Pubblicato da: fabioletterario | 03/02/2006

A proposito di interrogazioni

Ieri, giusto per completare l’opera, vado alle 4 ore di Latino (visto che nessuno di voi si è deciso a prendere seriamente il mio posto: GRAZIE MILLE!), in scuola di Specializzazione. L’insegnante, di cui ho già ampiamente parlato, pensa bene di interrogarmi sulle diverse funzioni del verbo nella lingua italiana, che dovevano essere raffrontate con quella latina. Io provo ad aprire bocca, ma non esce niente, e la docente, una signora di 65 anni, mi si avvicina materna. "Fabio, allora lasci che chiuda la finestra, o si prenderà davvero un malanno."

Non si era resa conto del fatto che l’avevo aperta per disperazione: in aula c’erano 25 gradi, a cui si aggiungeva la puzza della classe mattutina, più quella del pomeriggio. E io che sudavo come un dannato per la febbre!


Responses

  1. Ma alla fine l’ha interrogata??? Se si…come è andata???

    L’indiana


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: