Pubblicato da: fabioletterario | 04/12/2005

Rammarico

Sono entrato in contatto con la storia di Iqbal Masih (un bambino pakistano che si è battuto per i diritti del bambino – e su cui intendo ritornare in un prossimo post -, pagando duramente per la sua voglia di giustizia e libertà), e rimango allibito dal trattamento che è stato riservato alla sua memoria. Infatti, solamente qualche settimana fa è stata festeggiata la giornata dei diritti del bambino e dell’adolescente; tuttavia, in una occasione tanto importante, nessuno si è ricordato di menzionare Iqbal. Perché? Perché nessuno lo ha fatto rivivere?

E’ proprio vero che la memoria è corta, e spesso ricorda solo ciò che vuole.

Perché?


Responses

  1. Non riusciamo a capire quanto sia importante questo avvenimento…
    pensiamo solo a noi stessi e non riusciamo ad aprire gli occhi e a vedere realmente cosa sta succedendo dall’altra parte del mondo!Non riesco neanche ad immaginare come deve essere stata la vita di quei poveri bambini!!
    Ora non possiamo fare molto…migliorare il mondo non è facile, cambiare il passato è impossibile, si può solo sistemare il futuro!!!Per adesso mi limito ad abbassare gli occhi a ricordare, grazie a quanto mi è stato, detto le gesta eroiche di questo bambino che, nel suo piccolo, ha cambiato la storia!!!grazie Iqbal


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: