Pubblicato da: fabioletterario | 02/02/2006

Figuracce, mon amour

A scuola, oggi, una mia alunna mi porta una torta. Per la precisione, una crostata, di cui sa che sono ghiottissimo. Io ringrazio, credendo che nell’involucro ci sia solamente una piccola parte, giusto per me e per accontentare la mia ingordigia. E chiedo se devo condividerla con gli alunni. "No" mi dice lei. "E’ per lei."

Fiducioso, la dimentico, sino a quando arrivo a casa. Adesso la apro e… SORPRESA! La torta è immensa, buonissima, ma anche già tagliata in 24 spicchi: tanti quanti sono gli alunni.

Come dire… Che bella figura! Adesso i genitori penseranno che sono un avido e senza scrupoli divoratore di torte. Certo, pensano esattamente, ma insomma…!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: