Pubblicato da: fabioletterario | 10/02/2006

Chiamatemi per nome

Non sopporto le persone che non mi chiamano per nome. Non sopporto quelli che per rivolgersi a Me usano il cognome. Quelli che ti fanno un cenno. Quelli che per entrare in contatto le cercano tutte e non ti chiamano per nome. Perché non usare il nostro distintivo primario, il nostro riconoscimento fonetico? Ognuno ne ha uno, ognuno lo porta in modo proprio, diverso dall’altro. Suo. Suo e solamente suo. Di nessun altro.

Io ho bisogno di sentire il mio nome. Ho bisogno che la gente mi conosca così, e con null’altro. Ho bisogno che ci si rivolga a me con il mio nome. Semplicemente. Dolcemente. Con la sonorità della F, la lunghezza della A, il passaggio rapido ma accentuato della B, l’altezza illusoria della I e la rotondità piena e morbida della O finale. Ho bisogno di sentire la miscela di queste consonanti e vocali. Ho bisogno di sentire l’insieme di tutto questo, della loro musicalità e della forza della loro espressività.

A scuola penso di essere uno tra i pochi che chiamano i proprio alunni per nome. E’ stata una scelta che ho fatto all’inizio della mia carriera, circa cinque anni fa, per rispetto nei loro confronti. A mia volta, quando ero studente, mi pesava incredibilmente che mi chiamassero per cognome. Era come se mi sentissi differente, chiamato per cognome. Cognome di appartenenza, non di differenziazione. Questa era la questione.

Oggi, pochi (mi) chiamano per nome. C’è la tendeza ad elidere tutto, tanto nei sentimenti quanto nella lingua parlata. E, così, per la fretta o la disattenzione, anche il nome cade. Anzi, forse è il primo. A scuola, nel mondo del lavoro, tra gli amici, negli sms. Amo scrivere il nome degli altri, e amo sentirlo a mia volta, quado capita. E quando capita, è sempre una piccola gioia.

Per cortesia, chiamatemi per nome.


Responses

  1. Fabio…

  2. Ma quanto ti amo, Ele!

  3. ma i tuoi alunni ti chiamano per nome?? io ti posso chiamare LETTERARIO? :))) hihihi

  4. E io ti chiamo bolle?! I miei alunni mi chiamano PROF. Figuriamoci!

  5. … per così poco?

  6. Sì.

  7. credo che ci sia del biblico in questa tua fissazione del nome…

  8. di fabio mi piace il gioco che fa la bocca nel pronunciarlo.
    i denti sul labbro inferiore.
    un bacio tra il labbro superiore e quello inferiore.
    ed il bacio soffiato via per la O..

  9. Ci sono persone che quando pronunciano il mio nome mi fanno tremare … e` meraviglioso!Magari possono anche dire una stupidaggine, ma hanno dato importanza a me …

  10. Possiamo chiamarla anche noi per nome allora…scherzo…rispettiamo i gradi!!!
    Durante alcune materie, alcune professoresse chiamano dei mie compagni per nome, sempre, e altri invece sempilicemente e formalmente per cognome…e non è bello!

  11. Fabiooooooooooooooo

  12. Sono daccordissimo con te.
    Infatti, mi sono sempre firmato col mio nome, anche se solo nell’età matura mi sono compiaciuto di esso.
    Chiamarsi Gennaro, quand ‘ero giovane ragazzo e ancora adesso non è proprio di moda. Meglio Kevin.
    Ciao Fabio.

    Gennaro/Sogni e dintorni

  13. +grazie+


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: