Pubblicato da: fabioletterario | 15/12/2005

A Bagdad si vota

E’ sicuramente un giorno da ricordare, oggi, per la popolazione dell’Iraq. Sono infatti in corso le prime elezioni libere del dopo Saddam, con tutta l’incertezza e l’insicurezza del caso.

Non tutto fila liscio, ovviamente, come invece si sarebbe voluto; ovviamente, c’era da aspettarselo. Qualche isolato episodio di violenza non è mancato, tuttavia l’affluenza ai seggi e’ in aumento, e ciò rappresenta un dato confortante per il significato che la partecipazione popolare ha, in questo particolare momento. Un imponente dispositivo di sicurezza protegge il voto di ben 15,5 milioni elettori, ai quali spetta oggi il compito di scegliere 275 deputati fra oltre 7.500 candidati.

La violenza, comunque, non è mancata. L’episodio piu’ grave e’ avvenuto a Mossul: una guardia e’ stata uccisa e due agenti sono stati invece feriti. A Baghdad, per altro, un soldato Usa sarebbe rimasto ferito presso la Zona Verde. E poi crediamo che la guerra sia ormai terminata. Basterà il voto?


Responses

  1. Ke trombone ke sei!

  2. Oh…io non ho detto niente questa volta..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: