Pubblicato da: fabioletterario | 11/12/2005

Che impegni!

Giornata di impegni, quella odierna. Dormo fino a tardi, poi quasi me ne pento. Mi alzo trafelato, sono le 10 e mezza, non faccio colazione ed accendo il pc. Termino la tesina per un imminente esame di latino, poi mi fiondo a preparare l’albero. E mi accorgo che ci ha già pensato mia madre. La quale, quasi con tono imperioso, sottolinea come lei abbia già contribuito: ora, come da tradizione, tocca a me realizzare il presepe!

Passo un po’ la palla a mio papà, che si concede: ma va solo a recuperare il muschio fresco, quello verde smeraldo, umido e odoroso. Poi, tocca a me.

Tre ore e mezza di lavoro. Mezzo salotto rovesciato. Il mio cane che gira intorno e non capisce più dove deve andare ad accucciarsi. Mia sorella che nemmeno spunta per darmi una mano. Mi tocca arrangiarmi. Soprattuto a pulire, dopo che ho terminato. Ed è probabilmente la parte peggiore.

Eccomi qui. Ora ho finito il tutto.

Tra pastori che non stanno in piedi, pecorelle che ho a bizzeffe e non so dove sistemare, carta per le montagne che si affloscia in continuazione, e sassolini che finiscono ovunque ma non a fare la strada centrale. 

Finalmente.

PS: su richiesta, spunterà la foto dell’opera d’arte. Forse.


Risposte

  1. Io e mio papà ci divertiamo molto a fare il presepe, con la fontana, le casette, le pecore…

  2. dai bellimbusto, fuori la foto se hai il coraggio…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: