Pubblicato da: fabioletterario | 22/01/2006

Fiera

Ovviamente, alla fiera del disco di ieri non c’era nulla. O meglio: un paio di cose c’erano, ma carissime, come al solito. E non sono caduto nel tranello dell’ingordigia, acquistandole a prezzi che non valgono affatto.

Dunque, sono tornato a casa a mani vuote, mi sono trattenuto: i prezzi erano spaventosamente alti: a cominciare da un semplice cd singolo australiano che non aveva proprio nulla di speciale, e costava ben 14 euro! Quasi quanto un cd album! Poi c’era una serie infinita di bootleg, che non valgono un soldo di cacio e invece andavano dai 12 euro in su. Beh, allora li fabbrico anche io, se trovano qualche sciocco che si fa abbindolare (ma dubito).

Francamente non ho parole e non capisco. Qualcuno mi può spiegare perché un cd che fuori si trova normalmente in catalogo a 20 euro, in fiera lo vendono, aperto e usato, a 25-30? Ma che senso ha?

L’unico aspetto positivo è che per entrare non ho pagato, in quanto giornalista. Almeno questo. risparmiati 4 euro. Però peccato, che una occasione così diventi il niente…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: