Pubblicato da: fabioletterario | 04/01/2006

Tutele antiche (e recenti)

Oggi pomeriggio, nuovamente, progetto Lozer. Fino allo sfinimento. Finché non ce la faremo più. Altre ore di concertazione di idee e di riscritture, altre immagini flash nella nostra testa per ricostruirire, per immaginare, per ipotizzare una scena e la sua trasposizione, il suo significato. Lo so già e non mi preoccupo quasi più. Ho scartabellato tutta la notte tra i libri di storia per reperire materiale autentico sulla condizione della donna agli inizi del secolo scorso e degli operai: è stato semplice e complesso al tempo stesso. Parallelamente, in conseguenza delle ricerche, mi accorgo di conoscere molto poco di questo periodo, e delle condizione disumane alla quale queste categorie venivano esposte. Nessuna tutela. Nessuna garanzia. Niente.

Poi mi guardo intorno, e mi rendo conto di essere fortunato. Molto. Per il mio lavoro. Perché ce l’ho. Perché ho una casa. Sono passati solamente 100 anni; non tutto è diverso, ma parecchio sì. Per fortuna.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: