ma ora seriamente la preghiamo di continuare a regalare sorrisi ai suoi lettori, affinchè siano felici e lo sia anche lei…SU CON IL MR. MORALE….
    Vogliamo un altro post!Vogliamo un altro post!
    Vogliamo un altro post!
    Vogliamo un altro post!

    Grrrrrrr
    Criki e Indiana

  41. Scusa, io capito ogni tanto e non mi sento in ditritto di esprimre giudizi o di dare consigli… ma chiudere perché “non sei più il primo, ma il secondo” mi sembra veramente una cosa assurda, fuori dal mondo: ma prima di cosa? e competere con chi? Ma che te ne importa! Io scrivo per me, come se non mi leggesse nessuno… credo che anche tu dovresti fare così, senza curarti di altro: se rinunci a una cosa che ti piace fare… beh hanno vinto “loro”, e la tua, più che una protesta, è una sconfitta… se poi ci sono altri motivi non so, e non voglio entrare nel merito.
    Fai ciò che ti piace fare… Punto e basta. Perché farti condizionare. Mah! Non c’è altro da aggiungere.
    Ciao.
    Barbara

  42. e ora chi commenta i miei quadri?

  43. ohhh ma che toni!!! non mi hai risposto….

  44. Non so quante mail siano state necessarie prima che kataweb intervenisse sui blog-porno, sui blog-farmacia,sui blog-accompagnatrici … ma di certo so che sono intervenuti troppo tardi.Perchè per giorni ( e ce ne siamo accorti tutti) , che sono diventati settimane, erano sempre tra i recentemente aggiornati, per arrivare anche a risultare tra i più attivi. Ciò significa che per molto tempo kataweb non ha controllato la blogsfera!
    Io non sono molto assidua nell’aggiornare il mio blog, scrivo in media un post al giorno, ma vi assicuro che quando c’è stata l’invasione dei blog pornografici, tentennavo sempre prima di pubblicare un aggiornamento, perchè provavo un certo fastidio a vedere comparire il mio nome tra quelli.
    Il problema è proprio questo: perchè un blogger serio deve sgomitare per avere un pò di visibilità?
    Perchè deve ritrovarsi a dover pubblicare brevi post insignificanti per non vedersi sorpassato da chi si limita a fare un copia-incolla di notizie?
    Il punto non è essere al primo, al secondo, o al terzo posto.
    Il problema è la creatività.
    Se doveste fare un elenco dei libri più venduti della settimana, mettereste i romanzi insieme ai manuali di giardinaggio?
    I blog-diario sono i romanzi, i blog-contenitori sono come i manuali … distinguiamo la creatività dall’utilità.
    Alla fine sono i visitatori che scelgono cosa leggere ma dare il giusto spazio a tutti sarebbe meglio. E con giusto intendo lo spazio che compete.

  45. Allora visto che il discorso si fa insistente mi precipito anche io a dire due cosine sulla questione: primo, che il mio blog sia in mezzo a quelli porno non me ne frega niente, scrivo prima per me poi per gli altri. Secondo, odio le diatribe via web. Mi sembrano insignificanti e inutili. Noi rifuggiamo spesso la realtà o la quotidianeità scrivendo un blog che le liti, le discussioni violente o diciamo le contestazioni futili proprio non le digerisco nell’unico spazio di serenità che ho, dove i pensieri sono liberi. In questo spazio virtuale non le concepisco. Mi domando ma perchè anche qui si devono fare ste discussioni? perchè non siamo democratici e lasciamo che tutti anche i blog porno possano esistere? Basta siete antidiluviani! visaluto

  46. Se a te non te ne frega, cara precaria, beh a molti di noi invece sì. E tu non sei NESSUNO per dire a noi che siamo antidiluviani. Intesi? Quindi modera i tuoi giudizi su quelli che sono amici miei: io su di te non ho mai espreso giudizi, anzi ti ho sempre appoggiata: o sbaglio? Oppure dovevo dire che sei patetica? Perché ormai si va avanti a suon di offese, no!? E poi dici agli altri che è il caso di moderare i tuoni! Grazi dell’appoggio e della considerazione.

  47. Fabio..Tranquillo. ANche a me danno fastidio blog-porno e blgo-farmacia.
    Penso che sia un modo per vendere e farsi pubblicità approfittando di una visibilità che la piattaforma blog di kataweb ha grazie sopratutto a noi perdiamo tempo e fantasia per tenere BLOG “veri”.
    Non so se il tuo modo di protestare è giusto ma approvo appieno il motivo.

  48. grande…e’ al top..che si lascia..non quando inizia la discesa…auguri..

  49. intanto però stai ancora qui, se lasci il blog va cancellato noo??

  50. Ciao Fabio…stamattina apro il blog per salutare te e gli altri..chiudi…mi è venuto un coccolone..io è da poco che bloggo..ma mi piace trovarvi la mattina quando arrivo al lavoro..è come avere amici vicini ovunque!a casa in ufficio…tu chiudi…ultimamente eri triste anche per altre cose..non so se sia solo per Kataweb che chiudi..non prendertela con Dydo e Precaria, stavano dicendo la loro opinione..non dico che non ti devi arrabbiare ma anche ascoltare è utile..smussare gli angoli per vivere meglio…se vuoi chiudere per ragioni che tu ritieni valide sono d’accordo..ma noi?LASCI ANCHE NOI?mi arrabbio anch’io…uff…

  51. E poi è il tuo compleanno tra queklche giorno o sbaglio?anche il mio!il 24 per la precisione..non ci facciamo neanche gli auguri?

  52. Fabioooooo!!!:*

  53. E cosa te ne frega a te se è ancora qui? Affari suoi no? E poi un blog così secondo me non andrebbe chiuso, perchè è uno dei più belli, dei più riflessivi e dei più simpatici…pensa prima di parlare, se è ancora qui vuol dire che gòi spiace lasciarlo ma è obbligato.

  54. Il commento che ho scritto sopra era riferito a lilla, e non assolutamente a corituca!

  55. Grazie, indiana, e grazie a Francesca e a corituca. A lila non rispondo nemmeno, per me non esiste e manco so chi sia. Corituca, io ci sono sempre, anche in privato, e tu lo sai… E non è detto che presto non ci siano sorprese… Chissà?

  56. Già…speriamo bene :-((

  57. Prof non vedo l’ora…sono contentissima…!!!:-)

  58. De che???? ;-I

  59. Fabio, io ti conosco bene e so che non serve a nulla quello che sto per scrivere, ma lo scrivo comunque, per non rimproverarmi in futuro di non aver tentato il tentabile…

    con il tuo “arrivederci” hai ottenuto molto. Hai costretto noi tutti a schierarci, a sostenerti, a prendere posizione in favore dei “veri” blog e contro la deriva pornocommerciale o del taglia-incolla.

    Nei pochi mesi di vita del tuo blog hai cercato di integrare e coinvolgere, hai creato linguaggi nuovi (si pensi alla giornata delle collaborazioni), hai sostenuto posizioni intelligenti e qualche cazzata (meno di quelle che dici in privato, lo riconosco…). Insomma hai arricchito il mondo dei blog, portando umanità, fantasia, bello scrivere e una punta di supponenza qua e la, come i granelli del pepe sul riso ai frutti di mare.

    Però, come ti è stato fatto osservare (Vlad, Dydo) rischi di essere risucchiato nel meccanismo. il tuo bisogno di primeggiare sempre e in ogni contesto può esserti stato utile nella vita professionale ma quì perde parte della sua utilità. Mettere post su post solo per difendere una posizione in classifica, costi quel che costi in termini di creatività e qualità è una strategia che – lo sai bene – non mi ha mai convinto.

    Credo dovresti rimanere. Scrivendo quello che vuoi, quando vuoi, nei termini che vuoi. Sapendo che non sono i 395 contatti al giorno che ti rendono particolare, ma quei 10-15 di noi che ti seguono sempre, che dialogano con te, che si incazzano, che litigano, che ti sostengono, che ti vogliono bene.

    10-15 persone vere, più importanti di 395 anonimi IP

    Marckuck

  60. Marckucl ha assolutamente ragione, ci pensi!

  61. Mi dispiace e mi auguro che tu ci ripensi, anche perchè il 10 aprile non sarà la stessa cosa alzare il boccale di birra senza poter leggere le tue pagine ricche di contenuti e di humor. Anch’io tante volte mi sono scoraggiato e ho pensato di lasciare, ma trovare i tuoi commenti arguti sul mio blog, assieme a quelli degli altri bloggers, mi ha ridato fiducia. Spero che i messaggi di tutti noi ti inducano a ripensarci e a continuare a proporci ancora altre “mille e una storia”. A presto, Fabio

  62. Mi pare giusto riportare anche qui quello che hai scritto sul mio blog ed il mio commento a riguardo, visto che la diatriba non è stata innescata da me.

    “I miei post avevano perso sponteaneità ed ero schiavo del numero di post quotidiani eh? E quiesti qui a ripetizione a cosa servono? O eri più che ispirata? Ma non mi hai detto che non dovevo fare così? Complimenti, Dydo! Per la coerenza.”

    Scritto da: Fabioletterario 18/03/06 a 16:07

    Calma, la battaglia è la tua non la mia, non mi sono lamentata della “concorrenza”, non ho iniziato lotte insulse e provocatorie per rimanere in vetta o tra i primi 10!!!! NON MI INTERESSA!!! Sei stato tu a parlare di COMPETIZIONE!
    Sono parole tue, io non devo competere con nessuno. Ci sono pochissime persone che scrivono qui dentro, sempre le stesse, 4 in particolare. L’oroscopo è per loro, a cui voglio bene, veramente. Qui non ci sono contatori, Fabio. Avverto un fondo di cattiveria dentro di te che mi fa paura e me ne dispiace, per te soprattutto. Non serbarmi rancore, non ti ho fatto nulla e tu non hai fatto nulla a me. Continua a percorrere la strada in cui credi, se per te è la cosa giusta da fare.
    Non ti sei mai preso la briga di guardare cosa scrivevo da luglio in poi. Tu non sai quanti post di vita “vera” ci sono qui dentro, non li hai mai letti. Non sai della mia storia e del mio dolore. Per mesi ho scritto di me, della mia vita, ci sono IO in questo blog, che ultimamente va un po’ a puttane perchè quella storia non esiste più. Una cosa che mi ha colpito da sempre del tuo blog, è che io non ho mai carpito chi sei veramente, quali sono i tuoi veri affetti, le tue vere passioni al di là di Madonna e l’insegnamento. Scrivi molto bene, le 1000 e una storia, ma sei sempre molto vago, non ti si “afferra” fino in fondo. Ma è una tua scelta, che io non giudico, è solo una constatazione.
    Quelli che hanno letto il mio blog ormai mi conoscono come le loro tasche perchè ho descritto la mia anima, nei minimi dettagli, e questa invece è una mia scelta. Ognuno fa ciò che vuole, se i commenti sono denigratori ed offensivi è giusto arrabbiarsi ed inveire. Se si tratta di consigli, non è giusto sbraitare tanto, si riflette anche sulle critiche, un fondo di verità c’è sempre. E come dice Precaria, già la vita è dura con i suoi casini, salvaguardiamo questo piccolo spazio virtuale che dovrebbe servire solo a farci stare meglio. Un abbraccio, buona fortuna.

  63. La parole sono pure, sono le nostre lacrime cristallizzate
    Sono il segno tantibile del nostro bisogno e della nostra voglia di comunicare, figli di una babele che non ha confini e non conosce vette.
    Non vanno sporcate e non vanno sprecate.
    Ma soprattutto, le parole, hanno una vita che palpita insieme alla nostra.
    Hanno il nostro respiro, il nostro sguardo, hanno il nostro stesso odore.
    Chi ha parole da gettare al vento si ricordi che può raccogliere tempesta o far fiorire il cielo.
    In ogni caso cede e concede una parte di sè.
    Mai rincorrere primi posti usando le parole come pedine.
    Questo è il mio monito personale.

  64. Perchè chiudere? Non è meglio lasciare lo spazio aperto e magari scrivere di meno? Postando qualcosa solo quando ne hai proprio voglia o bisogno? Però è ovvio che quello che deciderai tu va bene pure per noi. Anche se non ne siamo contenti. Luciano / Il ringhio di Idefix

  65. ma non é che credi kata dovrebbe accontentarti solo perché scrivi 100 post al giorno… e chi ne scrive uno, ma di qualità? pretendere é una cazzata. soprattutto in virtù del fatto che é una tua battaglia personale. le pubblicità coinvolgono tutti e trovo giusto incazzarsi e andarsene via comunicando il nuovo indirizzo del blog sarebbe la cosa più giusta da fare, invece di alzare un polverone inutile.

  66. Ma che stai a di’?

  67. non trovo altre parole per scrivere quello che ho scritto. sforzati tu se ti va altrimenti fa lo stesso.

  68. Fa lo stesso.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: