Pubblicato da: fabioletterario | 19/12/2005

Dura lex, sed lex

Finalmente qualcuno ci ha pensato. Una settimana fa, durante la partita Livorno-Lazio, Paolo Di Canio aveva fatto il ganzo alzando il braccio destro nel saluto fascita; ma nessuno aveva preso posizione. Oggi, invece, paga con una giornata di squalifica il saluto fatto ai tifosi della Lazio in occasione della gara di sabato contro la Juve. Mi pare che qualcuno ha applicato qualche legge, finalmente! E non solo: anche la Lazio, che non era intervenuta in un primo momento, ci va di mezzo: per responsabilità oggettiva, la squadra è stata multata di 10 mila euro.

Secondo il giudice, "il gesto del calciatore è certamente da interpretare come un saluto romano" e quindi costituisce una violazione delle norme regolamentari "in quanto lesivo del dovere di correttezza imposto dall’articolo 1 del codice di giustizia sportiva" e "in quanto evocativo del regime fascista, caratterizzato da violenza verso gli oppositori e discriminazione razziale". Per determinare la sanzione, il giudice sottolinea che "Di Canio ha commesso il fatto con piena consapevolezza della sua illiceità" quindi "la piena intenzionalità dell’atto caratterizza in termini di specifica gravità l’oggettiva violazione delle norme del codice di giustizia sportiva".

Come potremmo commentare, caro Paolo? Diciamo… Dura lex, sed lex?    🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: