Pubblicato da: fabioletterario | 23/12/2005

Amo il freddo

Finalmente è arrivato. L’ho aspettato per tanto tempo, in questo autunno che sembrava non terminare mai. Tra ieri ed oggi è arrivato, il freddo, pungente, gelido, che ti fa gocciolare il naso ogni volta che lo metti fuori dalla porta. L’aria è tangibile, il fiato si accorcia, la pelle si screpola, le mani si arrossano. E’ una litania, quella del freddo, che non mi perdo mai, in nessuna sua parte.

Sto bene, avvolto nella giacca, coperto con la sciarpa sino agli occhi, con il basco di lana. E sto bene anche a leggere, mentre fuori il gelo si deposita sull’erba, lentamente, senza alcuna fretta, per il solo gusto di piegarla. Ammorbidisce, spacca, rompe, stende e tend. Ha la potenza cinese della pazienza, non precipita, non ha mai l’ansia di arrivare.

Non lo desidero 12 mesi l’anno, ma quando c’è, me lo godo.


Risposte

  1. Dopo l’estate calda e afosa, un pò di fersco ci vuole ma…provi lei ogni mattina ad andare a scuola in bici e poi mi dica com’è….!!!;-)

  2. La capisco… io per esempio provo un piacere particolare nel leggere avvolto nel piumone, specie se fuori piove…

  3. Come fa a piacerle così tanto il freddo ?!?!?!?
    Ame piace solo perchè si può sciare e…stop!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: