Pubblicato da: fabioletterario | 17/02/2006

Un po’ che

E’ un po’ che non parlo del piccolo Giona. In realtà non ne parlo, ma non è che non lo penso, anzi. Lo penso sostanzialmente ogni giorno, ed è una di quelle azioni, di qui momenti el tutto personali della giornata, che dedico solo a lui e a pochi altri.

La colomba continua a crescere. Mangia, poppa, vuole stare dritto, e questo significa che ha preso tutto dal suo padrino. Ha voglia di stare in piedi, di lasciare la posizione gattica… Proprio non ce la fa a stare seduto. Lui vuole guardare la vita faccia a faccia, sulle sue gambe. Che sono ancora deboli, piccole, cicciotte, eppure cercano di sfidare il mondo.

E quando avranno imparato a stare in piedi, allora dovranno anche imparare a cadere…

E io ci sarò.

Annunci

Responses

  1. Ma che dooooolce cucciolotto!!!! Così tenero da non capire che il suo padrino è un professore, una di quelle “specie” di esseri che ti perseguitano per anni, e che tuttavia ti aiutano a crescere, come si suol dire, sani e forti!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: