Pubblicato da: fabioletterario | 18/12/2005

I diritti dei papà

Oggi i papà divorziati hanno manifestato il loro dolore di passare un altro Natale lontani dai loro figli. Penso sia terribile, che non ci siano leggi in grado di tutelare gli uomini. Non voglio dire che le mamme dovrebbero fare un passo in dietro, in occasioni come questa, ma uno insieme ai loro ex sì. Almeno una volta all’anno. E non per gli ex, bensì per i figli, i quali alla fine sono coloro che pagano per l’astio e le diatribe dei propri genitori: ma questi, nei loro confronti, non saranno mai ex.


Responses

  1. Il problema è che spesso, in Italia, l’affidamento viene dato alla madre, con la menata dell’amore materno.
    Balle.
    Purtroppo questo succede anche se le madri non hanno un lavoro, non hanno alba come genitori…basta che non si droghino o siano alcolizzate.
    Di tutte le cagate italiane forse questa è la peggiore.

  2. Sono assolutamente d’accordo con quello che dici. Il padre ha gli stessi diritti della madre.
    Tra l’altro, a parer mio, è sbagliata anche la legge sugli alimenti…
    C’è gente che campa tutta la vita con gli alimenti di un ex…
    V.

  3. Conosco anche io padri molto affettuosi e che sentono la difficoltà di rimanere vicini ai loro figli dopo la separazione.Però ricordo anche come era difficile, per le donne, prima del divorzio, andare avanti con un marito padrone e nessuna possibilità di mantenersi, se avessero fatto la scelta della separazione.Sarebbe importante ricordare che i figli non sono una proprietà ma un fortunato dono….

  4. Ci sono molti papà che, a prescindere dalle loro visite ai figli, dovrebbero pagare gli alimenti, cosa che però non fanno!!!!Quindi, al posto di blaterare, perchè non si pensa ai molti motivi per cui i figli vengono affidati alle madri?!?Perchè se fosse il contrario, i problemi sarebbero sempre gli stessi!!Senza contare che la madre ha 1 rapporto più importante rispetto al padre!
    Anche se non tutti i padri sono cattivi!!!

  5. Il divorzio è una cosa difficilissima da superare, sia per i genitori stessi, sia per il figlio stesso!!!
    Non credo che l’affidamento al padre o alla madre faccia differenza se i genitori amano il proprio figlio….comunque si soffre….

  6. Criki ha ragione…per un figlio essere affidato ad un genitore anzichè all’altro non ha molta importanza…uno dei due lo “perde” comunque. Forse “perdere” è una porala troppo forte per esprimere questo concetto, ma non è del tutto sbagliata: soprattutto all’inizio per un figlio è molto difficile affrontare questa nuova realtà, forse troppo, dato che, per la maggior parte dei casi, perde quasi ogni legame costruito col padre… Questa per me è la cosa che fa maggiormente soffrire un figlio.

  7. Volevo rispondere a Patrizia: io ho 2 bimbi ad oggi di 19 e 6 mesi. Lei se ne è andata il 22 ottobre, portando con se i bimbi; ad oggi non mi è permesso trascorrere 1 minuto da solo con i miei figli, mentre il 21 ottobre, lei era fuori a mangiarsi la pizza con 1 amica, mentre io ero perfetto per rimanere a casa con i bimbi: oltre tutto, la notte, la trascorrevo io in bianco, mentre lei riposava perkè (cito) li aveva tutto il giorno addosso lei”. Spiegatemi cosa è successo, o io sono divenuto un mostro o qualcosa non quadra…… Mi ha costretto a prendere 1 avvocato per far valere i diritti basilari, non di padre, ma di essere umano dilapidando pian piano anni di risparmi mirati a dare 1 stabilità alla famiglia. Dimmi Patrizia, dimmi quali sono i “molteplici” motivi per cui 1 padre che vive per i propri figli, non ha diritto di potersi godere la loro crescita giorno per giorno, mentre una lei, ex tossicomane, con problemi depressivi ed in cura da psicologi da anni, si “erge” a essere divino in grado di decidere il presente e futuro di decine di persone. Mi piacerebbe proprio vedere il tutto a parti ribaltate. Io sto soffrendo come un cane e non ACCETTO che una persona generalizzi su cose tanto importanti dicendo ke le madri hanno 1 rapporto più importante rispetto al padre. Ditelo alla signora di cogne, oppure a quelle graziose creature ke abbandonano i propri figli. D’altro canto è VERO ke ci sono padri snaturati, ma da qua a dire ke è un diritto INDEROGABILE delle madri avere i figli, ce ne vuole. Scusate lo sfogo, ma non auguro a nessuno di vivere ciò ke sto vivendo io. Joseph

  8. Joseph, hai sbaglito indirizzo: non è Patrizia, quella che ha detto quanto tu ribatti. Sono due ragazze di 14 anni: perdonale, non sanno cosa significhi l’amore, il legame con un figlio. Non lo so neppure io, che figli non ne ho. Ma so che nessuno può sindacare sull’affetto, su quel legame stesso. Ti sono vicino. E grazie del tuo sfogo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: